Questa versione è la classica, più ricca rispetto alla proposta light (la trovate QUI). Ed è quella che si trova in tanti rifugi del Trentino Alto Adige e nelle pasticcerie sul territorio. Lo strudel è ottimo per ogni occasione, da un merenda o da portare quando si è ospiti in casa d’altri. Non esiste in realtà, una versione unica. Sono tante le varianti e le ricette tramandate. La nostra è quella della nonna Gemma. Chiunque sia nato e vissuto in Trentino, solo a nominare la parola “strudel” sentirà il sapore di questo dolce che ricorda la raccolta delle mele, le domeniche in famiglia, oppure la ricreazione a scuola.

Provate a prepararlo, la ricetta è semplice e veloce.

Ingredienti per la pasta frolla:

  • 130 gr burro
  • 300 gr farina
  • un cucchiaino di lievito
  • 100 gr zucchero
  • 1 uovo

Per il ripieno:

  • 3/4 mele
  • cannella
  • scorza di limone
  • pinoli
  • uvetta sultanina
  • pan grattato o biscotto secco sbriciolato
  • noci (facoltative)

Impastate la frolla (a mano è il top, ma il robot è più veloce): farina, lievito, zucchero, uova, burro. Una volta finito avvolgete il panetto in una pellicola e mettetelo a riposare in frigo per una mezz’ora. Tirate poi la pasta: il trucco per non romperla è farlo su un foglio di carta forno, in modo che quando la pieghiamo rimanga più facilmente intatta.

È questo il momento di procedere con il ripieno: mele (a cui avremo aggiunto un po’ di cannella), pan grattato o biscotti secchi, pinoli, uvetta sultanina. Piegate a questo punto la pasta in modo da “chiudere” lo strudel, facendo attenzione a sigillarlo anche sui lati. Forno a 180 gradi per 40 minuti. E il gioco è fatto! Servire ancora caldo, meglio se con un po’ di panna fresca montata o salsa di vaniglia.

Non basta una buona ricetta, se non si hanno ottimi prodotti! Trovate l’elenco di quelli certificati a marchio Qualità Trentino QUI.

Cercate altre gustose ricette trentine? Le trovate QUI.

#qualitàtrentino #adv

0 Condivisioni