Lassù, dove si vede Venezia

Per chi vuole approfittare delle ultime uscite sulla neve questa è la gita giusta! Qualche tempo fa ci siamo avventurati sul Monte Zugna, che si trova proprio sopra Rovereto. Un luogo molto suggestivo, con moltissimi resti della Prima Guerra Mondiale: trincee, camminamenti, grotte, postazioni militari… sorprendente! La strada è un po’ tortuosa per arrivarci (6 chilometri fino ad Albaredo, poi altri 12), ma noi lassù abbiamo trascorso una giornata indimenticabile. Noi allora abbiamo lasciato l’auto al “Trincerone” (piazzale panoramico a 3 chilometri dal rifugio) proseguendo a piedi, ma adesso la strada è completamente libera dalle neve e potete salire. Camminando si arriva in un’ora circa, sia seguendo la comoda via principale che deviando sulla destra nel bosco. In questo caso si passa anche dal cimitero di San Giorgio, che per noi è stata fonte di un’utile riflessione con i bambini sulle conseguenze dei conflitti e sui sentimenti provati dai soldati in quegli anni.

20150309_122335Arrivati al rifugio lo spettacolo è incredibile, con le Dolomiti di Brenta proprio di fronte ai nostri occhi, giochi per i bambini all’aperto. Al sole, mangiando un succulento pranzetto e chiacchierando con Gigi (il gestore) abbiamo scoperto che:

  • in circa 45 minuti si arriva alla cima del Monte, da cui – quando il cielo è terso – si può vedere fino alla laguna veneta. E comunque un panorama a 360 gradi sulle più belle montagne del Trentino
  • là attorno c’è il percorso Zugna Land Art, con tante opere ispirate dalla natura: troverete così l’albero dalle cento braccia, il larice dove esprimere i desideri, la “bomba nel bosco”, il belvedere, e così via
  • accanto al rifugio si trova l’Osservatorio astronomico gestito dalla Fondazione Museo Civico di Rovereto, aperto al pubblico su prenotazione oppure la terza domenica di ogni mese, dalle ore 14 alle ore 18, per conoscere meglio il nostro cielo e soprattutto il Sole.

10996799_443668625780541_1759305973564734196_n

Per Pasqua è aperto fino a martedì, poi si proseguirà con il sabato e la domenica, mentre in estate tutti i giorni. Al rifugio si può anche dormire… sapete che meraviglia svegliarsi lassù?

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *