Orme di dinosauri ai Lavini di Marco

Nel sito paleontologico dei Lavini di Marco, uno tra i più importanti e spettacolari in Europa, si possono osservare le orme di molti dinosauri vissuti all’inizio del Giurassico (circa 200 milioni di anni fa), centinaia di orme, di forme e dimensioni differenti sono impresse lungo un ripido colatoio di circa duecento metri alle pendici del monte Zugna, a sud di Rovereto, dove troviamo anche un Osservatorio Astronomico all’avanguardia.
Proprio per il loro grande significato scientifico e per il rischio di deperimento cui sono soggette tutte le piste dei Lavini di Marco, il Museo Civico di Rovereto ha provveduto all’esecuzione dei calchi e al modello digitale del terreno interessato dalle orme. Il sito paleontologico dei Lavini di Marco è inserito nell’inventario on line dei Geositi trentini, a cura del Servizio Geologico della Provincia Autonoma di Trento.

Sulle tracce dei Dinosauri

Per permettere ad un numero sempre maggiore di persone di apprezzare appieno il significato geologico e paleontologico del sito, la Sezione Didattica del Museo Civico il secondo sabato di ogni mese, da aprile a ottobre organizza visite guidate con esperti che non solo mostrano i reperti, ma spiegano attraverso “tappe tematiche” la storia geologica e l’evoluzione della nostra regione.
Lungo il percorso didattico sono stati inoltre installati pannelli esplicativi in pietra incisa e serigrafata per dare la possibilità a coloro che non vogliono ricorrere ai servizi del Museo di addentrarsi nel mondo della storia geologica del nostro territorio.

Visite guidate sono organizzate anche su prenotazione per scolaresche e gruppi privati (minimo 10 – massimo 25 persone).
Si richiede cortesemente di prenotare con almeno una settimana di anticipo.

Ecco il calendario 2017:

  • sabato 8 aprile ore 15.00-17.00
  • sabato 13 maggio ore 16.30-18.30
  • sabato 10 giugno ore 16.30-18.30
  • sabato 8 luglio ore 16.30-18.30
  • sabato 12 agosto ore 16.30-18.30
  • sabato 9 settembre ore 15.00-17.00
  • sabato 14 ottobre ore 15.00-17.00

Il sito paleontologico dovrà essere raggiunto con mezzi propri. Si raccomanda abbigliamento adatto all’escursione (scarponcini o scarpe da ginnastica, giacca a vento o ombrello).
NB: La strada per raggiungere il sito paleontologico non è attrezzata per il passaggio di pullman di grandi dimensioni. Per raggiungere il sito è possibile noleggiare piccoli bus privati.

Entrata
Euro 5,00 a persona
Ridotto (Euro 3,00) per anziani e ragazzi fino a 18 anni
Gratuito per abbonati e bambini fino a 6 anni

Per maggiori informazioni e prenotazioni:

Fondazione Museo Civico di Rovereto
B.go S.Caterina, 41
38068 Rovereto TN
Tel.: 0464 452800
Fax : 0464 439487
E-mail biglietteria@fondazionemcr.it

1 CommentoLascia un commento

  • […] Giacimento paleontologico delle Orme dei dinosauri: centinaia di orme di dinosauri carnivori ed erbivori di forme e dimensioni differenti sono impresse lungo un ripido colatoio di circa duecento metri presso i Lavini di Marco, alle pendici del monte Zugna, a Sud di Rovereto. Gli affioramenti rocciosi sono riferibili all’inizio del Giurassico, circa 200 milioni di anni fa, e rappresentano quello che rimane, allo stato fossile, di una grande piana carbonatica di marea per molti versi paragonabile alle attuali coste del Golfo Persico. Si tratta di sei livelli stratigrafici compresi in un pacchetto di strati potente poco più di cinque metri. L’accesso al sito, senza visita guidata, è libero. Lungo il percorso sono stati installati pannelli esplicativi in pietra incisa e serigrafata per dare la possibilità a tutti i cittadini di addentrarsi nel mondo della storia geologica del territorio. La Fondazione Museo Civico di Rovereto propone visite guidate con esperti il secondo sabato di ogni mese, da aprile a ottobre. Durante queste visite vengono mostrati i reperti e raccontate attraverso “tappe tematiche” la storia geologica e l’evoluzione della nostra regione. Visite guidate sono organizzate per gruppi privati (minimo 10 – massimo 25 persone), su prenotazione con almeno una settimana di anticipo. […]

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *