Lupi, orsi, linci al Parco di Spormaggiore

🐾 Aperto dal 26 dicembre 2019 al 6 gennaio 2020 dalle 10 alle 16 🐾
In caso di maltempo la Direzione potrebbe variare gli orari e i giorni di apertura senza preavviso, meglio visionare la pagina facebook sempre aggiornata

Che meraviglia entrare nel parco faunistico di Spormaggiore: le cose da vedere, o meglio, le creature da ammirare sono tante e tutte legate al territorio, un modo insomma davvero unico per conoscere la fauna che vive intorno a noi. L’abbiamo provato per voi diverse volte e ci piace sempre, soprattutto per la possibilità che ci dà di conoscere specie alpine che altrimenti è davvero difficile (oltre che poco consigliabile) vedere dal vivo nel nostro Trentino!

Ultimo animale inserito nel contesto del parco, curioso e molto interessante da vedere e da capire è la lontra. Nelle foto si vede “Bella”, nuova arrivata al parco e in fase di adattamento in questa fine novembre 2019.

 

Onde evitare di vedere i vostri bimbi delusi per aver avvistato pochi animali, innanzitutto vi ricordiamo che proprio per la sua essenza di parco faunistico (diverso dallo zoo), per via degli ampi spazi dedicati agli animali, non è detto che sempre le amiche bestiole decidano di mostrarsi e quindi non solo è bene rispettarle, ma anche spiegarlo ai bimbi. Tra l’altro in inverno alcuni ospiti inizieranno un lungo riposo, mentre altri invece probabilmente apprezzeranno l’arrivo della neve. Il parco imbiancato, comunque ha un grande fascino.

Primavera e autunno, come si può immaginare, sono i periodi migliori, ma anche in estate nelle ore più fresche (evitando la fascia 11.00 – 17.00) e in inverno, quando la vita degli animali cambia totalmente registro, questo luogo rimane di grande fascino. I recinti che delimitano le zone abitate dagli animali sono molto grandi e ricreano il loro habitat: non osserverete degli animali in gabbia, ma specie che vivono praticamente nel loro ambiente naturale e che si comportano come in natura: durante le ore più calde tendono a uscire meno e starsene ben nascosti al fresco nella loro tana o nelle zone più ombrose del parco, per esempio.

La star del parco è senza dubbio l’orso bruno! Se non siete mai stati al parco faunistico di Spormaggiore, dovete sapere che l’emozione di osservare da vicino l’orso, il più grande mammifero che vive sulle Alpi, è davvero grandissima.  Potrete qui ammirarne in un ambiente assolutamente naturale ben tre esemplari che vivono all’interno di un’area di 7 mila metri quadrati. Naturalmente se non è in letargo! 😉

Gli altri protagonisti del parco sono il lupo (Canis Lupus), uno dei più grandi carnivori autoctoni delle Alpi, le volpi, curiose e attente a tutto, ma anche delle splendide linci, esemplari di gufo reale e anche dei bellissimi gatti selvatici!

Naturalmente la bellezza di questo luogo non è dovuta solo agli animali, ma anche alle numerose piante di grosse dimensioni come faggi, abeti rossi e larici, zone cespugliose alternate a zone aperte e un piccolo ruscello con pozze e cascatelle ricreano ambienti belli da osservare e piacevoli per rilassarsi. Un’apposita sala video, con circa 20 posti a sedere, permette la visione di documentari: del Parco Naturale Adamello Brenta e dell’orso bruno.

 

Per gli amanti degli animali da cortile è possibile visitare appunto anche la fattoria degli animali nella quale vedere i classici animali domestici come le caprette, i conigli, le galline, le faraone e anche i pavoni. Quest’area la consigliamo soprattutto a chi ha bambini ancor piuttosto piccoli e dunque non ancora capaci di scovare gli animali da lontano. Tra l’altro il parco è fornito di un carinissimo punto ristoro e di un bel parco giochi con un super scivolo e non avrete problemi a percorrere le stradine del parco con i passeggini. Altra bella novità è il baby point da poco aperto. Si tratta di uno spazio in stile “baita” dove le neo-mamme possono allattare, cambiare e lavare i neonati in tranquillità. L’ambiente è molto confortevole, c’è persino un wc a misura bambino ed altri giocattolini in legno. Per accedervi non dovete fare altro che richiedere le chiavi all’ingresso!

Il biglietto di ingresso al Parco Faunistico di Spormaggiore dà diritto anche ad accedere alla torre di Castel Belfort le cui romantiche rovine sono ben visibili sulla strada che conduce ad Andalo. Il parco e il castello sono collegati da un bel percorso attrezzato denominato “Di Ramo in Ramo” dove sono ospitate opere di alcuni artisti locali.1

E per chi vuole un compleanno speciale ecco delle belle idee nello stile del parco: cliccate QUI.

Un’idea regalo divertente? ADOTTA UN ANIMALE: un progetto che prevede l’adozione di uno o più esemplari tra le specie proposte dietro il pagamento di 50€. Oltre all’orgoglio di avere un animale proprio, questo pagamento dà diritto al visitatore di poter spendere € 30,00 in consumazioni presso punto ristoro mentre i 20,00 € restanti verranno impiegati per il sostegno dell’attività del parco per gli animali ospitati e per i progetti di conservazione a cui partecipa il parco. Chi effettua l’adozione riceverà la carta d’identità dell’animale da portare con sè ogni qualvolta vorrà entrare al parco per visitarlo e riconoscerlo immediatamente. Infine l’adozione permetterà di conoscere e vedere il lavoro che la zoo keeper giornalmente svolge a contatto con gli animali, il visitatore potrà visitare i luoghi in cui essi vivono e assisterete al momento del pasto.

Per info su prezzi e visite e orari di apertura: www.parcofaunistico.tn.it 

Recapiti: 3406575780 – 0461 653622

Ecco il video della nostra visita al Parco con le telecamere di RTTR:

Photo credits per foto di copertina: Martha Hirber®

6 CommentiLascia un commento

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *