Malga Montagna Granda ha una splendida vista sulle Dolomiti di Brenta ed è un bel posto trascorrere qualche ora o una giornata intera nella natura della Panarotta. Gestita dall’estate del 2021 da Stefano Trentinaglia, un ragazzo di trent’anni che ha deciso di portare qui la sua esperienza maturata in Vezzena. Siamo a 1574 metri e da qui, con un’oretta di camminata, si arriva in cima alla Panarotta che permette di avere una visuale completa sulla Valsugana da un lato e sulla Valle dei Mocheni e sulla catena del Brenta dall’altra.

Il fiore all’occhiello del posto sono sicuramente i prodotti caseari: burro, yogurt, tosella e altri prodotti freschi, e ancora ricotta affumicata e le caciotte con il peperoncino o con altre erbe, come il timo. La produzione è contenuta e di alta qualità, perché gli animali che pascolano qui sono in numero ridotto. Non solo 35 mucche, di cui 27 in lattazione, alla Montagna Granda, ma anche 26 capre. Il principe della produzione è il Nostrano di malga, classico, ma si producono anche formaggelle di latte di capra.

Ecco la stanza di affinamento di Stefano: qui si stagionano i formaggi in attesa della vendita. Il bello di acquistare i prodotti direttamente in malga è proprio quello di poter ascoltare le storie sulla produzione e sulla conservazione, che regalano ai prodotti quel qualcosa in più.

Per raggiungere Malga Montagna Granda bisogna salire da Levico, in Valsugana, con la strada provinciale che conduce a Vetriolo. Giunti in località Compét (1.383 metri) si trova un incrocio; a destra, in pochi minuti, si raggiunge la piccola frazione di Vetriolo (1.477 metri), mentre seguendo la strada che porta in Panarotta si raggiunge il bivio con la segnaletica per Malga Montagna Grande e da lì si scende fino a sbucare sui pascoli della malga.

Info 📞 349 8227015

Per scoprire tutte le malghe che aderiscono al progetto Trentino di MalgaCLICCA QUI!

 

 

0 Condivisioni