Il Portland è un accogliente teatro di Piedicastello, organizzatore di rassegne anche per bambini piccolissimi (leggi QUI per la rassegna PoPoDoss ) oltre ad essere un centro di formazione teatrale (QUI la pagina dedicata del sito con le info sulla pedagogia). Anche per l’anno teatrale e scolastico 2021/22 sarà ricca l’offerta formativa proposta per i piccoli amici del teatro, ma anche per i ragazzi e gli adolescenti.

Portland è specializzato nella pedagogia teatrale infantile grazie alla presenza dell’ormai storico docente della scuola, Paolo Vicentini, che può vantare pluriennale esperienza nella formazione teatrale di questo tipo. Sarà ancora lui infatti il docente di riferimento dei percorsi teatrali e, novità dell’anno, sono state programmate anche proposte sperimentali e percorsi aggiuntivi che ci permetteranno di soddisfare un numero maggiore di richieste di partecipazione, anche nel rispetto delle normativa sanitarie.

Portland non è dunque semplicemente “un centro per la cultura”, ma è molto di più:

  • un progetto culturale unico sul territorio.
  • teatro attivo tutto l’anno: la Bella Stagione è considerata una delle più importanti stagioni di teatro della contemporaneità e di teatro civile non solo a livello locale ma anche a quello nazionale.
  • scuola di teatro con un importante progetto didattico triennale, corsi di approfondimento, corsi tecnici e workshop
  • un centro di eccellenza nella formazione teatrale a 360 gradi.
  • professionalità: gli insegnanti sono tutti professionisti della scena teatrale con un interesse particolare alla pedagogia.
  • luogo di aggregazione: una Associazione di Promozione Sociale con centinaia di soci e molti volontari che partecipano alla vita associativa del Teatro e della Scuola.
  • creazione artistica, grazie alle molte compagnie che lo utilizzano e gli artisti, gli allievi della scuola, i collaboratori che quotidianamente lo abitano.

TEATRO BAMBINI 4-6 anni
Far nascere un gran bel gioco: LA FORTUNA DI ESSERE PICCOLI

  • Insegnante: Emanuela Faitelli
  • Periodo: tre cicli programmati tra ottobre 2021 e maggio 2022
  • Orario: lunedì dalle 16.45 alle 18.15, le lezioni avranno frequenza settimanale
  • Numero incontri: 9 lezioni + 1 incontro di prova
  • Requisito: nessuno
  • Prezzo per ogni ciclo: 150 €
  • Quota associativa: 20 €
  • Prove: sono state programmate tre giornate di lezioni dimostrative per promuovere questo corso che si configura quale novità per la scuola di teatro Portland. Sarà possibile iscrivere bambine e bambini, a scelta, ad una delle lezioni di prova programmate dalle 16.45 alle 18.15 delle seguenti giornate: lunedì 27 settembre, 4 o 11 ottobre 2021. Le lezioni di prova sono lezioni dimostrative a prenotazione obbligatoria da effettuare contattando la segreteria del teatro. La partecipazione è subordinata al pagamento di 5 € a copertura degli oneri assicurativi; tale importo verrà riassorbito nella quota del corso in caso di iscrizione.
  • In caso di lockdown il corso verrà sospeso e recuperato appena le condizioni lo renderanno possibile.

In inglese e in tedesco per ‘giocare’ e ‘recitare’ si usa la stessa parola, e non è un caso. Da questa somiglianza parte la nostra attività teatrale: un gioco che muove dalla naturale predisposizione del bambino a trasformare ciò che vede per inventare situazioni nuove, immaginare luoghi fantastici, creare personaggi. Così un bastone diventa una spada, un pezzo di stoffa è un cucciolo vero e una coperta può trasformarsi in un tappeto magico per viaggi incredibili.

Saliremo insieme su questo tappeto e viaggeremo attraverso le tre anime del teatro: le storie, il movimento, il vivace dialogo tra respiro e suono. Pochi ingredienti per una pozione davvero magica, che ci permetterà di scoprire quanta forza ha un soffio, quanti suoni buffi possiamo creare con la nostra voce, ma anche come usare il nostro corpo per esprimere un’emozione e quante cose possano esserci in un oh! Leggeremo storie, giocheremo con il corpo per scoprire la sinergia tra azione e mondo interiore, scopriremo la forza poetica di un gesto e quanto può essere pesante un passo! Esploreremo quanto fiato serve per dare vita a una risata o far volare un palloncino.

Un viaggio quindi per giocare, per divertirsi, ma anche per conoscere se stessi e gli altri, per imparare ad ascoltare e godersi il piacere di essere ascoltati; un luogo che è spazio di ascolto attivo, relazione empatica e divertimento. Un’esperienza multipla, perché il teatro è movimento, curiosità, immaginazione, esplorazione, comprensione, fiducia e ascolto. In questo modo si stimolano tutti le potenzialità del bambino: la sua sfera cognitiva, la sua fisicità e la sua emotività.

CV Emanuela Faitelli

Ha studiato con Benedetto Tudino, Giancarlo Santelli, Gianni Rossi, Gianni Conversano, Isabella Martelli, Gaetano Varcasia, Silvana Bosi. Recitazione: 1993 Conversazioni in Sicilia di Elio Vittorini regia di Benedetto Todino,1994 In…compreso regia di Benedetto Todino, 1995 La chiave a stella di Primo Levi regia di Benedetto Todino, 1996 Woyzeck e gli altri, regia di Benedetto Todino e Massimo Mirani, 1996 Romani contro Sabini, 1997 Re Artù e i cavalieri della tavola rotonda regia di Benedetto Todino, 1998 Pinocchio regia di Benedetto Todino, 1998 Per favore: fate le Fate! Regia di Benedetto Todino 1998 I sonetti del Belli regia di Luca Placidi, 1999 Don Chi? Regia di Benedetto Todino e Luca Placidi, 1999 Il Malinteso di Albert Camus regia di Benedetto Todino, 2000 L’Orso di Anton Čechov regia di Gianni Rossi, 2001 Lettera a un bambino mai nato di Oriana Fallaci regia di Gianni Conversano, 2001 Inferno Parte I regia di Gianni Conversano, L’opera del mendicante regia di Isabella Martelli, 2002 Pane amore e politica regia di Silvana Bosi, 2003 Il telegramma regia di Silvana Bosi, 2003 Formiche di Aldo Nicolaj regia di Silvana Bosi. 2005 Ritorno al paese dei fiori di ciliegio regia di Emanuela Rossini e Cristina Petrantonio. Insegnante: ha tenuto corsi di teatro per le scuole di elementari a partire dal 1996. Nel 2015 Ha organizzato un ciclo di lezioni per la terza elementare di lettura ad alta voce. Nel 2006 ha tenuto un corso di aggiornamento sulla teatroterapia per il centro “Valle aperta”. Dal 2005 tiene laboratori di teatro per bambini dai tre anni di età. Ha collaborato con l’università di Trento per lezioni aperte ed esercitazioni sul teatro e sulla maschera. In qualità di regista ha diretto ragazzi di tutte le età in molteplici spettacoli.

 

TEATRO BAMBINI 7 – 10 ANNI
Far nascere la Fantasia: VOLA SOLO CHI OSA FARLO!

  • Insegnante: Paolo Vicentini
  • Periodo: ottobre 2021 – maggio 2022
  • Prezzo: 380 €
  • Quota associativa annuale: 20 €
  • Saranno attivati due corsi di Teatro bambini 7-10 anni: uno si terrà il martedì e l’altro il mercoledì. La differenza tra l’uno e l’altro consisterà solo in una programmazione oraria differente e nel tema del saggio finale che sarà scelto sulla base della composizione e delle attitudini del gruppo.
    • In caso di lockdown il corso verrà sospeso e recuperato appena le condizioni lo renderanno possibile.

CORSO TEATRO BAMBINI DEL MARTEDÍ

    • Orario: martedì dalle 16.45 alle 18.15, le lezioni avranno frequenza settimanale
    • Requisito: nessuno
    • La lezione di prova per questo ciclo si terrà martedì 28 settembre alle ore 16.45

CORSO TEATRO BAMBINI DEL MERCOLEDÍ

    • Orario: mercoledì dalle 16.45 alle 18.15, le lezioni avranno frequenza settimanale
    • Requisito: nessuno
    • La lezione di prova per questo ciclo si terrà mercoledì 29 settembre alle ore 16.45. Le lezioni di prova sono lezioni dimostrative a prenotazione obbligatoria da effettuare contattando la segreteria del teatro. La partecipazione è subordinata al pagamento di 5 € a copertura degli oneri assicurativi; tale importo verrà riassorbito nella quota del corso in caso di iscrizione.

Programma del corso – Un corso di teatro è un percorso alla scoperta di sé, basato sulla ricerca della totalità del nostro essere, nel rispetto della propria e altrui individualità; è un viaggio per esplorare nuove potenzialità creative e comunicative attraverso l’ascolto, l’osservazione e soprattutto il gioco. Un corso di teatro permette di entrare in maggior contatto con sé stessi e di entrare in relazione con gli altri, sviluppando il senso della condivisione e l’attitudine alla comprensione e ascolto. Il teatro è un viaggio tanto bello quanto prezioso, soprattutto in una fase della vita, l’infanzia, durante la quale l’istinto, la fantasia e la voglia di giocare, così forti nei bambini, possono aiutarne lo svolgersi. L’incontro con l’“altro”, in particolare, è un passaggio fondamentale e delicato nella vita di un bambino, e la didattica teatrale può fornire gli strumenti per renderlo un’occasione di crescita e di superamento di alcune difficoltà che a volte si incontrano, il luogo per trovare il coraggio e la gioia di spiccare il volo! Strumento pedagogico fondamentale in questo corso sarà l’arte del racconto, la storia. Ascoltare una storia accompagna i bambini a cogliere il senso d’insieme e a seguire il filo che lega gli eventi. Inventare una storia insegna ai bambini come ogni evento può avere finali diversi. Da questa premessa si apre un ventaglio di possibilità che scatena la loro fantasia, oggi sopita dall’ingerenza della tecnologia nel loro percorso di crescita, e si imposterà un lavoro comune di relazione ed educazione all’ascolto. Trovare nuovamente il piacere della relazione reale, della crescita in un ambiente i gruppo, aperto a stimoli esterni permetterà di rimarginare ferite e mancanze attraversate negli ultimi due anni. Chiusure, paure, assenze hanno attraversato in maniera più o meno impattante la vita di bambine e bambini negli ultimi mesi. E’ arrivato il momento di scoprire e vivere un nuovo linguaggio comunicativo e creativo che permetterà di arricchire l’immaginario personale.

Il percorso si articolerà attingendo al mondo delle favole e ai suoi archetipi. Il gioco del teatro permetterà di stimolare sempre di più la fantasia come risorsa per affrontare la vita e poterla raccontare. E, proprio le fiabe, anche in questo contesto, verranno in aiuto. Interpretando personaggi, anche lontani dalla vita dei singoli, bambini e bambine avranno la possibilità di attraversare emozioni, pensieri e sensazioni in modo assolutamente libero da condizionamenti esterni.

Verrà offerta ai bambini e alle bambine la possibilità di osservare un territorio nuovo, ricco di colline: uno spazio da attraversare e visitare per arrivare ad osservare il paesaggio circostante da punti di vista diversi, arricchenti, innovativi e stimolanti.

Il corso terminerà con uno spettacolo finale portato in scena dai bambini e dalle bambine. A ciascun partecipante al corso verranno assegnate delle parti, battute da studiare a memoria, per contribuire alla messa in scena dello spettacolo. Soprattutto nel corso delle ultime settimane di corso si chiederà la collaborazione e l’attenzione delle famiglie in modo tale che i piccoli attori e attrici si possano sentire pronti e pronte per l’emozionante appuntamento conclusivo di fronte al pubblico.

Teatro Ragazzi 11 – 14 anni
Far nascere la Banda: NESSUNO SI SALVA DA SOLO

  • Insegnante: Paolo Vicentini
  • Periodo: ottobre 2021 – maggio 2022
  • Prezzo: 420 €
  • Quota associativa annuale: 20 €
  • Saranno attivati due corsi di Teatro ragazzi 11 – 14 anni: uno si terrà il martedì e l’altro il giovedì. La differenza tra l’uno e l’altro consisterà solo in una programmazione oraria differente e nel soggetto del saggio finale che sarà scelto sulla base della composizione e delle attitudini del gruppo.
  • In caso di lockdown il corso verrà sospeso e recuperato appena le condizioni lo renderanno possibile.

CORSO TEATRO RAGAZZI 11 – 14 ANNI DEL MARTEDì

    • Orario: martedì dalle 18.30 alle 20.30, le lezioni avranno frequenza settimanale
    • Requisito: nessuno
    • La lezione di prova per questo ciclo si terrà martedì 28 settembre alle ore 18.30

CORSO TEATRO RAGAZZI 11 – 14 ANNI DEL GIOVEDì

    • Orario: giovedì dalle 17.00 alle 19.00, le lezioni avranno frequenza settimanale
    • Requisito: nessuno
    • La lezione di prova per questo ciclo si terrà giovedì 30 settembre alle ore 17.00
    • Le lezioni di prova sono lezioni dimostrative a prenotazione obbligatoria da effettuare contattando la segreteria del teatro. La partecipazione è subordinata al pagamento di 5 € a copertura degli oneri assicurativi; tale importo verrà riassorbito nella quota del corso in caso di iscrizione.

Programma del corso – Il teatro è un atto di libertà e liberazione. È la conoscenza di un’altra parte di noi, è emozione e controllo, caos e disciplina, infinite possibilità, poesia, divertimento e commozione. Il palcoscenico è una zona franca della vita. Il luogo della fantasia che diventa passione concreta, emozione viva, scontro reale. Il teatro è azione, del corpo e della mente, è vita, amore. Soprattutto per questi motivi un corso di teatro risponde a bisogni di espressione e comunicazione dell’individuo in crescita, l’adolescenza è infatti la fase in cui si forma la personalità dell’individuo. La storia di quest’anno sarà liberamente ispirata al libro “La banda del caos” di Francesco Tacconi. Come si costruisce una banda, un gruppo di amici complici, uniti e “accordati” sulle stesse frequenze? Traendo ispirazione dal testo, attraverso la pratica del teatro, si arriverà alla costruzione del gruppo, la banda, che esprimerà se stessa in scena. Molto spesso il termine banda viene associato alla ribellione, alla rivolta. Molto spesso le bande lottano per la loro libertà, non fisica, ma di pensiero. Attraversando quest’idea si arriverà a raccontare la libertà di pensiero e di giudizio dei giovani, ragazze e ragazzi, che non sono soggette a condizionamenti esterni e si mostrano in modo puro e trasparente di fronte alla quotidianità. La banda poi si costruisce e articola attorno a questa visione senza filtri del mondo permette di avvicinarsi all’altro con un’apertura e un senso di ascolto differente rispetto ai grandi, incondizionato e, proprio quest’unione porterà la nuova banda a costruire insieme una storia: e come si fa, come si costruisce una storia? Come si diventa protagonisti all’interno di un gruppo? Come il gruppo sostiene il singolo e, viceversa, come il singolo può contribuire alla crescita del gruppo? Domande e temi cruciali che fanno seguito ad un periodo di chiusura ed isolamento. Riscopriamo grazie alla pratica del teatro la condivisione, la realtà della banda!

Dopo una prima fase propedeutica, nella quale gli esercizi proposti verteranno su:

– linguaggio del corpo, musica e danza;

– movimento e improvvisazione, coscienza di sé e rapporto con il gruppo;

– respirazione ed emissione vocale;

– avvicinamento al lavoro sul personaggio e creazione collettiva di scene.

I ragazzi verranno coinvolti nella rielaborazione del tema e nella stesura drammaturgica fino alla messa in scena con la realizzazione di scenografie e costumi, il lavoro specifico dell’attore e infine il debutto di un vero e proprio spettacolo.

Teatro ragazzi 15 – 17 anni
Far nascere il Personaggio: SIAMO FATTI DELLA STESSA SOSTANZA DEI SOGNI

  • Insegnante: Paolo Vicentini
  • Periodo: ottobre 2021 – maggio 2022
  • Prezzo: 420 €
  • Quota associativa annuale: 20 €
  • Saranno attivati due corsi di Teatro ragazzi 15 – 17 anni: uno si terrà il lunedì e l’altro il mercoledì. La differenza tra l’uno e l’altro consisterà solo in una programmazione oraria differente e nel soggetto del saggio finale che sarà scelto sulla base della composizione e delle attitudini del gruppo.
  • In caso di lockdown il corso verrà sospeso e recuperato appena le condizioni lo renderanno possibile.

CORSO TEATRO RAGAZZI 15 – 17 ANNI DEL LUNEDì

  • Orario: lunedì dalle 17.00 alle 19.00, le lezioni avranno frequenza settimanale
  • Requisito: nessuno
  • La lezione di prova per questo ciclo si terrà lunedì 27 settembre alle ore 17.00 –  Le lezioni di prova sono lezioni dimostrative a prenotazione obbligatoria da effettuare contattando la segreteria del teatro. La partecipazione è subordinata al pagamento di 5 € a copertura degli oneri assicurativi; tale importo verrà riassorbito nella quota del corso in caso di iscrizione.

CORSO TEATRO RAGAZZI 15 – 17 ANNI DEL MERCOLEDì

  • Orario: mercoledì dalle 18.25 alle 20.25, le lezioni avranno frequenza settimanale
  • Requisito: nessuno
  • La lezione di prova per questo ciclo si terrà mercoledì 29 settembre alle ore 18.25 – Le lezioni di prova sono lezioni dimostrative a prenotazione obbligatoria da effettuare contattando la segreteria del teatro. La partecipazione è subordinata al pagamento di 5 € a copertura degli oneri assicurativi; tale importo verrà riassorbito nella quota del corso in caso di iscrizione.

PROGRAMMA DEL CORSO

Siamo fatti della stessa sostanza dei sogni, scriveva nientemeno che Shakespeare.

Ma di cosa sono fatti i sogni? …Talvolta di storie, esperienze, racconti e Vita!

In qualche caso i protagonisti che animano i sogni hanno vite lontane da quelle vissute da chi ha immaginato quel viaggio onirico frutto dell’inconscio e, proprio quelle visioni del sogno, permettono di dare vita a persone altre rispetto a noi: personaggi creati dalla nostra mente.

Riuscire a immaginare di poter entrare in connessione con l’interiorità di un altro o altra, empatizzare fino a comprendere le sue storie, creare una connessione con nuove attitudini, espressività e gestualità riuscendo a farle proprie: questo è un esercizio che si pratica grazie al gioco del teatro. La recitazione permette di dare VITA ad un personaggio, un qualcuno che non esiste nella realtà, un’entità frutto della fantasia, creatività e universo immaginario.

Ecco dunque che il percorso che si propone quest’anno avrà quale protagonista proprio il personaggio: come crearlo, come caratterizzarlo, come entrare in sintonia con esso al punto da farlo vivere in modo “naturale” in scena. Come dare vita a questo “altro noi”?

Vita è sicuramente una parola chiave del corso: si vivrà in scena, si farà vivere una storia nuova e si vivrà insieme una nuova avventura teatrale.

Fonte alla quale si attingerà per creare il personaggio di ciascun iscritto o iscritta al corso, saranno testi della drammaturgia antica o moderna, che saranno scelti dal docente a seguito della conoscenza del gruppo per andare incontro alle esigenze e attitudini dei singoli.

In questo percorso, pensato specificatamente per gli adolescenti, accompagneremo i ragazzi nel mondo delle loro emozioni e, ricorrendo alle tecniche del teatro e delle azioni sceniche,li aiuteremo ad esprimerle.

Al centro delle lezioni ci sarà, oltre alla costruzione del personaggio, anche l’interpretazione che porterà gli allievi a creare il proprio personaggio con modalità di condivisione e cooperazione alla messa in scena.

Il terreno dell’interpretazione è uno spazio sottile e delicato che porta ad ascoltare quello che succede dentro di noi per poi utilizzarlo quando si agisce nei panni di un personaggio, e viceversa: mettersi a confronto, domandarsi cosa succede nella mente di chi la pensa diversamente da noi, o in chi vive in un momento diverso dal nostro; lasciarsi guidare dalle parole per scoprire i pensieri di un personaggio…tutto questo ci aiuta a conoscere meglio il mondo che abbiamo dentro.

Il lavoro proposto, attraverso tecniche di teatro e di azione sceniche, porterà i ragazzi nel mondo delle emozioni trasformandole in movimento.

Partendo da elementi ludici, propri delle arti performative, attraverso giochi singoli e di gruppo, improvvisazioni e racconti, i ragazzi impareranno a stare in scena con il corpo e con la voce. Particolare attenzione sarà posta alle tecniche che favoriscono il legame tra la parola detta e la potenzialità espressiva del movimento. Creare in movimento a stretto contatto con l’altro\altri apre un territorio fatto di sorprese ed imprevisti, invita a confrontarsi con i limiti e le abitudini percettive, fa capire che, per utilizzare tutte le possibilità del corpo, pensiero ed azione devono procedere insieme.

Dopo una prima fase propedeutica, nella quale gli esercizi proposti verteranno su:

– linguaggio del corpo, musica e danza;

– movimento e improvvisazione, coscienza di sé e rapporto con il gruppo;

– respirazione ed emissione vocale;

– avvicinamento al lavoro sul personaggio e creazione collettiva di scene.

I ragazzi verranno coinvolti in tutti gli aspetti dell’allestimento, in un lavoro che li responsabilizzerà e formerà rispetto al lavoro di gruppo.

La metodologia utilizzata, che esula dall’apprendimento di modelli precostituiti, favorendo la ricerca personale in chiave molto spesso animativa, avrà un duplice scopo pedagogico:

– sviluppare sia il ragionamento logico-deduttivo (trovare le connessioni logiche fra diverse situazioni) sia la capacita intuitiva-analogica (associare immagini e simboli)

– riscoprire la valenza del sogno come motore di vita.

Info

Teatro Portland – via Papiria, 8  – 38122 – Trento
Segreteria (prenotazione corsi e informazioni) aperta lunedì-venerdì dalle 15.00 alle 19.00
Tel. 0461.924470 – info@teatroportland.it