Scampagnata in fattoria all’Aneghe Taneghe

Arrivare alla fattoria Aneghe Taneghe non è così scontato (si arriva all’Orvea di Mezzolombardo, si gira a sinistra alla rotatoria, si prendono le indicazioni per Trento prima e per Nave San Rocco poi evitando la statale ma prendendo la retta parallela all’interno della campagna. Si arriva ad un rettone, si supera il magazzino del consorzio dei 5 comuni, e circa 200 metri dopo, sulla sinistra si scorge un caseggiato verde. Li basta parcheggiare), ma una volta scesi dalla macchina si viene avvolti da una sensazione di pace e silenzio che stupisce davvero.

Siamo stati qui approfittando delle scampagnate in fattoria promosse dalle “donne in campo” un’ottima occasione per rimpinguare la mia dispensa con una serie di sciroppi, marmellate e salse (il pesto al cavolo nero su tutte!) da utilizzare nei prossimi mesi.

13162532_10209127914459257_1833734043_n

Siamo arrivati alle 11 circa, pensando di essere tra i primi, ma ci siamo stupiti di vedere una vera folla di famiglie pronte a godersi una giornata nel verde e il golosissimo menù proposto a base di polenta.

13149984_10209127913259227_1157788456_n

In questa fattoria sono presenti tantissimi animali, mucche e galline soprattutto, infatti qui si possono acquistare uova e ottimi tagli di carne assolutamente naturali. Gaia e Samuel sono rimasti affascinati dai pulcini che, all’interno dei loro recinti, seguivano mamma chioccia e, occasionalmente riposavano sulla sua schiena. Davvero dolcissimi!

20160508_105554

Il grande prato, perfetto per stendere una coperta, è l’ideale per un picnic all’aria aperta, abbiamo preso affettati e formaggi nello spaccio interno e abbiamo mangiato ascoltando il canto dei grilli. Non fosse che Samuel e Gaia giravano come trottole impazzite sarebbe stato davvero rilassante!

20160508_105820

L’unica pecca la mancanza di una vera animazione. Che lo so che gli animali dovrebbero bastare, ma eravamo in tantissimi e tanti bambini lasciati allo “stato selvaggio”ad un certo punto diventano davvero ingestibili. Ci sarebbero volute più visite guidare o laboratori (abbiamo travasato una piantina di fragole, ma in 5 minuti era finito tutto), qualcosa insomma che focalizzasse un po’ la loro attenzione.

I bambini però sono tornati a casa sporchi e felici, direi quindi che la giornata è stata un successone :D.

1 CommentoLascia un commento

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *