Dalle Storie alla Storia a Luserna

Domenica eravamo indecisi tra le tante possibilità di passeggiate che abbiamo individuato ultimamente: proprio vero che più ne fai e più ne trovi! Ci piaceva però l’idea di tornare a Luserna, sugli Altipiani Cimbri, dove si trova il bellissimo sentiero dell’Immaginario che avevamo percorso l’estate scorsa. E non abbiamo sbagliato, specialmente in una di queste belle giornate che quest’autunno ci sta regalando. Questa volta abbiamo scelto il  percorso emozionale “Dalle storie alla Storia”, un altro sentiero tematico che tratta dello scoppio del primo conflitto mondiale narrando le vicende che hanno coinvolto i civili e gli abitanti di Luserna. Ventotto figure di metallo che raccontano in prima persona altrettante brevi storie tratte da episodi realmente accaduti. Samuel ne è stato letteralmente rapito e non appena ne individuava un’altra sul percorso si affrettava a leggere cos’era accaduto al parroco, al sindaco, allo scalpellino, alla ragazza che portava l’acqua al Forte, e così via… Brevi storie, grandi lezioni di vita che anche i bambini devono affrontare.

sentiero-della-grande-guerra-luserna

Queste statue sono dislocate lungo il Sentiero della Grande Guerra (sentiero n°2) che parte dalla fontana di Piazza Marconi di Luserna e vogliono far riflettere sull’atrocità e sulla spietatezza della guerra che improvvisamente ha sconvolto la vita di questa gente di montagna. Il percorso è adatto a bambini a partire dai 5/6 anni (solo un breve strappo iniziale, sentiero non percorribile con i passeggini) e la passeggiata si completa in circa due ore fermandosi nei diversi punti di interesse.

Dalla piazza del municipio, appena dopo la fontana, tra bei muretti a secco sale il sentiero 48 che vi porta a monte del paese diventando ben presto una strada sterrata che sale tra baite e prati. Punto d’arrivo dopo un’oretta è Forte Campo, si continua il percorso scendendo nel bosco fino al Forte di Sotto (5 minuti di distanza), che costituiva una postazione avanzata del forte, ad esso collegato tramite una galleria. Bellissimo il panorama da lassù così come una visita al Forte: i bambini si divertiranno ad esplorarlo!

Seguendo le indicazioni per Luserna, ci si ricollega al sentiero seguito all’andata. Se cercate un posto per mangiare noi ci siamo trovati benissimo al Lusernhof: squisite le mie tagliatelle fatte in casa ai porcini, Samuel ha preso degli ottimi ravioli con il Vezzena, Salvatore tortel di patate con affettati, formaggi e verdure. Bellissimo l’ambiente, rurale ma molto curato (pochi tavoli, se andate in estate meglio prenotare), materie prime freschissime e bel parco giochi per i bambini con una magnifica vista. Alla prossima!

1 CommentoLascia un commento

  • […] La Land Art e l’alpe cimbra si incontrano spesso, dando vita a creazioni davvero uniche. A Lavarone si trova il Respiro degli alberi e in un quarto d’ora si raggiunge Luserna (collegata a Lavarone anche dal trasporto pubblico) dove è possibile intraprendere diversi percorsi tematici: Il sentiero dell’immaginario o quello della grande Guerra. […]

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *