Una sorpresa che non ci aspettavamo: il lago Smeraldo a Fondo, in Val di Non, visto dall’alto e con un grande fascino. Questa visuale unica è stata il regalo di una facile gita al giardino botanico che si trova proprio in cima al basso promontorio di fronte al lago e che si raggiunge grazie al sentiero dell’erica. Con l’intento di dare un occhio proprio al giardino, gelosamente custodito dalla SAT, disponibile per visite guidate, abbiamo scoperto il segreto del lago che, dall’alto, ve lo assicuriamo, è ancora più bello. Al lago si può tranquillamente arrivare in macchina, ma particolarmente suggestivo è raggiungerlo a piedi dal paese, come raccontiamo nel nostro provato per voi, percorrendo la stretta valle dei Molini, l’angusta  forra lunga 300 metri e profonda 60 metri, che collega il centro del paese (dalla chiesa parrocchiale) al lago, illuminata anche di notte.

Per raggiungere il giardino botanico si lascia la macchina nel parcheggio del lago e proprio di fronte inizia la salita a gradini per raggiungerlo. Niente di complicato, ma comunque circa una decina di minuti in salita e assolutamente non per passeggini date le scale iniziali e lo sterrato che segue.

Una volta arrivati in cima (superando per un piccolo tratto anche la strada asfaltata) si arriva proprio davanti al recinto del giardino che, se non avete prenotato una visita guidata, sarà probabilmente chiuso. Noi abbiamo scattato qualche bella foto perché è ben curato, molto gradevole e ospita tantissime piante e fiori interessanti e rari, una bellissima meridiana, una fontana scrosciante, un suggestivo laghetto e tanto verde. Il panorama che si può gustare e che abbraccia tutta la valle è unico e lascia davvero una bellissima sensazione nel cuore.

Se avete la possibilità di fare una visita guidata (per maggiori info: APT Val di Non tel. 0463 830133) rimarrete sicuramente ammaliati dalle varietà di piante e di fiori e farete delle foto bellissime che vi rimarranno, come le nostre, a lungo negli occhi.

Ma le sorprese, a picco sopra il meraviglioso lago Smeraldo (che peraltro permette l’accesso al Canyon Rio Sass, che abbiamo già visitato per voi più volte, leggete QUI), non sono finite. Proseguendo poco più avanti rispetto al giardino botanico si può accedere a un interessante giro nel bosco adatto a tutti, ad anello, che riserva altri panorami e l’incontro con tanti abitanti del bosco, fra piante e uccellini di tanti generi, oltre che orchidee selvatiche di rara bellezza.

I bambini si divertiranno a completare l’anello che dura circa 50 minuti di camminata tranquilla e alterna tratti in salita con bellissime radure di felce. Circa a metà il panorama si apre sulla Val di Non e, seduti sulle comode panchine posizionate lì proprio per permettere di aprire lo sguardo, si ammira un panorama suggestivo con il lago al centro.

L’anello vi riporta di nuovo di fronte al giardino botanico da dove, tranquillamente si scende per lo stesso sentiero dell’inizio, stavolta in discesa.

La passeggiata non è impegnativa (anche se non adatta ai passeggini), ma proprio per questo permette di passare dei momenti molto rilassanti nella natura, raccogliendo pigne e altri tesori del bosco con cui poi magari creare, come abbiamo fatto noi, bellissimi animaletti  o folletti. E’ pur sempre un’idea. Per chiudere consigliata una sosta al bar Albergo Lago Smeraldo per una bibita o una merenda.

Maggiori info: 0463 830133

Cosa fare nei paraggi, esperienze e luoghi da scoprire:

Scoprire la potenza dell’acqua al Canyon del Rio Sass
Passeggiata del Burrone di Fondo
Pradiei: da Romeno al lago Smeraldo
Dentro la montagna: il Gampen Bunker
La “Casa dell’Acqua” di Fondo