La “Casa dell’Acqua” di Fondo

Questa realtà aderisce alla nostra CARD, scaricala QUI gratis e scoprine e VANTAGGI!

Cosa c’è di meglio di una “bella” giornata di pioggia, per visitare un Museo dedicato all’acqua?! Nulla! Abbiamo pensato io e Bianca che ombrello alla mano ci siamo recate verso lo storico rione “Giò a l’Aca” (appunto) di Fondo (in alta Val di Non, un’ora circa di strada da Trento) per scoprire la nuova “Casa dell’Acqua” di cui avevamo sentito parlare ma che non avevamo ancora visitato.

Questo spazio espositivo è l’ultima novità proposta dalla Cooperativa Smeraldo che da anni gestisce con successo il bellissimo “Canyon Rio Sass“. Proprio poco sopra il centro visitatori del canyon, al piano superiore dell’antico Mulino Bertagnolli (questo mulino viene aperto solamente in determinate occasioni) troverete l’ingresso della “Casa dell’Acqua”. Noi siamo entrate un po’ perplesse (non ci aspettavamo di trovare granchè), invece questo modernissimo spazio espositivo è stata una bella scoperta! Sarà perchè ad accoglierci c’era “Asterix“, alias Lorenzo, la mitica guida del Canyon Rio Sass che con la sua barba lunga e la sua bravura sa rendere fiabesco ogni ambiente che racconta, sarà perchè, a differenza di quanto credevamo, il museo è principalmente pensato proprio per i piccoli ospiti, sarà infine perchè tra tanti giochi interattivi alla fine anche l’iniziale diffidenza di Bianca ha lasciato spazio alla voglia di scoperta… Insomma, antrate per rimanere cinque minuti, ci siamo rimaste più di un’ora!

La “Casa dell’Acqua” è composta di sei ambienti tutti dedicati al tema dell’acqua e in particolare all’importanza che l’acqua ha nella vita quotidiana di tutti noi e nella storia della Val di Non. Bellissimo il plastico interattivo di benvenuto che in una manciata di secondi permette di capire in maniera facile e anche suggestiva milioni di anni di storia della valle. Gli spazi migliori per i bambini più piccoli sono senza dubbio la “casa sostenibile“: una coloratissima riproduzione dei nostri ambienti quotidiani con tanti consigli su come rispermiare l’acqua in maniera intelligente e la libreria di storie e racconti d’acqua (forniti dai nostri amici della “Seggiolina Blu“). Mentre ai ragazzini piaceranno moltissimo le tante proposte interattive come la moderna centrale idroelettrica, il video in stop motion, il gioco delle “docce acustiche” ecc.

Non mancano informazioni interessanti anche per noi adulti, come ad esempio lo splendido filmato in 4k sulle vie d’acqua della Val di Non e i video racconti dei protagonisti che raccontano storie d’acqua di Fondo e dintorni. Il bello di questo piccolo ma grazioso museo è anche il suo essere posto a due passi dall’ingresso del canyon e all’imbocco della passeggiata “Al Burrone” del Lago Smeraldo, luoghi di per sè emblematici per rappresentare la forza vitale dell’acqua.

Secondo noi la visita al museo da sola non merita il viaggio fino a Fondo, tuttavia è un ottimo completamento per una giornata trascorsa nella bella borgata nonesa; magari al termine della visita al “Rio Sass” oppure dopo un pomeriggio trascorso sulle rive fresche del Lago Smeraldo.

Orari di apertura 2018: fino al 10 giugno sabato e domenica dalle 10.00 alle 12.00 e dalle 14.30 alle 16.30 – Dal 12 giugno al 10 settembre dal martedì alla domenica  dalle 10.00 alle 12.00 e dalle 15.00 alle 17.00.

Visite guidate ogni 40 minuti c.a. (max 20 persone per gruppo)

Per gruppi e scolaresche è richiesta la prenotazione con possibilità di ingresso anche in altri orari.

 

Tariffe di ingresso:

€ 4,00 per gli adulti e i ragazzi sopra ai 15 anni
€ 2,50 per i bambini tra i 6 e i 14 anni
Gratuito sotto ai 6 anni
Gratuito per i possessori di Trentino Guest Card
Biglietto famiglia:
10 € per 2 adulti + 2 bambini 6-14 anni
5€ per 1 adulti + 1 bambino 6-14 anni (1,5 € in più a bambino dello stesso nucleo familiare)

Per maggiori informazioni: Cooperativa Smeraldo tel. 0463 850000 –  smeraldo@fondo.it

 

 

1 CommentoLascia un commento

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *