Ai Felti, a Lavis, sboccia un nuovo parco

Sarà che ci emozioniamo sempre quando un paese pensa ai suoi bambini. Sarà che di parchi gioco non ce ne sono mai abbastanza. Sarà che è già arrivata la primavera e siamo tutti più gioiosi. In ogni caso il parco appena nato nell’area Felti di Lavis (l’area dove sono state costruite le nuove costruzioni prima della zona industriale) è un grande regalo che il Comune di Lavis ha voluto fare ai suoi piccoli abitanti.

Erano mesi che passando per la nuova strada dei Felti tutti, in macchina, a piedi o con la bici, lanciavano occhiate curiose a quel nuovo spazio, in cui si sono visti fiorire a poco a poco, tanti giochi, gli alberelli, le aree verdi. Il prato non è ancora completamente ultimato: gli alberi sono piccoli, la carrucola (c’è la carrucola! *_*) fino a ieri non si poteva utilizzare eppure i bambini lo hanno già adottato e un pochino già lo amano.

Sorto vicino alla nuova area scolastica, che ospita il nido d’infanzia Il Trenino dei bambini (…un po’ di somiglianza con il nostro nome che ci lusinga 😉 ) gestito da Città Futura e la scuola materna intitolata a Madre Maddalena di Canossa, che ha alleggerito il carico della vecchia sede di via Furli, questo parco ci piace perchè: 

  1. ha la carrucola (ve lo avevamo già detto? 😉 ) e quella ci piace sempre!
  2. ha pensato anche ai più grandini installando un tavolo da ping pong nuovo fiammante!
  3. ha un’area relax costruita come un pergolato (ancora senza piante in realtà, ma promette già bene così) che in estate, siamo sicuri, procurerà un po’ di ristoro dal caldo e magari, chissà, potrebbe essere una buona zona baby dance o spettacolo…;
  4. ha tavoli da pic-nic per fare la merenda (o i compiti…);
  5. è in una zona che sta cominciano a risvegliarsi, con case nuove, bimbi nuovi e che sta solo attendendo l’interramento della Trento Malè per diventare ancora più vivibile;
  6. si raggiunge a piedi dal paese senza problemi e quando ci sarà la nuova stazione della Trento Malè ne potranno godere, usando i mezzi pubblici, anche gli abitanti dei paesi limitrofi;
  7. è bellissimo pensare che i bimbi all’uscita di scuola possano sfogarsi giocando all’aria aperta, senza doversi spostare di chilometri;

Vi abbiamo convinti? Dovete assolutamente passare a vedere il nuovo parco per innamorarvene un pochino anche voi…ormai è primavera!

1 CommentoLascia un commento

  • Magari aver pensato un parco giochi nuovo che ha una strada lungo buona parte del confine con un minimo di staccionata, non sarebbe stato male… invece non c’è nulla e, in più il prato è in discesa proprio verso la strada stessa…

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *