Se esiste una meta che vi consigliamo di visitare in ogni stagione è senza dubbio il lago di Tret, in Alta Val di Non (un’ora circa di auto da Trento). Noi ci siamo stati in estate (qui il racconto), ma anche d’inverno – possiamo garantirlo – lo spettacolo è bellissimo! Un’oretta di passeggiata in entrambe le varianti: dal rifugio Scoiattolo su sentiero solitamente ben battuto oppure dal paese di San Felice se portate con voi la slitta per rientrare sfrecciando su due chilometri di pista. In ogni caso, quest’escursione, non vi deluderà!

Lago di Tret come raggiungerlo

Si può salire dal Rifugio Scoiattolo, in località “Le Plaze di Tret”, dove potete parcheggiare l’auto. Da qui parte il sentiero n. 512 che in un’oretta circa vi porta al lago. Il dislivello totale è di 350 metri circa quindi adatto anche ai piccoli camminatori. Il percorso di solito è ben battuto, quindi – a meno che non abbia appena nevicato – non avrete bisogno delle ciaspole. Se invece c’è ghiaccio consigliamo di avere nello zainetto i ramponcini.

Per chi ha la slitta con sé (alla malga non le affittano), invece, è d’obbligo salire dal paese di San Felice (indicazioni per il lago di Tret), poi trovate il parcheggio. Non ci sono moltissimi posti, quindi se non arrivate presto dovete lasciare l’auto più in basso e salire a piedi fino al punto di partenza (20 minuti circa). Dal parcheggio inizia la strada forestale, anche questa sempre ben tenuta, che in poco più di un’ora vi porterà alla meta. Dopo la sosta a Malga San Felice ( a quota 1613 metri), potrete quindi scendere lungo la pista da slittino lunga circa due chilometri, che parte proprio accanto alla struttura.

Passeggiata al Lago di Tret

Camminare nella neve soffice alla ricerca delle orme degli animali del bosco, giocare a nascondino tra gli alberi imbiancati, cantare a squarciagola le canzoni della montagna sono tutte attività che fanno davvero davvero bene sia ai grandi che ai piccoli. E in questo modo la fatica della salita neppure si fa sentire. In un batter d’occhio abbiamo raggiunto l’incantevole radura dove sorge il lago di Tret.

Ora potete fare il giro del laghetto oppure se la superficie è ben ghiacciata raggiungere a piedi l’isolotto che si trova al centro. Non dimenticate di mostrare ai vostri bimbi il grosso buco che si trova sulla sponda sinistra del lago al limitare del bosco. Raccontate loro che qui ogni mattina all’alba, non importa se con il sole o con la neve, il gruppo dei “Pazzi di Tret” si tuffa per un bel bagno rigenerante… È una curiosità che sicuramente gli piacerà ascoltare!

Lago di Tret: dove mangiare

Prima di intraprendere la strada del ritorno non dimenticate di fare una visita alla vicina Malga di San Felice. Per noi è sempre una garanzia! Si trova a meno di dieci minuti a piedi dal lago ed è la meta ideale per una merenda o per il pranzo. Un grosso focolare al centro della stanza scalda tutto l’ambiente e lo rende davvero unico e suggestivo, come i suoi golosissimi piatti! Scaldati e rifocillati a dovere ora sì che è ora di tornare a valle!

Info utili:

  • LUOGO: Val di Non
  • PARTENZA: Rifugio Scoiattolo (senza slitta)
  • ARRIVO: lago di Tret
  • ALTITUDINE: circa 1600 metri
  • DURATA: un’ora circa
  • DISLIVELLO: 300 metri
  • PASSEGGINO: si da trekking se non ha nevicato da poco
  • PUNTI DI RISTORO: Malga San Felice | 📞 348 3975406 | è aperta nei weekend e durante le festività natalizie tutti i giorni. Sempre importante contattare i gestori per verificare l’apertura effettiva.

Cosa fare in Val di Non

Vi siete presi tutta la giornata per stare in Val di Non? Se volete nelle vicinanze c’è anche la cascata di Tret un’altra facile meta che vale la pena visitare (qui tutte le informazioni).

Voglia di divertirsi sulla neve? C’è l’Ulfi snow fun a Senale dove slittare e sciare in tutta sicurezza nel campo prova.

Tanti altri spunti nella nostra guida invernale della Val di Non.