Per chi non è esperto di montagna o da poco si è affacciato al mondo delle escursioni potrebbe sembrare che le ferrate siano al di fuori della portata, ma in realtà non è sempre così. Un esempio è proprio la ferrata “Cermis Skyline che trovate in cima all’Alpe Cermis, raggiunti i 2300 metri della cima Paion con gli impianti e che si presta ad essere affrontata anche dai bambini (a partire anche dagli 8 anni) e dagli inesperti. Quassù troverete subito un pannello con tutte le informazioni riguardo la ferrata ed il percorso da seguire per arrivare al punto di partenza della stessa.

Se qualcuno è già stato ai laghetti di Bombasel conoscerà il fantastico panorama che si vede da quassù (raggiungete prima il Panoramio, per avere una visione a 360° su tutte le catene montuose) e magari sa anche che per arrivare ai laghetti a 2.268 metri, attraverso l’ampio sentiero L03/353, ci vogliono circa 40 minuti e il percorso si presta perfettamente ad un’escursione con tutta la famiglia.

Andando poco avanti, dopo aver gustato il panorama dei laghetti con i loro colori dal blu allo smeraldo, arriverete alla Forcella del Macaco a 2278m e troverete subito le indicazioni per l’inizio della ferrata Cermiskyline: la Vertigo. Dalla forcella appunto, seguendo le indicazioni per la CermiSkyLine, si raggiunge in pochissimo tempo l’inizio del sentiero attrezzato. Il suggerimento è di mettere già qui l’imbrago e caschetto (che potete anche noleggiare al Rifugio Paion al costo di €10), indispensabili per intraprendere la ferrata. L‘obiettivo è la massiccia mole del Castel di Bombasel a 2.535 metri sulla quale campeggia la famosa croce. Qui, all’altezza della forcella, si apre un’altra splendida vallata dove si comincia ad intravedere il Lago di Lagorai. Il panorama che avrete di fronte parlerà chiaro e capirete subito perché la ferrata è “dedicata” ai laghi.

La ferrata è semplice e ha solo un paio di passaggi verticali di media difficoltà (ovviamente sempre, quando si va in montagna, fare attenzione ed essere sempre assicurati durante l’ascesa è fondamentale!). In circa 50 minuti, sarete arrivati alla vetta.

Raggiunta la croce  la discesa, per chi lo desidera, si effettua lungo la Highway: il percorso attrezzato sulla cresta nord-ovest fino alla Standing Stone, per tornare poi lungo il sentiero L04 fino al punto di partenza dei laghi di Bombasel. Questo tratto è molto piacevole e senza particolari difficoltà ed offre diversi scorci di paesaggio davvero super! In alternativa al rientro dalla stessa via si può raggiungere sempre in cresta il vicino Cimon To della Trappola (2401m) e da lì scendere attraverso un comodo sentiero verso il Rifugio Paion (ottime le torte, ma anche i pasti! Da provare).

Anche se si tratta di una ferrata adatta a tutti, piacerà anche agli esperti per il panorama che offre: davvero unico. 

Attenzione: è importante essere prudenti per entrambi i percorsi ed occorre indossare il casco, l’imbrago ed il kit da ferrata (possibilità di noleggio presso Rifugio Paion del Cermis ad €10). Il nostro consiglio è di avere nello zaino una giacca a vento, acqua a sufficienza ed uno spuntino per ricaricare le energie, soprattutto se affrontate il percorso in piena estate. Presso i Laghi di Bombasel non c’è il rifugio e quindi non è possibile riempire le borracce o mangiare.

Alla fine del percorso ci si può fermare a mangiare anche alla stazione intermedia, alla Baita Tonda e se avete bambini con voi, giocare a Cermislandia. QUI trovate tanti spunti per una giornata o più sul Cermis.

Durante l’estate potete affrontare la ferrata anche con l’aiuto di una guida alpina con un’escursione organizzata: tutti i martedì e giovedì sia per adulti che per bambini. Si tratta di un’attività a pagamento e su prenotazione. Età minima consigliata 8 anni accompagnati da almeno un genitore. Costi: €35 + €10 (eventuale nolo attrezzatura) – con Fiemme Guest card €35 + €10 (eventuale nolo attrezzatura) – in entrambi i casi bisogna aggiungere il costo dell’impianto di risalita. Prenotazione obbligatoria: entro il giorno precedente alle 17.30 al 3319241567