Funivia Taser e Rifugio Picco Ivigna

*aperta da fine marzo a inizio novembre, dalle 8.30 alle 12 e dalle 13 fino alle 18*

Le funivie attorno a Merano sono una bellissima scoperta: oggi vi parliamo di quella del Taser (25 posti), che dal paesino di Scena vi porta in una decina di minuti a quota 1450 metri, in un’alpe meravigliosa tutta da scoprire.

All’arrivo subito una bella sorpresa: un grande parco giochi ad accesso libero con carrucola, tappeti elastici, scivoli di varie dimensioni, amache e di tutto e di più.

E anche un piccolo zoo alpino, con diversi animali.

Per chi vuole fare una bella escursione assolutamente consigliata quella che porta in poco più di un’ora e 350 metri di dislivello al Rifugio Picco Ivigna (1815 metri), Ifinger Hütte in tedesco. Il sentiero sale nel bosco, prima in maniera più decisa e poi più tranquilla. Se avete bambini piccoli niente passeggino, ma zainetto in spalla per via delle radici e del suolo sconnesso.

E poi, finalmente, ecco il rifugio, collocato in un paesaggio da fiaba e caratterizzato da una gestione molto curata: fiori ovunque, dal bagno al porta sdraio, ad uso gratuito. Tanti tavoli all’aperto, forniti di calde coperte per quando il freddo si fa sentire. Poco sopra la struttura il ping pong ed altri giochi, e soprattutto un grande anfiteatro naturale con grandi massi che si sono staccati dalle cime circostanti e che sono una palestra divertente per arrampicarsi anche per i più piccoli.

Nel grande prato un altro parco giochi ricco di attrazioni divertenti: la torretta con scivolo e palestra di arrampicata, la sabbiera per i più piccoli, altalene, trattori e macchinine, nonché due porte da calcio per una partitella in quota.

Che dire, poi, della cucina? Piatti tradizionali gustosi e preparati in casa, dai canederli cucinati in varie maniere, al classico uova e patate, zuppe e minestre, goulash, polpettone, kaiserschmarren e chi ne ha più ne metta! Prezzi modici per la qualità che troverete nel piatto.

Tanti i dolci proposti, dallo strudel alla torta di grano saraceno a quella di prugne: le proposte variano nei diversi periodi e le troverete nella lavagnetta accanto all’ingresso.

Si torna sulla via dell’andata. Accanto alla stazione a monte della funivia troverete anche delle piacevoli sdraio sospese, per ammirare la valle sottostante e riposarsi un po’ al sole.

Da qui parte anche una passeggiata fattibile con il passeggino, su fondo asfaltato, che in un chilometro porta al Maso Greitererhof. Da qui  il sentiero prosegue in un bosco di conifere ancora per una ventina di minuti in piano, fino al Maso Egger.

Informazioni utili:

  • parcheggio gratuito alla base degli impianti per chi prende la funivia
  • i cani possono salire
  • si paga il biglietto all’arrivo, sia per l’andata che per il ritorno
  • tariffe: 16 euro a/r per gli adulti, bambini … da tot anni
  • info: 0473.945669 (ufficio turistico)

Nei dintorni, da scoprire: