Visita alla Grotta del Calgeron (Grigno)

Da qualche mese è stata aperta ai turisti la Grotta del Calgeron, a Grigno, in Valsugana. Un’esperienza unica ed insolita, che vale la pena di far provare anche ai più piccoli. Visita consigliata dai 6 anni in su (bambini curiosi, non timorosi in generale e senza la paura del buio) con Mirco Mezzanotte, esperto accompagnatore di media montagna che vi accompagnerà assieme ad un altro professionista in sicurezza all’interno di questa cavità lunga circa 5 chilometri.

Ma niente paura: in un paio d’ore percorrerete solamente 500 metri, che vi sembreranno comunque eterni! Per arrivare all’imbocco della grotta si parte da Selva di Grigno e si sale per circa 200 metri in una quarantina di minuti. Sentiero nel bosco, non particolarmente difficile. Munitevi di attrezzatura adeguata (abbigliamento non troppo caldo, perché camminando si suda e poi dentro la temperatura è costante a 8 gradi) e scarponcini da trekking.

Questa grotta è fra le più suggestive in Italia ed è una delle più interessanti per le forme carsiche e la varietà di ambienti che la caratterizzano: appena entrati proverete (se ha piovuto recentemente e si sono formate quindi delle pozza alte d’acqua) l’ebbrezza di essere trasportati da una parte all’altra con un canotto.

Comunque sia la grotta è piena di ristagni d’acqua, cunicoli e passaggi avventurosi che coinvolgeranno visitatori grandi e piccoli. Si striscerà (poco), ci si arrampicherà (abbastanza) alle pareti per non bagnarsi i piedi, si starà in equilibrio tra una pozza e l’altra cercando i pipistrelli appesi e ci si divertirà a fare luce con il frontalino in ogni angolo. Nei passaggi più complicati le guide aiutano i bambini negli spostamenti, il clima è sempre molto piacevole e disteso perché nessuno viene forzato a fare quello che non vuole.

Info pratiche:

  • la visita è possibile nei weekend (venerdì pomeriggio, sabato e domenica, su prenotazione)
  • consigliato portarsi un cambio (soprattutto calzini e pantaloni) perché dentro è pieno di pozze d’acqua o addirittura laghetti. Le guide vi forniscono stivali, caschetto e frontali con luce. La temperatura nella grotta è costante a 8 gradi, quindi non copritevi troppo.
  • si può tornare indietro in qualsiasi momento se non ci si sente di proseguire
  • la visita dura un paio d’ore, un’esperienza unica che consigliamo vivamente: portate però qualcosa da mangiare e da bere per i bambini, che appena usciti vi chiederanno urleranno: “Fame!” e c’è la discesa del sentiero che vi aspetta ancora. Alla partenza dell’escursione non ci sono punti di ristoro, dovete arrivare al paese di Grigno (dieci minuti in macchina).

Costi: 15 euro a persona (il prezzo è indifferenziato anche perché l’accompagnamento dei bambini è ben più impegnativo degli adulti)

Prenotazioni 📞 327 9184910

Molto interessante la proposta dell’Apt Valsugana, che nei weekend fino a metà marzo propone la visita della Grotta del Calgeron nel weekend in abbinamento con la visita notturna ad Arte Sella, cena tipica trentina ed osservazione delle stelle. Ve ne abbiamo parlato QUI.