Una bella escursione estiva che abbiamo avuto l’occasione di provare in questi giorni è quella che porta al lago delle Buse, un piccolo lago alpino di origine glaciale, situato nei pressi di Passo Manghen, a 2066 metri, nel bel mezzo della catena del Lagorai. Il passo si può raggiungere dalla Valsugana (Borgo Valsugana) seguendo le indicazioni per la Val Calamento oppure per la val Cadino da Molina di Fiemme. Entrambe le salite, asfaltate, sono lunghe e ripide.

Noi siamo saliti dal lato di Molina di Fiemme e il nostro consiglio è di arrivare presto al Passo per trovare parcheggio perché, soprattutto in questo periodo il luogo è molto frequentato. Si parte proprio dietro il rifugio Manghen a fianco del minuscolo laghetto e ad una cappella votiva scavata nella roccia. Il sentiero è facile, poco faticoso ma molto sassoso, e si raggiunge tranquillamente la nostra metà in circa 45 minuti. A circa metà percorso si incontra l’Eterno, un tronco di un larice monumentale martoriato dai fulmini!


Da qui si scollina leggermente per giungere in breve in vista del laghetto.

Ora si può fare il giro attorno al lago e poi fermarsi a fare un bel picnic oppure proseguire verso altre escursioni, anche ad anello, che includono l’attraversamento del laghetto. La migliore prevede il giro tutt’attorno al monte Ziolera. Durante il periodo estivo il laghetto è circondato dalle mucche al pascolo che salgono dalle malghe circostanti ed è piacevole farsi cullare dal suono dei loro campanacci.

Il paesaggio è veramente rilassante e il verde si riflette nel laghetto confondendosi in un unico sfondo. Volendo si possono mangiare o raccogliere un sacco di mirtilli, il laghetto ne è pieno. Nell’acqua si possono ammirare numerosi animaletti come girini e piccole salamandre e tantissime libellule colorate che sorvolano lo specchio d’acqua a gran velocità. Al rientro vi consigliamo di mangiare un bel dolce al rifugio.
Info utili: Passo Manghen (m.2040) rimane chiuso al traffico automobilistico per tutto il periodo invernale, da novembre ad aprile