Lago Nambino: piccola splendida escursione

**Aperto già nel fine settimana 1-3 giugno 2018**

Se siete anche voi tra quelli sempre alla ricerca di escursioni adatte a bambini che non sono proprio dei grandi camminatori, abbiamo un’ottima proposta targata Campiglio, Pinzolo, Val Rendena  per voi: una semplice ma bella escursione al lago Nambino, partendo dal parcheggio Patascoss, nel cuore del Parco Naturale Adamello Brenta.

Alcune informazioni fondamentali: camminata pianeggiante, non adatta ai passeggini e con una durata di massimo quaranta minuti. Cosa troverete all’arrivo? Lo spettacolo di un laghetto glaciale, di un colore in perfetta armonia con l’ambiente che lo circonda e un rifugio pronto a soddisfare le esigenze dei più raffinati.

Il lago Nambino, 1728 metri di altitudine, fa parte dei cinque laghi dell’omonima escursione (raggiungibili anche in cabinovia grazie agli impianti di Madonna di Campiglio), tanto amata dai camminatori più esperti e che, pur essendo decisamente un po’ lunghetta per i bambini, andrebbe presa seriamente in considerazione almeno una volta nella vita, per godere dello spettacolo di cinque bellissimi laghi incastonati tra le montagne.

Il lago Nambino piacerà un sacco ai più piccoli: se non sentiranno troppo freddo potranno giocare nel piccolo ruscello che lo alimenta costruendo dighe di sassi e percorsi speciali con l’acqua. Abbiamo persino visto qualche temerario tuffarsi nelle gelide acque, ma noi, onestamente, non ve lo consigliamo. Abbiamo anche osservato alcuni ragazzi utilizzare i SUP per solcare le sue placide acque, addirittura senza muta, per godere di una diversa prospettiva, dal centro del lago.

Se sarete fortunati come noi potrete incontrare anche dei bellissimi cavalli (a circa un’oretta di cammino dal lago c’è anche una zona denominata “busa dei cavai”, dove probabilmente spesso vengono portati a pascolare). Noi li abbiamo incontrati mentre ritornavano al rifugio dopo una passeggiata e abbiamo capito, con grande stupore, che il lago serve loro per raffreddare i muscoli: uno di loro si è immerso quasi completamente. Un vero spettacolo!

Potete mangiare al rifugio (abbiamo adocchiato delle buonissime torte, meringhe fresche e tanti tanti frutti di bosco, prelibatezza di stagione – aperto tutti i weekend di settembre e ottobre) oppure come noi fare pic-nic lungo le rive del lago, che riserva diverse spiaggette anche facendone il giro.

Un consiglio per evitare di trovare, soprattutto in agosto, un grande affollamento: partite presto al mattino e fate in modo di arrivare al lago prima delle 10, godrete della sua bellezza incontaminata in tutta quiete.

Dovete arrivare alla piana Nambino, sopra Madonna di Campiglio. Qui trovate il primo parcheggio e dovete pagare il pedaggio (Tariffe 2017: 4 euro per le auto, 2 euro per moto, 6 euro per i camper, gratis per le auto elettriche e con la card del parco o con la DoloMeetCard – con sconto del 50% per chi risiede in uno dei comuni del PNAB – Orario: dalle 9 alle 18 dall’ 8 luglio al 10 settembre 2017 ).

Proseguite poi verso il secondo parcheggio, quello di Patascoss.

Per andare al lago Nambino il sentiero è di fronte al parcheggio: troverete un comodo cartello che vi segnalerà la via e il dislivello: solo 30 metri…perfetto per i più piccoli. Se vi va, durante il tragitto, raccontate loro la leggenda del drago del lago…la strada sarà ancora più bella!


Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *