Malga Ora: trekking per piccoli camminatori

Abbiamo provato per voi la semplice passeggiata che porta a Malga Ora (1870 metri), è ideale per i bambini che muovono i primi passi in montagna, oltre che avere un percorso semplice arriveranno alla malga e troveranno un bel prato dove poter giocare e divertirsi.

Da Trento, passando per Cavalese,  al Passo Lavazè (1830 metri) ci vuole circa 1 ora e 15 minuti. Lasciate la macchina nei pressi dell’Hotel Bucaneve nel parcheggio gratuito. Da qui inizia il sentiero, la segnaletica è molto chiara su tutto il percorso, quindi sarà impossibile perdersi.
In poco meno di un’oretta si arriverà alla malga: il sentiero inizialmente è pianeggiante per poi continuare in leggera salita, noi oggi abbiamo scelto di portare il passeggino rigorosamente da trekking ed effettivamente il terreno consente di procedere senza difficoltà.

Solitamente a questo punto mi piace fermarmi a scrivere il panorama che ci circonda, cercando di trasmettere a chi legge la meraviglia che si presenta davanti ai nostri occhi. Questa volta sono stata in difficoltà, davanti a noi il Catinaccio, lo Sciliar e il Latemar, impressionanti dalla loro imponenza, ma ciò che colpisce è l’inesistenza del bosco che fino allo scorso anno caratterizzava questa passeggiata.

Con la tempesta Vaia, che a ottobre ha colpito diverse zone del Trentino (e questa è una di quelle), i boschi hanno subito una radicale trasformazione. Tutti gli alberi sradicati a terra, le numerosissime cataste di legni, i tronchi spezzati lasciano a bocca aperta. E’ incomprensibile come la natura sappia regalare meraviglie e in un attimo distruggerle. Gabriele (il mio bambino), si guardava attorno e chiedeva spiegazioni. Ecco, se vogliamo far capire ai bambini il potere del vento, questo è sicuramente il luogo dove si vede e si tocca con mano l’accaduto.
Arrivati a malga Ora, troverete un bello spazio dove i bambini possono giocare, non aspettatevi scivoli e castelli, ma diversi giochi creati con tronchi. Un curioso allevamento di alpaca e due simpatiche pecorelle nane. Non lasciatevi sfuggire la passeggiata in groppa ai pony, una passione per i più piccoli. Il divertimento è assicurato.

Questo posto è davvero per tutti: numerosissimi i ciclisti che abbiamo incontrato lungo il sentiero e pensate che è possibile raggiungerla anche in macchina seguendo le indicazioni per il Passo degli Oclini dal Passo Lavazè.

Noi non abbiamo pranzato qui, ma abbiamo preso delle ottime coppe gelato. Vi assicuro che i piatti che passavano erano davvero abbondanti e invitanti. Sbirciando il menù anche i prezzi sono interessanti, anzi un po’ meno rispetto a tante altre malghe. Guardate le recensioni su Tripadvisor.

Per il ritorno si può tornare dal medesimo percorso, oppure noi abbiamo scelto di proseguire per la strada asfalta che porta fino all’incrocio al Passo degli Oclini per poi scendere fino al passo Lavazè.

Buona passeggiata!!