Tag - MUSEO DEGLI USI E COSTUMI DELLA GENTE TRENTINA

Museo degli Usi e Costumi: che sorpresa!

Situato nella suggestiva cornice dell’antico convento agostiniano di San Michele all’Adige, il Museo degli Usi e Costumi della gente trentina concretizza le idee del fondatore in un percorso espositivo che attraversa ben 43 sale, divise in 25 diverse sezioni con più di 12 mila oggetti esposti, tra i quali spiccano le grandi macchine ad acqua (il mulino, il maglio, la segheria veneziana, la nòria). La visita è un lungo racconto che prende forma tra gli strumenti di lavoro e gli oggetti della vita quotidiana.
passando dall’agricoltura
20140517_115606
all’arte del legno, del tessuto, dei metalli

…fino alla musica , una parete intera piena di luccicanti strumenti musicali, trombe, tromboni, clarinetti, … dalle diverse forme e misure.
Si arriva poi alla stanza forse più suggestiva che ha colpito maggiormente i bambini, quella dei costumi e delle maschere, alcune spaventose, altre imbronciate e altre decisamente simpatiche…

Un mondo popolare inaspettato, ricco di suggestioni e di creativa ingegnosità.

Meccanismo di orologio da campanile del XVIII secolo

Interessante e curioso per i bambini e non solo, vedere alcuni oggetti di un tempo usati dai nostri nonni come i chiodi per le scarpe, gli attrezzi dei calzolai, le vecchie bilance…

Un luogo dove il tempo sembra essersi fermato e dove ci si cala nella vita di un tempo, ricordando il passato con un sorriso sulle labbra. Una visita con i propri figli e magari in compagnia anche dei nonni si rivelerà una bella e emozionante esperienza per un pomeriggio alternativo.

Ultima novità ideata dai Servizi educativi del museo: “Al Museo chi cerca trova!” ,  proposta pensata per le famiglie che visitano la struttura con i loro bambini e ragazzi. Uno speciale cruciverba sarà il filo conduttore per la scoperta delle numerose sale, tra curiosità, oggetti, termini dialettali… Solo i più abili ricercatori che riusciranno a risolvere l’enigma, saranno ricompensati delle loro fatiche con un simpatico ricordo di quest’esperienza a contatto con la tradizione da ritirare in biglietteria a percorso ultimato.

Durante tutto l’anno vengono poi organizzate anche delle giornate speciali con attività dedicate alle famiglie e ai bambini, noi abbiamo partecipato ad una attività a tema autunnale con caccia al tesoro e due bei laboratori creativi nella corte del museo.

ORARI E TARIFFE

Aperto tutti i giorni con orario 09.00-12.30 e 14.30-18.00 – chiuso il lunedì non festivo, il 1° novembre, il 25 dicembre, il 1° gennaio. Aperture straordinarie: lunedì dell’Angelo, 18 aprile, e quello successivo, 25 aprile Festa della Liberazione d’Italia, in orari 9.00-12.30 e 14.30-18.00.

Tariffa intera € 6
– Singoli
– Gruppi composti da 15 o più persone con guida (€ 2,00 servizio guida)

Tariffa ridotta € 4
– Ragazzi dai 15 fino ai 26 anni di età
– Persone che abbiano compiuto i 65 anni di età
– Gruppi di visitatori di almeno 15 persone
– Soci o tesserati di Enti convenzionati con il Museo

Tariffa famiglia Ingresso agevolato ai nuclei famigliari:
2 adulti con n. minori (fino ai 18 anni) pagano la tariffa intera pari a 2 adulti
1 adulto con n. minori (fino ai 18 anni) paga solamente 1 tariffa intera

Sul sito del museo troverete ulteriori indicazioni sempre aggiornate.

Contatti: tel. 0461 – 650314  www.museosanmichele.it 
Tariffe: intero € 6 – ridotto € 4 – gratuito ragazzi fino 14 anni

Questo museo vanta il MARCHIO FAMILY IN TRENTINO che è un marchio di attenzione promosso dalla Provincia Autonoma di Trento,  quale riconoscimento per l’impegno a rispettare determinati requisiti a garanzia del benessere delle famiglie che si rivolgono a questa realtà.

Al Festival dell’etnografia alla scoperta del nostro passato

Di una cosa si può essere certi: i laboratori del Museo degli usi e costumi di S. Michele sono sempre una garanzia! Ogni volta che ci andiamo torniamo con le braccia cariche di lavoretti e la pancia piena.

20160417_150041

Questa domenica di aprile, approfittando dell’annuale festival dell’etnografia, siamo venuti al museo a passare un bel pomeriggio colorando malghe, cercando pietre con l’impareggiabile Mario del Museo Pietra Viva e disegnando con la farina.

20160417_153755

Per i bambini, ma anche per noi adulti, è un’occasione in più per scoprire qualcosa di nuovo sugli usi e i costumi della nostra terra. Cultura, tradizione e storia si mescolano in questo evento davvero unico. Passato e presente si fondono e, tra vecchie fotografie e vestiti tradizionali è possibile andare alla ricerca di posti nuovi da esplorare e da conoscere.

20160417_154636

La cosa più bella è stata sicuramente creare una candela con la cera d’api;

20160417_152614

che a casa l’abbiamo acceso riempiendo il soggiorno con il profumo del miele. Buonissimo!

20160417_183143

E come resistere al laboratorio culinario dove, l’impareggiabile Sabatino Iannone (che a me sta ufficialmente simpaticissimo) ha conquistato Gaia e Samuel che hanno fatto per ben 4 volte il bis di gnocchi di polenta con carne salada e asparagi verdi?

13012711_10208964532414808_7631419320872483024_n

Lui ha detto che l’apprezzamento dei bambini è il più bel regalo e i non so dargli torto!