La Val di Fiemme è sicuramente una delle valli trentine più amate e oggi vi vogliamo portare con noi in un posto che ci sta particolarmente a cuore: il Rifugio Monte Cauriol. Partendo da Ziano di Fiemme si imbocca la strada per la Val di Sadole, ben indicata dalla segnaletica turistica di colore marrone, e la si percorre per circa tre chilometri. A questo punto si può optare per lasciare l’auto nel parcheggio sulla destra e proseguire a piedi sulla cosiddetta “strada vecia di Sadole” oppure, se preferite conservare tutte le energie per le passeggiate in quota, proseguire ancora un paio di chilometri su fondo sterrato fino ad arrivare all’ultimo parcheggio utile, a poco più di 1 km dalla nostra meta.

Naturalmente noi siamo dell’idea che una bella passeggiata aiuti sempre lo spirito e faccia apprezzare ancor di più quello che si trova all’arrivo e quindi abbiamo scelto il percorso della strada vecia,  che taglia nel bosco costeggiando il Rio Sadole. Se però avete il passeggino da trekking scegliete una delle altre opzioni.

Il paesaggio è davvero bello, di quelli che sanno di montagna autentica: attraverso i boschi ed i prati del Lagorai, in poco più di un’ora di semplice cammino arriverete a destinazione presso il rifugio Baita Monte Cauriol. Ad attendervi Barbara e Tommaso che, con la collaborazione dei figli Anna e Daniele, gestiscono la struttura dal 2020, anno al quale risalgono i lavori di ristrutturazione che hanno dato agli ambienti il loro aspetto attuale.

La prima cosa che farà innamorare subito i vostri bambini sarà l’area gioco esterna: più di un semplice parco giochi, un vero e proprio sogno con altalene di vario tipo, dondoli, pareti per arrampicata, palestra ginnica e perfino una tenda indiana. Non mancano nemmeno un piccolo ruscello e un percorso con ruote e dislivelli per giocare con l’acqua. E che dire della vista sul Catinaccio?

Potrete lasciare i bimbi a giocare in sicurezza mentre vi godete il sole sulle sdraio o aspettate il pranzo sulla terrazza esterna. Se invece siete in comitiva o volete festeggiare qualche compleanno con una bella merenda e un occhio sempre vigile sul parco giochi c’è anche la possibilità di avere una saletta tutta per voi!

Il rifugio sorge proprio di fronte alla Malga Sadole, quindi aspettatevi di trovare anche la compagnia di mucche ed asinelli, per la gioia dei più piccoli.

La cucina offre piatti della tradizione: polenta, luganega, spezzatino, formaggio fuso, orzetto, gulasch, fagioli in bronzon, canederli… ma se siete indecisi optate per il Piatto Cauriol e non ve ne pentirete! Ottimi anche i dolci e da provare lo yogurt locale con miele e castagne o con i mirtilli.

Dal rifugio è possibile raggiungere con una passeggiata adatta a tutti il Pian delle Maddalene, perfetto per una gita in famiglia, o il passo Sadole (ne avevamo parlato QUI).

La nostra intenzione era quella di esplorare ancora un po’ i dintorni, ma il tempo è stato inclemente e così, poco male, ci siamo rilassati in buona compagnia, tra giochi da tavolo, buon cibo e il calore del camino acceso!

Abbiamo trascorso la notte in una delle quattro camere disponibili al piano superiore, con il ticchettio lieve della pioggia in sottofondo e la vista sulla natura incontaminata. Esperienza da provare se volete riscoprire il piacere di dormire immersi nel silenzio e nella quiete.

Al Rifugio sono presenti, a piano mansarda, due stanze da 6/7 persone più altre due stanze da 2/4 persone. L’arredamento ed i pavimenti sono in legno naturale, ed i letti vengono forniti con la biancheria (dopo le giornate torride dei giorni precedenti è stato troppo bello farsi una dormita sotto il piumone!). A disposizione degli ospiti vi sono due ampi bagni con doccia, anch’essi nuovi. Al mattino ad attenderci c’era Barbara con una abbondante colazione: pane, marmellate, biscotti, frutta fresca, succo di frutta… naturalmente non potevamo esimerci dal provare lo yogurt fresco… delizioso!

Ultime chiacchere, il nostro ricordo sul diario degli ospiti ed era ora di ripartire.

Non dimenticate di controllare il sito ed i social per conoscere anche tutti i numerosi eventi che animano l’estate qui al Rifugio Monte Cauriol: escursioni notturne, osservazione del cielo e delle stelle, pomeriggi didattici per bimbi alla scoperta degli animali e del territorio del Lagorai (curati da Anna, la figlia di Barbara e Tommaso, studentessa di Scienze Ambientali, in collaborazione con altri esperti). Torneremo presto a trovarvi anche noi, ciao ciao Monte Cauriol!

Il rifugio è aperto tutti i giorni dal 2 giugno a fine settembre. Fuori stagione aperto nel weekend.

Info:
☎ 0462 836002
📱348  2422737
✉️ rifcauriol@gmail.com
www.rifugiocauriol.it

Per altre idee su cosa fare il Val di Fiemme in estate, consultate la nostra MINI-GUIDA, cliccando QUI