Da Malga Sadole fino al Passo

*Aperta tutti i giorni fino al 22 settembre, poi solo il weekend del 28-29 settembre. Riapre a primavera 2020*

malga sadole - stradadeiformaggi.it (2)

A 1650 metri di quota, in Val di Fiemme e nel cuore della catena del Lagorai, Malga Sadole offre ottimi piatti tipici trentini  e degustazione di prodotti propri. La qualità del cibo è notevole e anche i prezzi contenuti rispetto a tante altre malghe trentine. Famosa per le sue fortaie, tipico dolce locale a base di uova accompagnato da confettura di mirtilli o da cioccolata, ma anche lo spezzatino con gulasch e le penne allo boscaiola sono ottimi! Non lasciatevi scappare la grappa offerta dalla casa, ottima!

La stalla ospita una cinquantina di mucche, un paio di asinelli, una decina di cavalli e le capre che durante il giorno troverete a passeggiare nei dintorni della malga. Per i più piccoli sono presenti delle altalene, una sabbiera e una panchina a dondolo presa d’assalto per un momento di relax. In estate è possibile assistere alla mungitura e alla dimostrazione della caseificazione. E’ possibile acquistare formaggi e pernottare in stanza quadrupla o in tenda (fornite dalla malga).Info:  348 7120227

malga sadole - Foto T. Ilai (2)

Come si raggiunge Malga Sadole? Da Ziano di Fiemme, si procede in direzione Monte Cauriol su strada asfaltata per circa 3 chilometri e poi sterrata per circa 4 chilometri. Partendo dalla malga si può passeggiare fino al Pian delle Maddalene o fino a Passo Sadole.

Per arrivare a Pian delle Sadole con bambini allenati, ci vuole circa due ore con un dislivello di quasi 500 metri. Non percorribile con il passeggino.  Dopo la tempesta Vaia il percorso originario non è momentaneamente percorribile ma la variante, un pò più lunga, a noi è piaciuta molto e ci ha permesso di godere di scorci che dal bosco non avremmo sicuramente potuto vedere. Questo percorso è molto interessante perché si può dividere in tre tappe quindi scegliere in base alla stanchezza se fermarsi o continuare la salita. La prima tappa la troverete dopo circa venti minuti: un immenso prato dove poter correre e giocare, lanciare i sassi nel ruscello, scalare le rocce e ammirare la casetta dei cacciatori in cima all’albero.

Proseguendo per un’altra mezz’oretta arriverete al Baito del Marino, una casetta di sassi assolutamente inagibile ma che si sposa perfettamente con il paesaggio: qui vi aspetteranno mucche e vitellini e lo spazio per fermarsi per un pic nic ammirando il massiccio Monte Cauriol.

Per chi ha ancora energie consigliamo di proseguire ancora un’oretta fino a Passo Sadole, all’arrivo non troverete punti di ristoro ma il panorama da cartolina vi ripagherà della fatica. Durante la camminata vi troverete davanti paesaggi completamente diversi: inizialmente camminerete nel bosco, per poi salire tra le rocce e ritrovarvi al Passo tra le trincee della guerra.

Si rientra dallo stesso percorso dell’andata in circa 1 ora, e se vi è venuta ancora fame sapete dove fermarvi!

Per info: Malga Sadole 348.7120227