Sul Baldo al Rifugio Baita Fos-ce

Eccoci qui! Oggi avevamo voglia di una passeggiata semplice semplice e a poca distanza da casa così siamo tornati sul Monte Baldo, arrivando fino alla località di San Valentino. Sebbene questa zona sia più famosa per le opportunità che offre durante l’inverno, anche nella bella stagione non mancano le cose da fare, soprattutto se si tratta di passare qualche ora immersi nella semplicità della natura, cullati dallo scampanare delle tante mucche che qui sono di casa. Noi avevamo in mente di arrivare alla Baita Fos – ce, una ex malga in disuso dagli anni Sessanta, poi convertita in rifugio all’inizio degli anni Ottanta.

COME ARRIVARE

Per arrivare al Fos-ce ci sono più opzioni: la più semplice (ma ovviamente meno consigliata, se si desidera fare anche quattro passi!) è in auto, proseguendo da San Valentino verso il Rifugio Graziani: la strada è tutta asfaltata, non è larghissima ma non desta nemmeno particolari problemi.

Si può anche scegliere di percorrerla a piedi (ovviamente con prudenza): non è trafficata, c’è poco dislivello, è in gran parte ombreggiata e c’è pure una fontana con acqua bella fresca. Lungo il tragitto, laddove il parapetto si affaccia sulla valle sottostante, vale la pena fermarsi per osservare il panorama.
La particolarità di questa strada è data però dal fatto di essere in parte scavata nella roccia, si passa anche all’interno di due brevi gallerie, insomma è una strada “bella” e scenografica, capace di catturare l’entusiasmo dei bambini, che inventeranno chissà quali storie avventurose!

Da San Valentino, percorrendo la SP3 a piedi, si arriva a destinazione in 30 minuti circa, mentre viaggiando in auto bastano 5 minuti.

Un’altra possibilità (che è quella che vi consigliamo), lasciata sempre l’auto a San Valentino, è quella di seguire  le indicazioni per il “Cimitero di Guerra” e da qui proseguire seguendo il segnavia 654 verso la località Pianaz, Rifugio Fos-Ce. In questo caso si tratta di una stradina forestale, che nell’ultimo tratto diventa sentiero. Se scegliete questa opzione mettete in conto un’oretta abbondante di camminata.

I DINTORNI

Il rifugio Fo-sce è inserito in una cornice naturale incantevole, a cavallo tra la valle dell’Adige ed il Lago di Garda (se avete tempo in due ore e mezza potete arrivare al Rifugio Damiano Chiesa, in vetta al Monte Altissimo – la vista a 360° è eccezionale). Ci troviamo a 1430 metri, all’interno della riserva naturalistica di Bes-Corna Piana, il “Giardino d’Europa“, 150 ettari di patrimonio floreale protetto per la sua unicità e varietà.

Il Rifugio Fo-sce è quindi anche il punto di partenza ideale per andare alla scoperta della flora del Monte Baldo, basta seguire la stradina per Malga Bes che si imbocca proprio nei pressi del rifugio Fo-sce: in un’oretta si arriva in località Cornapiana. Il rifugio è piccolino ma grazioso, una costruzione in sasso che si integra bene con l’ambiente circostante. Sul retro c’è una bella terrazza con i tavoli per mangiare all’aperto ed un prato per giocare.

All’interno, una sala da pranzo con una trentina di posti e anche una camerata, per chi volesse fermarsi a dormire. Il Rifugio è gestito dalla primavera del 2022 da due giovani fratelli rivani con la passione per la montagna.

René e la  sorella Ingrid durante la bella stagione vi aspettano tutti i giorni per farvi assaggiare una golosa fetta di torta o deliziarvi con i piatti della cucina trentina tradizionale. Noi abbiamo mangiato davvero benissimo! I piatti preparati da René (che nonostante la giovane età ha maturato già numerose esperienze nelle cucine di vari rifugi) erano semplici e gustosi e le porzioni molto abbondanti: anche le piccole di casa, che solitamente non sono grandi mangione, hanno spazzolato quasi tutto!

Si rientra a San Valentino compiendo l’anello o ripassando per la via dell’andata.

Per info e prenotazioni:

📞347 3257484;  333 1883352
Visita la Pagina Facebook

 

APERTURE:

ESTATE: aperto da giugno a settembre tutti i giorni;

AUTUNNO/INVERNO: aperto da ottobre il venerdì a cena, il sabato a pranzo e cena e la domenica fino all’ora di merenda. Nel periodo dal 20 dicembre al 6 gennaio aperto tutti i giorni.

 

 

0 Condivisioni