Ciclabile Sarca/Valle dei Laghi

Spettacolare il tratto tra Torbole e Riva del Garda, con scorci unici sul lago. La pista continua poi per sei chilometri lungo il fiume Sarca, tra uliveti e natura incontaminata fino ad Arco. Dopo alcuni chilometri si raggiunge quindi il paese di Ceniga, passando sotto le pareti del Colodri e della Malapreda, palestra amata dai rocciatori di tutto il mondo. Per garantire la continuità e la sicurezza del percorso, sono state eseguite delle opere d’arte ed inoltre è stato compiuto un interessante recupero archeologico di un’opera di presa sul Sarca, risalente ai primi del novecento. A Ceniga la pista termina il suo percorso, in attesa di venire completata con l’attraversamento delle Marocche di Dro, area naturalistica protetta, caratterizzata dalla frana caduta dalle pareti a picco del Monte Brento.

L’altro tratto di pista ciclabile percorre sempre la sponda del Fiume Sarca dal paese di Pietramurata a quello di Sarche. Si tratta di un breve tragitto di circa tre chilometri e mezzo ed è possibile collegarsi con il tratto precedente attraverso sentieri sterrati all’interno dell’area delle Marocche e con una strada asfaltata che costeggia il Lago di Cavedine.

Noi ci siamo stati a gennaio 2016, ecco QUI il nostro racconto

2 CommentiLascia un commento

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *