Arco è una cittadina molto graziosa, ricca di storia, di verde e di opportunità legate all’outdoor. Deve principalmente la fama al suo clima particolarmente mite, che l’ha portata ad essere una delle mete predilette della nobiltà europea dell’Ottocento. Di questo passato rimangono numerose testimonianze architettoniche, con edifici come il Casinò delle Feste, con la veranda ed i giardini, le numerose ville ed ancora il Parco Arciducale, oggi Arboreto.

Oggi invece Arco è la mèta ideale per chi cerca una vacanza all’insegna dello sport. Le possibilità sono davvero tante: dall’arrampicata, per la quale Arco è famosa in tutto il mondo), al trekking, alla mountain-bike… Di sicuro si respira un’aria rilassata e vacanziera, con un occhio di riguardo per i bambini (il Comune di Arco è certificato Family in Trentino).

Abbiamo raccolto per voi un po’ di idee su cosa fare ad Arco con i bambini nella bella stagione. Eccole qui:

CASTELLO DI ARCO

Il castello , posto in cima a uno sperone roccioso che sovrasta il centro storico, è facilmente raggiungibile anche dai bambini con una piacevole passeggiata di 15-20 minuti attraverso l’olivaia. Vi sono vari sentieri che partono dal centro per arrivare al castello: in comune hanno tutti una vista bellissima sulla Busa e sul Lago di Garda.

Vi è anche un punto panoramico da cui è possibile osservare la città da un balcone in vetro: cercatelo perdendovi tra gli assolati  sentieri! Gli ultimi metri prima di arrivare al portone del castello sono i più impegnativi, ma poi potrete rilassarvi sul grande prato della Lizza, splendido anche per un picnic, una merenda o aperitivo. Da qui si sale ulteriormente e si entra nel castello, composto dai ruderi di più torri, che si affacciano a 360 gradi sulla valle sottostante. Interessante l’unica stanza affrescata rimasta, con un ciclo di affreschi dedicati ai passatempi di corte.

CROCE DEL COLODRI

Per arrivare in questo incredibile punto è necessario arrivare alla chiesetta di Laghel: la val di Laghel, appena sopra Arco, è un vero paradiso di tranquillità, immersa tra ulivi, boschi e prati. Dalla chiesa di Santa Maria parte il Sentiero dei Lecci, che in circa 30 minuti  porta alla Croce del Colodri ed alla vicina Madonnina. Lassù potrete anche trovare le capre selvatiche, oltre (cosa ve lo diciamo a fare?!?) ad avere una vista super su Arco, Riva e su Lago di Garda. Il sentiero è facile e per tutti, ma non è fattibile con passeggini e richiede sorveglianza diretta sui bambini in alcuni passaggi più scivolosi o esposti.

PRABI AQUA PARK

La piscina di Prabi ha riaperto in una veste totalmente rinnovata, per rispondere alle esigenze delle famiglie e dei ragazzi. Qui si trovano quattro nuovissime vasche: una per il nuoto, una per i tuffi, una per il divertimento e una per i bimbi più piccoli. C’è anche uno spray park e un mega scivolo alto 8 metri e lungo 80. Da provare la parete di arrampicata sospesa sull’acqua: ci si arrampica e poi ci si tuffa! Tutto attorno un bel prato con zone d’ombra, un bar ristorante con tavolini interni ed esterni  e noleggio sdraio, parco giochi e spaziosi spogliatoi.

ARBORETO

L’arboreto di Arco, noto anche come Parco Arciducale, è un bellissimo parco che custodisce piante rare ed esotiche, tra le quali un grande avocado, una sequoia californiana e agavi giganti.  Troverete poi le serre con gli agrumi, un boschetto di bambù, un palmeto, un vialetto ombreggiato da rose rampicanti e soprattutto un graziosissimo stagno con libellule e ranocchie. A disposizione dei visitatori anche ampi prati dove stendere la propria coperta, nonché una zona picnic ombreggiata e servizi igienici. Attualmente (2023) il parco è chiuso per lavori.

FALESIA MURO DELL’ASINO

Lungo la salita alla croce di Laghel ci si può fermare ad  arrampicare alla falesia Muro dell’Asino , una piccola parete adatta anche per i bambini alle prime armi. E’ raggiungibile in una quindicina di minuti lungo il Sentiero SAT 431. A ridosso della falesia c’è un bel prato dove è possibile anche fermarsi per trascorrere qualche ora o fare un picnic (ci sono anche un paio di tavoli)

FATTORIA LAGHEL 7

Sempre a Laghel, se avete bambini che amano gli animali della fattoria non perdete la fattoria Laghel 7: un luogo dove maialini, cavalli, conigli, pecorelle, mucche, gatti, cani e galline sono amati come parte della famiglia. Paola ve li farà conoscere e potrete anche aiutarla nelle incombenze della fattoria, mentre per chi ama i cavalli c’è la possibilità di avvicinarsi al mondo dell’equitazione grazie a sua figlia, istruttrice qualificata. Qui si può anche dormire, e vi garantiamo che svegliarsi in un posto come questo non ha prezzo.

PISTA CICLABILE

Che sia a piedi o in bicicletta, ad Arco e dintorni sono davvero tante le possibilità di passeggiate nella natura: potreste camminare giorni interi tra meleti, uliveti e vigneti senza ripetere due volte lo stesso percorso. Le ciclabili nel Basso Sarca non mancano, ma forse la più carina da percorrere è la ciclabile che costeggia il fiume Sarca. Si può fare a piedi, in bici ed anche con il passeggino, sia in direzione nord, verso Dro, magari fermandosi per un bel bagno nelle spiagge lungo il fiume, che verso il lago di Garda, arrivando fino a Torbole.

PASSEGGIATE SULL’OLIVAIA

L’olivaia si estende a nord di tutto l’abitato di Arco ed è il luogo ideale per una passeggiata nella natura. Protetta dalle assolate pareti di roccia, meglio in estate evitare le ore più calde, ma è il posto ideale per scaldarsi un po’ in una giornata fredda. Ci sono svariati sentieri che la percorrono: si possono intraprendere partendo dalle frazioni di  Vigne e Chiarano, ma anche dal centro di Arco. Il dislivello è sempre modesto, sono in parte percorribili con il passeggino da trekking e comunque facili ed alla portata di tutta la famiglia. QUI trovate il nostro racconto.

BOSCO CAPRONI E TRINCEE DI VASTRE’

Il Bosco Caproni prende il nome dall’arcense pioniere dell’aeronautica. Questo bosco si estende a nord dell’abitato di Massone. La passeggiata parte nei pressi della falesia Policromuro.  Lungo il percorso si incontrano prima le misteriose cave di oolite, oggi utilizzate per l’arrampicata, e poi una serie di trincee della grande guerra. Il sentiero non è adatto ai passeggini.

TREKKING CON GLI ASINELLI A MALGA ZANGA

Malga Zanga è un posticino davvero speciale… tra lama, cani e asinelli i bambini si divertiranno senza dubbio! La mattina si possono fare dei trekking  con gli asinelli ed arrivare alle trincee del Creino, passando per le installazioni nel bosco di CreinArte… si ammira il lago di Garda dall’alto e si rientra camminando tra i profumatissimi orti biologici della Val di Gresta. E le torte di Lojra sono uno spettacolo!

RIFUGIO MARCHETTI ALLO STIVO

Salire sulla cima del monte Stivo è sempre un’emozione. Noi ci siamo stati in inverno (leggi QUI), ma quassù il tramonto è davvero eccezionale in ogni stagione! Un pochino impegnativa e lunga la salita (si sale esclusivamente a piedi) ma al rifugio è possibile anche pernottare (così vi vedete anche l’alba!). Se poi preferite salire per il tramonto e la cena assieme a una guida, ci pensa Garda Dolomiti con le sue Experience (vedi QUI)

ARRAMPICARE

Naturalmente arrampicare! Arco è famosa in tutto il mondo per l’arrampicata (impossibile non accorgersene solo guardando le vetrine del centro). Ci sono varie possibilità per avvicinarsi al mondo del climbing e delle ferrate. Molto carina, semplice ma di impatto la ferrata Colodri (che arriva poco sotto la croce della quale abbiamo parlato sopra), da provare con le guide alpine di MMove, che organizzano anche molte altre attività dedicate alle famiglie ed ai bambini/ragazzi. Non manca la possibilità di allenarsi all’interno nella palestra di arrampicata indoor. Sempre a misura di bambino la falesia di San Martino, poco distante dal Bosco Caproni.

MUSEO DEL CAFFE’

Lo sapevate che ad Arco c’è una delle più antiche torrefazioni di caffè? Nella moderna sede di Omkafè troverete non solo uno shop con tanti prodotti ed accessori, ma anche un vero museo del caffè, nel quale ripercorrere la storia di questa bevanda, ma anche scoprire il viaggio e le trasformazioni che i chicchi subiscono prima di arrivare nelle nostre tazzine! Molto carino l’allestimento, con attività sensoriali, macinini da provare e addirittura un’intera parete dedicata ai quiz, per scoprire proprio tutto sul caffè. La visita prosegue all’interno del laboratorio, dove si possono vedere i macchinari all’opera, e termina, naturalmente, con una degustazione.

Per ulteriori info visita il sito www.gardatrentino.it

  • Potrebbe interessarti “Cosa fare ad Arco in estate”QUI la nostra mini-guida, perfetta per le famiglie più sportive, ma non solo.
  • o anche Riva del Garda in estate: cosa fare” – scopri QUI la nostra mini-guida
  • Se invece siete alla ricerca di un’esperienza diversa da fare in famiglia nel Garda Trentino, guardate quelle che abbiamo selezionato e provato per voi: CLICCATE QUI