Torbole – Tempesta: una passeggiata unica!

Sembra che piano piano le temperature primaverili comincino a farsi sentire (per fortuna)… ecco un’idea per una passeggiata super: quella che da Torbole porta a Tempesta, con una vista pazzesca sul lago di Garda: Riva, Torbole, Limone, fino all’altra sponda. L’abbiamo provata durante una bella giornata di sole infrasettimanale ed è stata veramente un’escursione “da incorniciare”, senza un’anima e con una temperatura incredibile. Se la volete provare in questi giorni (ma è fattibile durante tutto l’anno, tranne nelle giornate estive troppo calde) assieme ai vostri bambini vedrete che meraviglia! Arrivate a Torbole e seguite le indicazioni che dal centro del paese portano al Parco Le Busatte (per orari e aperture, CLICCA QUI). Strada asfaltata in salita (alcune guide fanno partire il percorso dal paese, ma secondo me non ne vale la pena). Lì potete parcheggiare la macchina e attraversate il parco (che da primavera ad autunno offre un parco avventura, una pista di BMX, un percorso bike-ability in pineta con ostacoli naturali e ponti basculanti, ma anche un piccolo parco giochi e un bel campo da basket e volley).

Foto di © Emmanuel Olufemi Adejumo

Seguite le indicazioni che portano all’inizio del sentiero panoramico di quattro chilometri circa sulle pendici del Monte Baldo: sterrato, continuo saliscendi (fatica leggera compensata dal paesaggio), non è percorribile con i passeggini, in quanto sono presenti tre scalinate di ferro: quella denominata “Salt della Cavra” (116 gradini), la “Corno de Bò” (238 scalini) e la “Val Calcarole” (33 gradini). Proprio queste strutture (non pericolose, in quanto dotate di alti parapetti) costituiscono un’attrazione incredibile per adulti e bambini: quando mai ti capita di costeggiare le pareti di roccia come fosse un continuo balcone sul lago?

Affascinanti anche i detriti delle Marocche, residui dell’ultima era glaciale che si trovano all’inizio del percorso, e molto carini anche i cartelli scritti dai bambini dell’asilo della zona con simpatici spunti (“Cercate tra la vegetazione le finestrelle che permettono di vedere il lago e le barche”) che si aggiungono a quelli esplicativi sulla flora e sulla fauna. Noi per mangiare abbiamo scelto dell’ottimo speck e panini appena sfornati…seduti su una splendida panchina panoramica (ce ne sono alcune lungo il percorso) non potevamo chiedere di più!

Dopo circa un’ora e mezza di paesaggi incantevoli a strapiombo sul lago si raggiunge l’abitato di Tempesta. Da qui è possibile rientrare anche con un percorso alternativo sovrastante oppure con autobus che porta da Tempesta a Torbole.

Foto copertina ©Sara Pellizzon

5 CommentiLascia un commento

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *