Il Sentiero dell’Immaginario è un bel percorso nei boschi e tra i pascoli di Luserna, ispirato alle leggende e ai personaggi dell’immaginario popolare cimbro (conoscerete Frau Pertega e Tüsele Marüsele). Si tratta di un anello di sette chilometri circa, percorribile anche in inverno (leggete QUI la nostra esperienza) da percorrere comodamente in un paio di ore abbondanti, con un dislivello complessivo di 200 metri (non adatto ai passeggini).

Per arrivare al sentiero bisogna raggiungere Luserna che si trova a un’oretta d’auto da Trento e qui vi consigliamo di parcheggiare nella piazza del paese e seguire le indicazioni per l’Agritur Galeno (via cima Nora, 34).  Subito dopo l’agritur girate a destra su una strada rurale con un tratto scavato nella roccia (Rendola) e molti punti panoramici sugli storici campi terrazzati della Prach e sulla Valle dell’Astico. Troverete facilmente le bacheche con l’illustrazione delle leggende della “Frau Pertega” e di “Tüsele Marüsele” e cominceranno anche le prime sculture in legno: il lupo, il basilisco, l’orso.

La caratteristica principale infatti è quella tipica dei parchi di land-art, che prevede opere, in questo caso sculture scolpite nel legno da osservare, unita alla magia delle leggende del territorio. Qui a Luserna trovate anche pannelli illustrativi dislocati lungo il percorso, che raccontano i personaggi che popolano la tradizione locale tra angoli di natura, boschi, pascoli e panorami sulla Val d’Astico.

Una chicca? Il tratto in mezzo al bosco con il basilisco-drago che porta al laghetto alpino con la scultura dell’orso,  fino ad arrivare  a Malga Campo. Qui alla malga si possono gustare piatti locali semplici, ma genuini. Si riparte poi attraversando una distesa  di campi fioriti e al limitare del bosco fino al pannello che spiega la leggenda del Sambinelo. Non lo conoscete? É un folletto dispettoso, vestito di rosso,  che si mostrò ad una donna e la face girare nel bosco per un giorno interno finche non si perse. Sull’Alpe Cimbra sono molto ricorrenti i racconti di spiriti del bosco che a volte aiutano, altre fanno i dispetti agli abitanti. La regola numero uno è sempre quella di tenerli buoni e concedergli ciò che chiedono, per evitare brutte sorprese.

Nota di percorso: leggendo la storia di Tüsele Marüsele noi abbiamo scorto anche quella che potrebbe essere stata la sua casetta in pietra, ma poi Samuel ha avuto un po’ di timore ad avvicinarsi per controllare: vediamo se voi siete più coraggiosi!

Altro bel sentiero da provare se siete a Luserna è il sentiero tematico Dalle storie alla Storia”.

 

Foto copertina © Archivio Apt Alpe Cimbra