Alle Marmitte dei giganti

Siete alla ricerca di una bella passeggiata non troppo lontano da casa? Abbiamo noi l’idea giusta per voi!  In compagnia di mio marito Mauro e Gabriele, il nostro grilletto di quasi due anni, ci siamo avventurati in un posto consigliatoci da un’amica, dal nome estremamente affascinante: le Marmitte dei Giganti, sul lago di Garda. Arrivando da Mori alla rotatoria di Torbole si gira a destra e subito dopo il benzinaio si prende la strada via Strada Granda. Ancora 300 metri e sulla sinistra ecco i parcheggi liberi dove lasciare la macchina e continuare a piedi per pochi metri fino l’hotel Villa Stella, dove parte la nostra passeggiata.
foto 2

In questa grande campagna si respira un’aria che sa di buono, la strada sterrata inizia a salire leggermente e ci fa passare tra gli ulivi. Da qui si inizia già a intravedere il meraviglioso lago di Garda. Dopo alcune centinaia di metri il sentiero si fa più ripido, ci si inoltra in mezzo al bosco e scopriamo una palestra di roccia frequentata dagli amanti dell’arrampicata. Mano a mano che ci si alza di quota, tra gli alberi si può ammirare un panorama mozzafiato di Torbole e del lago. Dopo circa 20 minuti eccoci ad  un bivio: a destra ci si immette sulla strada principale tra Nago e Torbole, a sinistra invece dopo pochi metri si presentano davanti a noi le maestose Marmitte dei Giganti, pozzi glaciali formatesi milioni di anni fa grazie all’erosione della pietra. Queste grandi cavità hanno un diametro di 4 o 5 metri e sono profonde fino a 12 metri. Le marmitte si sono formate grazie allo scioglimento dei ghiacciai che hanno modellato la roccia e levigato la superficie.
C’è anche la possibilità di esplorare una grotta… ma chi lo sapeva! La prossima volta dovremo portarci per forza il frontalino e la torcia! I bambini più grandi possono anche provare l’ebbrezza di salire su una scalinata in ferro ancorata alla parete…l’atmosfera qui invita tutti a diventare dei piccoli esploratori, vedrete!

Il sentiero è molto semplice, con un dislivello di circa 200 metri, percorribile in un’oretta tra andata e ritorno. E’ ben segnalato, ma non percorribile con il passeggino e noi come sempre abbiamo portato Gabriele nello zainetto.
foto 3

Dopo questa bella passeggiata non ci è rimasto altro che mangiare un buon gelato in centro a Torbole e portare un pezzetto di pane alle ochette che ci aspettavano affamate sulla spiaggia del lago!

1 CommentoLascia un commento

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *