Malga Prantacher in Val Passiria

*aperta da maggio a fine settembre*
Una delle più belle malghe che abbiamo scoperto negli ultimi anni in Alto Adige, e precisamente in Val Passiria. Situata nella sua laterale Val Fartleis, da cui prende anche a volte il nome (attenzione infatti a non fare confusione!), la ricorderete a lungo per le sue torte e per i suoi piatti deliziosi, uno su tutti il classico uova, speck e patate arrosto.
Si raggiunge dal paese di San Martino in Passiria: in auto, seguite le indicazioni per il Golf Club e poi verso Prantach. Dopo 3/4 chilometri, su un tornante a sinistra troverete un parcheggio con alcuni cartelli fotografici in cui è indicata la malga. Ecco, non parcheggiate (infatti da lì ci vogliono più di due ore poi, a piedi), ma entrate nello slargo e proseguite per la strada asfaltata che entra nel bosco e continuate per un paio di chilometri. Prima del divieto di transito, sulla sinistra, ecco dove lasciare la macchina. Da lì avete due possibilità: seguire le indicazioni (a destra) del sentiero che sale prima tra i prati e poi tra i boschi, oppure (scelta da noi consigliata) prendere la forestale (l’unica strada che c’è, anche se la malga qui non viene segnalata) e salire più gradualmente. Tecnicamente, per il fondo stradale, è fattibile con i passeggini da trekking (poi diventa sterrata), ma vista la pendenza è meglio uno zainetto portabimbi.
Durante il percorso (400 metri di dislivello, un’ora e mezza circa), incontrerete tanti animali, tra cui capre e mucche.
La passeggiata prosegue per questa valle selvaggia e poco conosciuta che regala scorci di altri tempi, tra masi antichi e personaggi della saggezza popolare. Ecco quindi all’improvviso la malga, a quota 1449 metri, con tavoli e panche al sole, un giardino curato e giochi per bambini tra cui la sabbiera. Diversi i piatti della tradizione altoatesine nel menù, tra cui affettati e formaggi di propria produzione; würstel e patate; uova, speck e patate e l’immancabile kaiserschmarren, una specie di frittata con la marmellata di ribes e zucchero a velo. Prezzi contenuti e qualità garantita.
Si torna sul sentiero dell’andata, in meno di un’ora. E se fate un giro nei boschi nel momento giusto, potreste trovare anche porcini e fingerli in quantità!
Da non perdere: l’ultima domenica di settembre di ogni anno, il ritorno a valle della capre. Un evento che sa di festa ed allegria.
Info malga: 348.2452943