Ma quanto ci piacciono i laghi di Lamar!

Chi lo ha detto che lo snorkeling si può fare solo al mare? E che certi colori ci sono solo lì? Infilate in uno zainetto asciugamani, occhialini e costumi e in 15 minuti da Trento arrivate in Valle dei Laghi e precisamente ai Laghi di Lamar.


Questi due specchi d’acqua sono uno spettacolo: un colore da mozzare il fiato, il prato verde, l’ombra, le montagne e il cielo terso. Un paradiso! Durante il fine settimana e in luglio e agosto sono davvero gettonati, ma ne vale sempre la pena. Affascinante la liana che permette di fare divertenti tuffi, così come le roccette dall’altra parte del lago da raggiungere a nuoto. E in più, il bagnino ci ha informati che i SUP bianchi (stand up paddle) che si trovano a riva sono “di proprietà” del lago e quindi si possono utilizzare a turno, gratuitamente!

Dove parcheggiare?

Le tariffe di sosta variano in base alla zona, vale per tutti i giorni feriali e festivi dal 1 giugno al 9 settembre 2019:

ZONE A-B-C (in prossimità dei laghi)

  ACCESSO ENTRO LE 13.00

10 EURO
ACCESSO DOPO LE 13.00

5 EURO

 ZONE D 

(parcheggio di attestamento e area ex fogolari)

TARIFFA GIORNALIERA

2 EURO

I laghi sono raggiungibili anche con i mezzi pubblici, info e orari su www.trentinotrasporti.it. La sosta è gratuita per i residenti del comune Vallelaghi che espongono il contrassegno rilasciato dagli uffici comunali.

A noi piace  parcheggiare nella zona D e prendere il comodo sentiero che in 20 minuti porta al lago di Lamar, questa passeggiata offre degli scorci sul Lago Santo che dalla strada non si ha la fortuna di vedere.

Tante persone scelgono di fermarsi proprio in questo primo lago, perché meno affollato rispetto a quello di Lamar: ci sono delle piccole insenature che permettono di ritagliarsi un po’ di tranquillità e silenzio.

Percorribile tranquillamente con il passeggino da città e anche con la bicicletta.

I laghi di Lamar offrono due possibilità di ristoro dalla colazione alla cena: il noto bar pizzeria “Ai Tre Faggi” sopra il lago, offre servizio giornaliero: dalla colazione (vista lago, una meraviglia!), pasti veloci caldi e freddi a pranzo che variano quotidianamente, gelati, caffetteria e pizza alla sera. La seconda possibilità, provato per voi  il bar “Malghet”(novità dell’estate 2019), aperto da giugno a settembre, poi riaprirà a marzo 2020.

Abbiamo incontrato Maria Giulia e Livio, due ragazzi molto giovani con una gran voglia di riuscire in questo nuovo progetto di vita: gestire il Malghet, di proprietà del comune e chiuso da molti anni. Siamo certi che se il loro entusiasmo rimarrà questo, ci riusciranno!

I piatti sono vari e perfetti per chi trascorre la giornata al lago; potrete iniziare la giornata con dei pancake con nutella e frutta fresca, piatti freddi a pranzo, panini, caprese, taglieri di affettati, crudo e melone e molto altro. Le cene solo su prenotazione.

Non perdetevi l’ottimo gelato artigianale, anche senza lattosio dalla gelateria don Diego di Pergine. Il “Malghet” è dog friendly, quindi i vostri amici a quattro zampe sono i benvenuti. E poi…organizzano numerosi eventi all’ora dell’aperitivo, potete seguirli sulla loro pagina facebook Bar Malghet.

Per il ritorno, vi consigliamo di ritornare sulla stessa strada dell’andata.

Non vi resta che farvi un bel tuffo, anzi, una nota importante: l’acqua è freddina ma decisamente rigenerante!

1 CommentoLascia un commento

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *