Sul Paion del Cermis… dove si domina la valle

L’Alpe Cermis (partenza funivia da Cavalese o dal parcheggio/area sosta camper sulla strada per Predazzo) regala emozioni davvero uniche: un vero paradiso per le famiglie a meno di un’ora di strada da Trento!

L’emozione inizia già a valle, dove abbiamo preso l’ovovia  (info e costi, QUI) che ci ha portato alla stazione intermedia, luogo in cui si trova Cermislandia, un bellissimo parco con scivoli, laghetti, dighe, birilli da colpire, la teleferica e un ricco programma di attività per i bambini attivo durante tutta l’estate, scopritelo QUI!

Noi abbiamo avuto l’occasione di provare “la giornata dei boscaioli”. I bambini hanno potuto costruire  la loro piccola baita per trovare riparo in caso di pioggia, trasportare i tronchi, facendoli scendere a valle con la teleferica e utilizzando il canale d’acqua come insegna la tradizione della Val di Fiemme. Ecco la nostra esperienza!
Il parco si trova nei pressi della Baita Doss dei Larici situata a 1200 metri, ideale per una gustosa pausa pranzo o merenda. Da qui parte il secondo tronco di telecabina che in soli 12 minuti vi condurrà alla località Cermis (2000 m) e al rifugio Eurotel. L’ultimo tratto è invece da fare in seggiovia e conduce ai 2260 metri del Paion del Cermis. La prima cosa che troverete scesi dalla seggiovia farà la gioia dei vostri bambini: la piccola fattoria didattica ‘Jjjaa Jjaa Hoo’ con cavalli, asinelli, pecorelle e oche.

Poi vi aspetta il piccolo (ma davvero carino) parco giochi del rifugio.
Pochi passi e si arriva al Panoramio 360, lo spettacolare osservatorio panoramico da cui si domina l’intera vallata, le montagne circostanti e i sentieri. La vista da quassù è davvero mozzafiato!
Una passeggiata, non troppo impegnativa e molto bellada fare con i vostri bimbi vi porterà in circa un’oretta ai laghi del Bombasel. Noi abbiamo avuto l’occasione di farla più volte, ed è sempre uno spettacolo! Ecco il nostro racconto!

Per riscendere a valle avete 2 opzioni: prendere la seggiovia e fare il tragitto inverso, o scendere per una ventina di minuti fino al rifugio Eurotel e per un’ora abbondante fino a Cermislandia, la discesa però, a causa della forte pendenza, è un po’impegnativa.