AlMeleto! Il percorso delle mele

AlMeleto” è un percorso interamente dedicato alla mela (il primo nel suo genere) e alle bellezze paesaggistiche della Val di Non. Si trova a Romallo, in Val di Non, nel cuore della produzione delle mele. L’intero percorso, ad anello, è lungo 5 chilometri ed è facile, con un dislivello di 150 metri. Se avete bambini piccoli vi consigliamo il tracciato più breve e cioè quello che vi evita la discesa (e poi la ripida risalita) attraverso la via Crucis. Se invece i vostri figli sono camminatori energici potete provare l’intero percorso. Ad ogni modo, la parte più interessante rimane comunque quella che vi descriviamo qui.

La mappa di “AlMeleto”

DOVE ANDARE.

Dalla piazza Gianantonio Agosti di Romallo (dietro la chiesa) seguite le indicazioni per “AlMeleto”, a sinistra del teatro. Ci si immerge subito nei rigogliosi meleti che circondano il paese. Lungo tutto il tragitto si è accompagnati da diversi pannelli didattici per scoprire un sacco di informazioni sulla mela: come nasce grazie al lavoro operoso delle api e come cresce grazie al lavoro appassionato del contadino. E ancora: come sono fatte, quali malattie e quali insetti possono colpirla. A metà strada circa incontriamo la prima attrazione: una mela gigante costruita in ferro battuto, dove è possibile entrare e anche sedersi per godere un bel panorama sulla Val di Non!

Proseguendo sulla strada di campagna ben presto si raggiunge un’ombreggiata pineta, ideale soprattutto nei giorni estivi. Accompagnati dal suono del torrente che scorre nel sottostante canyon del Rio Novella, si prosegue in discesa trovando alcune sorprese che piaceranno ai bambini come i grandi insetti in rame issati in cima alle alte piante del bosco. Per notarli dovete alzare la testa e aguzzare la vista!.

Il tragitto termina nei pressi di una terrazza panoramica che dà sul lago di Santa Giustina, sui meleti e sulle Dolomiti di Brenta. Con una piccola salita si raggiunge il punto più interessante dell’intero percorso. Si tratta di un’area attrezzata con giochi tematici: per farli funzionare dovete cercare le grosse palle in legno sagomate a forma di mela. Dovrebbero essere raccolte tutte in una cassetta apposita, ma vi può capitare anche di doverle cercare nell’erba e nei dintorni.

 

Qui troverete un bellissimo trattore in legno di grandi dimensioni con tanto di bilico, un’altalena d’equilibrio, una pedana mobile per giocare in abilità con i vostri amici e una sorta di “flipper” a punti! Sotto gli alberi della pineta ci sono anche tre comode amache per sostare in relax.

DUE LE POSSIBILITÀ.

Il tragitto che vi consigliamo noi termina qui, nel senso che poi potete far ritorno a Romallo seguendo le stradine di campagna (vedi “Rientro Alternativo” sulla mappa). Se volete continuare il percorso, invece, potete proseguire scendendo ancora fino ad arrivare in località San Biagio, nei pressi dell’ingresso visitatori del Parco Fluviale Novella. Da qui si risale attraverso il ripido percorso della Via Crucis passando vicino all’imponente magazzino della frutta prima di far ritorno a Romallo.

L’intero percorso è sconsigliato in passeggino soprattutto per la presenza di alcuni tratti piuttosto ripidi. Tuttavia potete raggiungere comodamente l’area giochi anche in passeggino attraverso il “rientro alternativo” che trovate sulla mappa.

Su questo sito dedicato potete trovare tanti spunti per godere al meglio di questo sentiero grazie al quale si può imparare, giocare, rilassarsi e naturalmente camminare!

La Val di Non in estate offre tante belle idee per le famiglie che vogliono vivere questo splendido territorio, le abbiamo raccolte tutte in una mini-guida, leggete QUI!

821 Condivisioni