Giro del lago di Levico

I laghi del nostro Trentino sono tanti e suggestivi, ed è bello approfittare di queste giornate primaverili per goderseli appieno senza il caos dell’alta stagione. Oggi, avevamo voglia di camminare quindi abbiamo provato a fare il giro del lago di Levico. Il primo tratto è molto semplice, su strada sterrata e perfetto anche per i passeggini, mentre la seconda metà, che si snoda all’interno del bosco, è fattibile solo per i bambini abituati a camminare da soli.

13022414_850420411758122_902614331_n

Abbiamo lasciato la macchina nel parcheggio del Lido (gratis, in questo periodo) e ci siamo goduti la vista dello splendido e rigoglioso parco che lo circonda. Qui i bambini possono trovare tantissimi giochi in mezzo al verde e all’ombra degli alti alberi. E poi panchine per sedersi e magari fare un pic nic primaverile. Insomma divertimento (in sicurezza) per i bambini e relax per i genitori, cosa si potrà volere di più? Una bella passeggiata ovviamente! Noi, che avevamo una gran voglia di camminare, abbiamo preso la stradina bianca, ben visibile, che porta intorno al lago.

13022327_850420371758126_694983997_n

 

Si incontra subito la suggestiva Taverna di Levico con stabilimento balneare del Parc Hotel Du lac, piscina riscaldata, giochi, divertimento e relax… un posto assolutamente da visitare!

I colori sono stupendi, le montagne ancora ricoperte di neve si riflettono nell’acqua, i canneti si muovono dolcemente e noi ci divertiamo ad osservare gli animali: ecco le anatre e poi il germano… una ranocchia e… oh, che rospo! Tanti uccellini cantano festosi e le prime farfalle riempiono di colore il verde dei prati.

13059432_850420271758136_1743292508_n

Dopo circa un’ora si arriva presso alcune case, qui una serie di frecce ci propongono di proseguire verso il Forte Tenna o Passo Borcola… noi seguiamo quella del Biotopo Pizè che, dopo aver passato un piccolo ponte di legno, ci porta in un sentiero del bosco. Questo è il momento per i passeggini di tornare indietro: rami bassi, radici sporgenti, passaggi tra gli alberi e scalini naturali rendono impossibile l’utilizzo di un mezzo con le ruote.

13020387_850420255091471_74303257_n

Il percorso è piacevole il lago si nasconde per una mezz’ora, dopo di ché possiamo ammirarlo dall’alto. A questo punto il sentiero un po’ ripido in discesa ci riporta verso il basso e intravediamo il Lido sull’altra parte di questo specchio lacustre.

13059539_850420305091466_1571440230_n

Quando usciamo dal bosco arriviamo sulla strada asfaltata costeggiata dai campeggi che ci spinge ad allungare il giro fino al viale alberato che porta al parcheggio. Non è una passeggiata lunga, si fa in 2 ore, noi, al rientro ci siamo premiati con il gelato della gelateria attigua al Bandus, davvero imperdibile se siete in zona!

4 CommentiLascia un commento

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *