Malga Gurndin e Isi (anche in passeggino)

Oggi vi portiamo alla scoperta di un bel itinerario in quota adatto per essere percorso anche con i passeggini (che gioia!). Siamo al confine tra la Val di Fiemme e la Val d’Ega, a Passo Oclini (1989 m.; per raggiungerlo in auto da Trento impiegherete un’ora e un quarto circa). Potete posteggiare l’auto nell’ampio parcheggio del passo e da qui immergervi immediatamente tra gli splendidi pascoli verdi che si distendono tra i Corno Bianco e il Corno Nero.

Seguite le indicazioni per “Malga Gurndin” e in circa venti minuti di cammino raggiungerete questo bell’alpeggio che si distende tranquillo in un ampio spazio verde dove i vostri bambini potranno divertirsi a correre tra i prati e conoscere le caprette che abitano la stalla. Malga Gurndin offre anche servizio di ristorazione con tanti bei tavoli in legno distesi al sole (i giudizi Tripadvisor sono molto buoni, li trovate qui).

Essendo arrivati piuttosto di buon’ora noi abbiamo preferito proseguire il nostro cammino e abbiamo continuato lungo la strada forestale seguendo le indicazioni per “ISI Hütte” (calcolate un’altra mezz’oretta, tutta in discesa – nb: chiuso il martedì). Abbiamo fatto un’ottima scelta! Qui sconfiniamo in Alto Adige (siamo fatti nel Comune di Redagno) e noterete anche voi il cambio di stile non appena vedrete da lontano la sagoma di questa “Baita” (ma baita non lo è per nulla) di cui subito ci siamo innamorati. Gli esterni con pietra a vista, la veranda in legno e la bandiera bianca e rossa ci fanno capire che qui siamo chiaramente in territorio altoatesino. La malga è secondo noi un vero gioiellino con gli interni molto curati in legno, la piccola chiesetta esterna, i prodotti di produzione propria, il bel cane San Bernardo a fare da mascotte…

Come vi avvisa il cartello esterno, qui lo stress e la fretta sono banditi. Quindi mettetevi tranquilli e aspettate il vostro ordine: i grandi potranno rilassarsi nella bella zona “lounge” con sdraia in terrazzo mentre i piccoli si divertiranno a giocare nella sabbiera esterna o lungo il torrente che scorre poco distante. Noi siamo rimasti soddisfatti del pranzo (forse la minestra d’orzo era un po’ insipida, ma il tris di canederli si sentiva che conteneva ingredienti genuini!), a scanso di dubbi vi lasciamo comunque il link ai giudizi di Tripadvisor.

Ben rifocillati è giunta l’ora di concludere la nostra escursione. Se siete a piedi o con lo zainetto porta-bimbo vi consigliamo di chiudere l’anello tornando a Passo Oclini attraverso i pascoli verdi, seguendo le indicazioni che trovate sulla destra da “Baita Isi” (una mezz’ora circa di cammino). Noi invece avendo il passeggino siamo tornati indietro dalla stessa strada sterrata percorsa all’andata (la traccia attraverso i prati infatti non è consigliata con le rotelle). In ogni caso questa volta preparatevi a dover affrontare un po’ di salita, circa 150 metri di dislivello per far ritorno al posteggio.

Per maggiori informazioni su quest’escursione: APT Val di Fiemme 0462 810097 – 0462 341419 www.visitfiemme.it

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *