Malga Zochi, sull’Altopiano di Vezzena (quota 1300 metri), è la prima malga che si incontra salendo da Lavarone o da Levico ed è gestita da Michele Scrinzi. Con trenta ettari di pascolo, è una vera oasi di pace, perché lontana dalla strada e quindi in posizione tranquilla, pur permettendo di arrivare molto vicino con la macchina. É una struttura piccola, con diverse sfaccettature interessanti: il caseificio con lo spaccio di diversi prodotti locali, l’agritur dove si possono mangiare piatti della tradizione trentina, ed una visita davvero speciale per chi partecipa al progetto dell’Apt Valsugana Adotta una Mucca (al mattino, verso le 11, oppure nel pomeriggio).

La conoscenza un po’ più approfondita di questa realtà è infatti la cornice perfetta per un pranzo all’agritur, con proposte tipiche come polenta abbrustolita con spezzatino; gnocchi di polenta con ragù; canederli con burro e salvia; polenta, spezzatino, crauti e tosella impanata. Interessanti anche i dolci, tra cui la versione “montanara” della cheescake, lo strudel e la treccia mochena. Assaggiare i prodotti (caseari e non) di Malga Zochi nella loro cucina inviterà di certo l’acquisto degli stessi, in vero stile “chilometri zero”.

Dritan, allevatore da trent’anni, è il custode degli animali qui alla malga, ma soprattutto è il referente per il progetto Adotta una mucca. Il concetto è quello di permettere alle persone che aderiscono a questa iniziativa (che consiste nell’adozione simbolica di una mucca per poi averne i prodotti caseari, info QUI), di entrare in contatto con gli animali e capire meglio la loro quotidianità in un’azienda biologica come questa. Non ci sono solo trenta vacche da latte, soprattutto della razza Simmental, ma maiali, galline e anatre.

Dritan, Michele e Francesco, esperto di formaggi e consulente per “Trentino di Malga”.

Claudio, il giovanissimo casaro, realizza invece una grande varietà di prodotti: freschi, come le caciotte all’erba cipollina, al peperoncino, bianche e con il cumino. Molto interessante il  “dolce Zocchi”, un formaggio pressato che si può acquistare già dopo 20 giorni, dal gusto molto dolce. Tra i stagionati: Vezzena di malga, di un anno, che porta tutti i profumi del foraggio della malga e dell’alpeggio. Ottima anche la produzione del formaggio da piastra.

 

La struttura è aperta da metà giugno a metà settembre, tutti i giorni. Consigliato prenotare per mangiare a Malga Zochi, soprattutto nel weekend.

Per info e prenotazioni: 328 4486065

Se volete fare una bella escursione nei paraggi ecco il nostro consiglio per godervi un bellissimo panorama sulla Valsugana e in particolar modo i laghi di Levico e Caldonazzo!