All’interno della nota area archeologica di Fiavè e di una riserva naturalistica che fa parte integrante della Riserva della Biosfera UNESCO, come tutto il territorio delle Giudicarie,  sorge e verrà inaugurato il prossimo giugno il parco tematico naturalistico archeologico “Parco Archeo Natura Fiavé”, ideato e realizzato dalla Soprintendenza per i beni culturali della Provincia autonoma di Trento. Si estende su una superficie di 12.000 metri quadri. Assieme al Museo delle Palafitte, nell’abitato di Fiavé (che abbiamo visitato più volte e dove abbiamo partecipato a tanti bellissimi laboratori, cliccate QUI), il Parco Archeo Natura costituisce un vero e proprio polo archeologico.

Il tutto nasce dai ritrovamenti presso l’antico lago Carera, divenuto torbiera, che ha conservato per millenni preziose testimonianze e reperti ora in parte esposti nel Museo delle Palafitte. Il nuovo parco conterrà ricostruzioni del villaggio palafitticolo dell’età del Bronzo, con capanne realizzate in scala 1:1 e con installazioni che evocano la “selva di pali”. L’idea è quella di trasformare la visita in un’esperienza coinvolgente e immersiva e offrire un affascinante viaggio nel tempo per sperimentare la vita dei nostri antenati dell’età del Bronzo. Il percorso sarà corredato da pannelli informativi e installazioni che illustrano la vita ai tempi delle palafitte, un centro visitatori con filmati e apparati multimediali, aree di sosta e spazi dedicati alle famiglie e ai visitatori più piccoli.

Non solo il parco è parte della Riserva Biosfera UNESCO per dislocazione, ma Fiavé è una delle 111 località, insieme a Ledro, che costituiscono il sito transnazionale dedicato alle palafitte preistoriche dell’arco alpino, entrate nel 2011 a far parte della lista del Patrimonio mondiale dell’Umanità.

QUI trovate il sito dedicato al parco su cui verranno pubblicate tutte le novità.

Le palafitte saranno visitabili e, la cosa importante, sarà il corollario di attività esperienziali che la Soprintendenza metterà in campo, in affiancamento al già prezioso lavoro svolto finora dal Museo, per educare bambini, ragazzi e adulti all’archeologia del territorio.

Attendiamo l’apertura per poter provare per voi questo luogo ricco di storia e di magia, che non potrà che destare l’interesse di bambini e adulti e arricchire l’offerta già interessante legata al mondo dell’archeologia e delle palafitte.

QUI potete anche trovare la pagina Facebook della Soprintendenza per i beni culturali di Trento e QUI alcuni cenni storici agli scavi di Fiavé.