Alla scoperta del Doss Trento: quante sorprese!

Chi abita a Trento e dintorni lo vede tutti i giorni…ma quanti di noi sono saliti sul Doss Trento per scoprirne le sue meraviglie in compagnia dei bambini? Già, perchè è un luogo che si presta benissimo per un pomeriggio diverso, un pic-nic dopo scuola, una gita in compagnia. Per arrivare in cima consigliamo la passeggiata su strada asfaltata con accesso dal piazzale di via Brescia a Piedicastello,fattibile anche con il passeggino anche se in salita. Timothy, felice di una gita a sorpresa ha cominciato a raccogliere pigne fin dalla prima curva (immaginate per cosa…per fare dei lavoretti, of course!), dopodiché ha cominciato a fare domande a raffica su ogni specie di pianta e albero presente…fortuna che c’era con noi anche mia mamma, ferratissima sull’argomento 😉

 

Il percorso è piacevole, ben ombreggiato, con dei bellissimi scorci sulla città man mano che ci si alza. Si vedono i tetti del centro storico, l’Adige e le sue anse, ma anche le funivie di Sardagna che si incrociano e che danno sempre l’occasione di esprimere un desiderio. Caratteristica la galleria da percorrere a piedi, dove si può provare l’eco e sperimentare la frescura data dalla roccia. E poi, arrivati in cima, ecco il monumento a Cesare Battisti, il Museo degli Alpini (entrata gratuita, chiuso il lunedì, sabato e domenica su prenotazione) e i cannoni che sempre affascinano i più piccoli. Noi li abbiamo caricati, sì…ma con un mazzolino di fiori! Ampio il prato lì vicino, dove giocare e correre in libertà. Altri due minuti di passeggiata e si arriva alla sommità, dove si trovano i resti della basilica paleocristiana, una casetta traboccante di fiori e gnomi e un bellissimo boschetto, dove trovare un po’ di riparo nelle calde giornate estive.

20140617_154904

Molto carini i tabelloni informativi, con una speciale caccia al tesoro delle foglie: i bambini possono così prendere un rametto degli alberi circostanti, confrontarlo con i disegni presenti e scoprire cosí di quale specie si tratta e delle sue caratteristiche…inutile dire che questo ha subito appassionato Timmy! Così come il tabellone sugli animali presenti sul Doss Trento…quali? Venite a scop20140617_154835rirlo! Per scendere abbiamo deciso di prendere le scorciatoie costituite da simpatiche scalette che ci avrebbero però fatto morire all’andata..e così, fermandoci a cantare l’inno d’Italia in qualche terrazzino di sosta (i mondiali non c’entrano, ci avevano ispirati gli alpini e la storia di Cesare Battisti) siamo arrivati proprio in piazza a Piedicastello! Alla prossima!

20140617_154002

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *