Il lavoro, le fate, le streghe

Questo bel percorso tematico parla di lavoro, di fate e di streghe. Si trova in Val di Non e precisamente a Preghena (paesino che dista 11 chilometri da Cles in direzione Val di Sole, meno di un’ora di auto da Trento). Vi aspetta un fantasioso sentiero disseminato di personaggi scolpiti nel legno e di infrastrutture realizzate con materiali naturali (pietra e legno) che raccontano le fatiche della gente di montagna e le antiche storie della fantasia popolare.

 

IMG_8176-1Purtroppo si può parcheggiare solamente in paese e da lì cominciare la passeggiata: scrivo “purtroppo” perché questo implica una salita piuttosto ripida di almeno 20 minuti e la pressoché impossibilità di accedere con in passeggini. Trovare l’inizio non è semplice, ma chiedendo a qualcuno oppure consultando la mappa potreste riuscirci senza troppa difficoltà. Le prime opere in legno ad apparire sono stati gli animali: l’orso, la lepre, il falco, lo scoiattolo. Ma il bello arriva dopo un quarto d’ora di cammino: prima le spade nella roccia, poi il pentolone dei desideri, poi la strega volante e la “peste dal diaol“, un bellissimo mostro con la coda lunga ed un forcone. Continuando sul percorso ecco le campane per rendere inutili i malefici delle streghe e dei maghi. E poi via… si riprende in discesa: le motoseghe giganti e poi i pezzi di tronchi d’albero che suonano e che possono essere facilmente riconosciuti dai bambini grazie alle etichette esplicative.

Sulla sinistra ecco il “Doss da Mul“, da dove si vede la Valle di Rumo, il Mezzalone, Cis e la Valle di Bresimo, mentre poco più avanti sulla destra ecco un bel prato con una super tettoia di legno con tavoli e panche dove poter fare splendidi pic nic all’aperto (si può anche chiedere in Comune il permesso per arrivare fin lì con l’auto).

Anche lì diverse opere: la fatina prigioniera, la carbonaia (metodo antico per ricavare dal legname disponibile il carbone), lo gnomo che sorveglia lo stagno.

IMG_8178-1Il giro prevede una sorta di anello, prima di ritornare in paese, con altre opere: le scope delle streghe, i mostri dell’albero, il serpente, streghe o fate? il castagno e i funghi del bosco. Calcolate almeno tre ore per farlo tutto,  con bambini abbastanza grandi ed abituati a camminare. Per capire meglio come si snoda il percorso potete guardare la mappa QUI.

 

 

1 CommentoLascia un commento

  • […] Monte Pin (Livo). Ai piedi della catena montuosa delle Maddalene, potrete andare alla scoperta di come nasce il miele, con visita all’alveare dalla camera di volo. Da maggio ad ottobre possibilità di pernottamento con zona relax, spaccio-vendita di mele, succo di mela, miele. Il percorsi didattico “Vita in azienda” costa 10 euro a persona (gratis fino ai 4 anni), con gustosa merenda con prodotti propri e locali. La passeggiata durerà 2-3 ore. Lì vicino non perdete il bel percorso tematico “Il lavoro, le fate e le streghe“. […]

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *