Si tratta di un piatto tipico della Val di Non e della Val di Sole. Molto semplice e con ingredienti basici e poveri. Si differenzia dai tortei di patate per il modo di cottura: la torta è cotta al forno in teglia (una volta quella di rame e con il forno a legna) e viene servita a fette, mentre i tortei si friggono e sono tipo “pepite”.

Ingredienti:

  • 1 kg di patate (a pasta bianca, possibilmente vecchie)
  • 2 cucchiai di farina 00
  • sale
  • olio

Pelare le patate da crude e grattugiare le patate con la grattugia con i fori larghi (non troppo in anticipo perchè si ossidano!). Vi ritroverete una poltiglia e se sul fondo si forma un po’ di acqua meglio toglierla. Si aggiunge poi la farina, il sale e si mescola bene. L’impasto viene messo sulla teglia (che Sandra riveste con la carta forno) unta con l’olio. Si livella bene e si mette l’ultimo giro di olio.

Infornare a 200 gradi per circa 25/30 minuti. Una volta tolta dal forno si taglia a fette e si serve con salumi e formaggi trentini. Avete l’acquolina in bocca?

Altre varianti: con l’aggiunta dell’uovo nell’impasto delle patate (come la prepara Nicoletta dell’Agritur Solasna, in Val di Sole).

Altre ricette: