Passeggiate a go go sull’Alpe di Siusi

Meravigliosa  l’Alpe di Siusi che frequento fin da quando ero bambina, perché ci sono tantissime possibilità per passeggiare, divertirsi e mangiare un sacco di cose buone. Ci si arriva in 1 ora e mezza da Trento, uscendo dall’autostrada del Brennero a Bolzano nord . Si seguono le indicazioni fino a Siusi dove parte la cabinovia per l’alpe. In alternativa si può proseguire in macchina facendo attenzione di transitare prima delle ore 9 (l’Alpe di Siusi é un’ area di tutela paesaggistica, quindi la strada per l’ Alpe di Siusi é chiusa dalle ore 9.00 alle ore 17.00. Se si sale prima le 09.00 di mattina si puó parcheggiare nel parcheggio P2 Compatsch e costa €17 al giorno. A qualsiasi ora si puó riscendere in valle).

Photo Credit: pagina FB Sieser Alm / Alpe di Siusi – gennaio 2018

L’Alpe di Siusi offre davvero molto: si può sciare su piste bellissime, si possono fare escursioni con le ciaspole o anche solo con gli scarponi,  si può slittare sulle piste appositamente preparate e si può – anzi, si deve –  assaggiare i piatti deliziosi della tradizione. Noi abbiamo provato alcune passeggiate tranquille da fare anche con bambini dai 5 anni in su e altre anche con i passeggini. La prima meta è Malga Sanon: si parte dal parcheggio del Compatsch e all’altezza della chiesa ci si inoltrati nel percorso perfettamente battuto, in mezzo ai prati.  É aperta tutti i giorni fino all’08.04.2018, dalle ore 7:00 alle ore 19:00.

Photo Credit: pagina FB @biatasanon

Il paesaggio è notevole: sulla destra le piste della Bullaccia, alle nostre spalle lo splendido “dente” dello Scilar e davanti a noi tra un po’ vedremo il Sasso Piatto, con l’omonimo rifugio, e il Sasso Lungo. Il percorso è tranquillo e se avete la fortuna di capitare dopo una nevicata, come è stato per noi, tutto diventa magico. Abeti  bianchi, cespugli con fiocchi che sembrano cotone e ogni tanto un festoso scampanellio preannuncia la slitta trainata dai cavalli (costi per noi un po’ troppo proibitivi: attorno ai 70 euro!). Dopo circa 40 minuti si arriva ad un bivio dove è ben segnalata la Malga Sanon, raggiungibile in ulteriori 20 minuti. In mezzo ai prati innevati ecco la struttura con una spaziosa terrazza esterna dove nelle giornate di sole si può mangiare, riposarsi e far giocare i bambini. Noi abbiamo gustato i deliziosi canederli al formaggio, le patate arrostite con uova e speck e il famoso triangolo di cioccolato con i pinoli: provare per credere! Vi segnaliamo anche i bagni particolarmente attrezzati: puliti e con un angolo delizioso per il cambio pannolini. Si ritorna sullo stesso percorso dell’andata, per ammirare ancora questo paesaggio da cartolina!

 

IMG_5261

Un’altra escursione che consigliamo porta alla Gasthof Ritsch, passando dall’Albergo Panorama. Questo percorso è un po’ più impegnativo solo per la salita che permette di arrivare fin quasi sotto il “dente” dello Sciliar su comoda strada che noi abbiamo trovato piena di neve, ma ottimamente tenuta.

P1000208

Si parte sempre dal parcheggio del Compatsch: questa volta però giriamo a destra dove le segnalazioni sono ben visibili. La salita non pesa perché ad ogni curva vediamo un paesaggio fantastico  a 360° su tutta l’ Alpe con  le sue innumerevoli  piste da sci. Dopo circa 40 minuti arriviamo ad un bivio: da lì in cinque minuti si raggiunge il Panorama. Anche qui ci accoglie una splendida terrazza, le sedie a sdraio e i bambini possono giocare tranquilli: qui non abbiamo mai mangiato, ma i piatti che abbiamo visto passare erano sicuramente invitanti! Dopo un piccola sosta si riprende la strada che in 5 minuti ci riporta al bivio di prima e questa volta seguiamo l’indicazione “Ritsch”. Siamo praticamente al centro delle piste di discesa e fondo, ma la nostra passeggiata è tranquilla e in mezzo a una natura così incontaminata ci sentiamo davvero bene! Ogni tanto arrivano i cavalli che trascinano le slitte con i turisti che affascinano grandi e piccoli: sembra davvero di essere in un’altra epoca! In meno di mezz’ora ecco il rifugio, dove il pranzo è d’obbligo! Ancora canederli, zuppa d’orzo e la famosa frittata con i mirtilli che si chiama “kaiserschmarren”.

IMG_5254

Sulla terrazza notiamo tanti giochi in legno per i bambini. La strada del ritorno  in 40 minuti ci riporta al Compatsch, ma se siete stanchi ogni 20 minuti passa un bus che al costo di 2 euro vi trasporterà al  punto di partenza.

Una terza possibilità che suggeriamo è una visita al ristorante Tirler Alm. Dal Compatsch si prende il bus che porta in dieci minuti in località Saltria. Si seguono le indicazioni e in circa mezz’ora passando un piccolo ponte con accanto un ruscello semi-sepolto dalla neve si raggiunge questo posto delizioso che noi amiamo molto.

P1000195

Offre possibilità di gioco per i bambini,  le sdraio per gli adulti e una fantastica cucina che propone il menu tradizionale, con una speciale citazione per il piatto di costine e patate davvero fantastiche !

IMG_5251

Anche qui il paesaggio ci lascia senza parole: prati bianchissimi dove piccole baite di legno fanno capolino, una foresta rigogliosa alla base di montagne così belle da togliere il fiato. Insomma, avete capito: l’Alpe di Siusi è davvero magica, da qualsiasi angolazione la si viva.

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *