Al Bosco Caproni e trincee di Vastré

Questo è – assieme al percorso Drena 3000 Open Air Gallery – uno dei luoghi che più hanno sorpreso negli ultimi mesi di esplorazione 😉 Un posto sconosciuto ai più, che si trova a Massone, un paesino poco distante da Arco. Dovete avere un po’ di pazienza perché non è facile trovarlo, ma chiedete di “Bosco Caproni” e prima o poi arriverete su questa bellissima stradina immersa tra gli ulivi.

20150510_142445La passeggiata (non adatta ai passeggini) inizia subito in salita, ma presto al fatica verrà ricompensata. Al primo bivio girate a sinistra e costeggiate la montagna. Lì troverete facilmente appassionati di arrampicata libera sulle maestose pareti rocciose a strapiombo, ma anche le leggendarie cave di oolite, da cui nell’Ottocento veniva estratta la pietra bianca poi utilizzata per realizzare bellissime statue, come quella che troviamo in piazza Duomo a Trento, quelle sul ponte Taro a Parma oppure a Prato della Valle a Padova. Una volta esaurito il lavoro di estrazione, vennero utilizzate come rifugio antiaereo durante i grandi conflitti mondiali.

20150510_150229
Samuel, che al primo accenno di salita aveva cominciato a sbuffare, si è subito rianimato, colpito da tanta particolarità. Così, esplorando le grotte, immaginando come fosse la vita degli operai e leggendo una bellissima poesia incisa sulla roccia dedicata alla montagna (alla fatica, al sentimento di fratellanza, all’amore per le vette), siamo entrati in un meraviglioso bosco di lecci e proseguendo sul sentiero a sinistra abbiamo visto l’ultimo gruppo di cave. Se siete in dubbio se continuare o meno, vi suggerisco di fare una piccola pausa e di seguire poi le indicazioni delle trincee, dove i comandi austriaci si appostavano per controllare la valle del Sarca: magnifico il panorama sul castello di Arco fino al lago di Garda.
20150510_153232A Samuel abbiamo spiegato come venivano costruiti quegli incredibile muretti a secco, perché sono a serpentina e gli abbiamo chiesto di immaginare per un attimo come si siano sentiti i soldati ad attendere per giorni o ad attaccare il nemico da lassù. Poi ci siamo fermati a contemplare la vista e questa natura rigogliosa…
20150510_154829
Terminato l’anello delle trincee potete proseguire o tornare indietro come noi sulla strada dell’andata (due ore circa in totale, pause comprese). La nostra giornata è terminata con un super gelato alla squisita gelateria Wind delle Sarche e con una divertente visita all’Elias Adventure Park a Dro…ma questa ve la racconto domani!
20150510_143838

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *