Tag > trentino bambini fattorie animali

Che meraviglia gli animali di Malga Fratte!

Se quello che cercate è una giornata a contatto con la natura e i suoi animali, Malga Fratte sull’Altopiano di Vezzena (circa un’ora e un quarto da Trento) è il posto ideale per voi.

Si arriva comodamente con la macchina che si può lasciare nell’ampio parcheggio sterrato, (presenti anche alcuni camper).

Da qui si raggiunge in 2 minuti a piedi la malga ed è subito tutta una scoperta per i bimbi! Ad attenderli mucche, cavalli, conigli, caprette, maiali, vitellini appena nati, pulcini, asinelli….


e le galline, le vere “signore” di questa malga che girano indisturbate tra i tanti avventori presenti.

Malfa Fratte (6)

L’aria che respira sa davvero di natura e il panorama è molto rilassante con lo sguardo che si perde sugli ampi e verdeggianti prati, caratteristici di uno degli alpeggi più ampi del Trentino. Molto carino anche lo spazio con alcuni giochi dedicato ai bambini.

Una visita a tutti gli animali è d’obbligo, dimenticate quelle fattorie dove le mucche sono chiuse in batteria, qui pascolano felici nei grandi prati in compagnia dei cavalli e i pulcini zampettano in totale libertà vicino ai bambini, creando un’atmosfera davvero rilassante, nonostante la malga sia molto frequentata durante tutta la giornata.

Malfa Fratte (26)

La bellezza di questa malga sta proprio nel fatto che i bambini possono davvero esplorare indisturbati senza paura di incontrare pericoli sulla loro strada.
Malfa Fratte (7)

Dopo tanto esplorare la fame ha iniziato a battere! A Malga Fratte  si possono gustare degli ottimi taglieri di affettati e formaggi (prodotti proprio qui) da gustare sotto il pergolato, nel prato o su uno dei tanti tavoli presenti. Oltre ai taglieri il nostro consiglio (fidatevi ne vale la pena!) è di assaggiare il buonissimo yogurt, prodotto con il latte di malga, e i frutti di bosco, ne rimarrete conquistati e c’è il rischio, come capitato a noi, di dover fare il bis.
Malfa Fratte (20)Se vi piace il formaggio di malga o il burro fresco, la malga dispone anche di un punto vendita. Troverete sempre la fila, ma vale la pena aspettare qualche minuto perché i prodotti sono davvero di qualità! Se volete raggiungere la malga dopo una bella escursione potete optare per l’itinerario che porta al Piz di Levico (QUI il nostro racconto), o scegliere tra uno dei due sentieri tematici che si trovano a Luserna: Sentiero dell’Immaginario e il sentiero Dalle Storie alla Storia.

Trekking con le caprette a Maso Guez

A San Sebastiano di Folgaria, antico borgo dell’Alpe Cimbra, vi attende un posto davvero speciale, dove le caprette rispondono quando le  chiami per nome, le galline fanno uova colorate e il racconto delle leggende cimbre ti trasporta in un’altra dimensione: si chiama Maso Guez, ed è pronto a stupirvi con tante sorprese.

Maso Guez nasce dal sogno di Andrea, laureato in storia e filosofia, di far rivivere le tradizioni locali legate all’allevamento,  di dare la possibilità a grandi e piccini di trascorrere ore spensierate all’aria aperta, come quando le giornate dell’uomo si muovevano in simbiosi con quelle degli animali ed erano proprio i bambini a portare al pascolo le caprette.

Ecco cosa troverete a  Maso Guez :

FATTORIA DIDATTICA

Il contatto con gli animali ha un grande valore terapeutico, per questo a Maso Guez si organizzano momenti didattici per bambini adulti e cooperative di disabili. Attraverso l’esperienza diretta con le caprette, particolarmente predisposte al contatto con l’uomo, si può imparare molto sul loro mondo e un po’ anche sul nostro.

TREKKING CON LE CAPRETTE

Un’ espereinza incredibile che lascerà entusiasti grandi e piccini. A ciascun bambino viene affidata una capretta che l’accompagnerà per tutto il percorso e di cui dovrà prendersi cura; si parte così alla scoperta del territorio in un affascinante trekking ad anello di circa 2 ore . Serafino, il papà di Andrea, è una guida appassionata e coinvolgente che sa bene come intrattenere anche i più piccolini. Al ritorno, la moglie di Serafino vi accoglierà con un’ottima fetta di torta e una tazza di thè .

Quando: Tutti i sabati mattina dal 22 settembre al 27 ottobre
Ore: 9.30
Costo: 5,00 € trekking + 5,00 € di degustazione e visita al laboratorio del formaggio
Iscrizioni: +39 392 6904866 | andreaincani@live.it

UOVA ARCOBALENO

Sono galline super speciali quelle di Maso Guez:  le varie razze di galline allevate in piena libertà depongono uova dal guscio di colori differenti,  bianche, rosa,  azzurre, gialle e color cioccolato… Se vi capitasse poi di percepire un meraviglioso retrogusto di mandorla, è merito del siero di latte di capra che le galline bevono nel periodo della lavorazione dei formaggi.

SPECIALITÀ CAPRINE

Poco distante da Maso Guez si trova il piccolo caseificio a conduzione familiare dove potrete degustare le prelibatezze caprine che Andrea ha imparato a preparare con tanto impegno. Noi vi consigliamo di farne una piccola scorta perchè una volta assaggiate non potrete più farne a meno.

COME ARRIVARE :

Maso Guez si trova  in Via Lega Nazionale
a  San Sebastiano di Folgaria – Alpe Cimbra (TN)

Arrivando da Folgaria, proprio all’inizio di San Sebastiano, trovate sulla sinistra della strada il Caseificio e poco più avanti, sulla destra, sotto la strada principale, il Maso raggiungibile a piedi attraverso un comodo sentiero di pochi metri.

Maggiori informazioni su giorni e orari d’apertura li trovate QUI

Al Maso delle Erbe, a passeggio con i lama

Gli alpaca e i lama sono degli animali incredibili: docili, buffi, morbidosi… come non amarli? Così sono andata con i nostri due Samuel (uno grande e uno piccolo) e Gaia a provare i trekking che vengono organizzati tutti i giorni (da inizio giugno a fine settembre) al Maso delle Erbe, a Tesero, in Val di Fiemme.

maso erbe lama

Abbiamo scelto Papaia, Mango, Loco e Luglio per la nostra passeggiata, tre lama ed un alpaca: un’ottima idea per chi ha bambini che non hanno molta voglia di camminare o per chi vuole vivere un’esperienza particolare! Si prenota la gita telefonicamente (Stefano, 3458138733) e si parte alle 9 del mattino. Il tempo di conoscere gli animali ed avere alcune indicazioni su come relazionarsi (non si sta dietro di loro perché possono scalciare, non amano essere accarezzati sulla testa, se si accarezzano invece sul collo diventano più docili, si cammina alla loro sinistra ed ognuno è abituato ad un ordine preciso nella fila) ed ecco che si parte: Samuel “grande” in testa, a fare da capo branco, Gaia e l’altro Samuel dietro, che vispo com’è soffriva più o meno in silenzio la calma del camelide con cui era stato accoppiato!

Image-1

La strada, sterrata (volendo adatta anche ai passeggini, ma solo da trekking) comincia in salita per poi spianare in un ambiente incontaminato. In un’oretta circa si arriva nei pressi della bella cascata del Salime, un salto d’acqua di una ventina di metri, dove gli animali vengono lasciati liberi di mangiare l’erba di cui vanno ghiotti. I bambini ne hanno approfittato allo stesso modo per fare merenda e per coccolarseli ancora un po’. Al ritorno si sono divertiti anche a correre assieme al loro compagno di avventura e poi, non ancora stanchi, si sono fermati a fare le coccole alle caprette tibetane, che hanno una forza (e un odore!) davvero sorprendente.

maso erbe caprette

L’esperienza termina con un assaggio di succo di mela e dei mieli prodotti al Maso delle Erbe ordinabili anche via internet e una sbirciatina all’arnia didattica, con ricerca dell’ape regina, mille domande sui diversi tipi di api, sulla possibilità che escano dal vetro, la costruzione delle celle e così via!

maso erbe miele

La passeggiata con i lama e gli alpaca (prenotazione obbligatoria al 3458138733) è gratuita per i bimbi fino a 4 anni. Dai 5 ai 12 anni costa 11 euro. Per gli adulti costa 16.50 euro. E per le famiglie, con uno o più figli, il tetto massimo è di 44 euro. Vedrete che esperienza carina!

Se la vostra idea è quella di fermarvi in zona per un paio di giorni, potete sostare nella bella area sosta di Tesero.

 

Spunti di primavera: un tour tra fattorie e maneggi

Non abbiamo segreti: per noi del Trentino dei bambini “primavera” significa la possibilità di uscire, esplorare, vivere la natura. Le fattorie e i maneggi sono i luoghi ideali per celebrare questa stagione che, come dice Timothy, “è la più bellissima dell’anno”. Se a questo aggiungete che fino a mercoledì i bambini sono tutti a casa e che le fattorie sono sempre un luogo amato,  questo veloce vademecum di posti da vedere vi sarà utilissimo. Potete persino stamparlo e spuntarlo.

Toccheremo tante zone del Trentino e sicuramente anche quelle vicine a casa vostra. Iniziamo il tour?

A Covelo di Cimone non perdete l’azienda agricola “PROFUMI DI CAMPAGNA”: Danila vi accoglierà con un sorriso e insieme a lei non solo la sua famiglia “umana” ma anche quella “animale”: coniglietti, pecorelle, lama, cani, gattini, caprette e via dicendo. Ognuno con una storia da raccontare. Da Danila porterete via anche qualche infallibile spunto “veg”.

A Bosentino, con una vista incredibile sopra il lago di Caldonazzo, fate un salto dalla simpatica Francesca del “LEPROTTO BISESTILE”: un sogno diventato realtà sulle pendici scoscese della montagna. La salita che Francesca si fa per curare le sue piante (in maggioranza officinali) e le sue bestiole (i galli sono il top, ma anche asini, conigli e via dicendo) è direttamente proporzionale all’amore che lei mette in questo suo lavoro. Se la chiamate avrà sicuramente qualcosa da mostrarvi e siamo sicuri che “il leprotto” sarà addobbato per Pasqua oltre che con il solito buonumore di Francesca.attila-730x410

Se vi piace la Val dei Mocheni tanto quanto piace a noi, oltre all’immancabile passaggio dal Museo Pietra Viva,  potete visitare “LA MARIANNA”  di Sant’Orsola che è proprio nei paraggi del museo. Qui gli asini e i cavalli la fanno da padrone e in questo periodo potete visitarli e lasciarvi affascinare da loro, mentre più avanti sarà possibile prendere la patente asinina, ambitissima dai bambini e, secondo noi, anche da qualche genitore.

Altri posti dove potete vedere cavalli e pony? Ci pensa, a Vigolo Vattaro, il MASO DEL SOLE, in un’atmosfera rilassata e piacevole: tra gatti dormiglioni, un piccolo bar dove riscaldarsi, la vista al centro di equitazione e, non per ultimo, il bosco a due passi.

Anche la Val di Non ha i suoi posti giusti per gli amanti del cavallo e dell’equitazione e noi vi ricordiamo gli amici del SUNNY RANCH di Cavareno, aperti tutto l’anno e disponibili a farvi capire come si vive a stretto contatto con gli equini. Noi non solo c’eravamo stati ma avevamo, parlo per me, fatto un emozionante giro a cavallo. Da provare.

Sull’altopiano di Pinè imperdibile anche IL SOGNO DI CHEYENNE. Il nome la dice  già  lunga. Potrete vedere anche caprette, oche, maialini, conigli, cani e molti altri amici animali. C’è un campo scuola di equitazione, un laghetto, un giardino di erbe officinali, una piscina ed un’area grill. Ci piace no?

Se vi volete far guidare anche dalla gola non potete perdervi l’AGRITUR SOLASNA, in Val di Sole a Caldes. Silvia lo adora, e non solo per il cibo. Se ci andate non potete non salutare Galileo l’asinello, ma tanti sono i simpatici e buffi animali presenti, come le pecore, le caprette, le oche, le mucche e le galline. Cura del dettaglio e grandi sorrisi. Da vedere.

DSC_0543-1024x679

Li conosciamo da anni e la loro capacità di coinvolgere i bambini e di far vedere cose bellissime è naturale: alla fattoria EN GALAVRA di  Godenzo di Lomaso vi divertirete tutti, genitori compresi. Cosa vedere? La particolarità è che è un luogo autentico, aperto tutto l’anno, anche la domenica e i festivi e non serve la prenotazione. Perché  per le visite delle famiglie non ci sono attività strutturate: si partecipa semplicemente a quello che stanno facendo in quel momento gli abitanti della fattoria. Forte vero?

Sulle Alpi Cimbre, a Folgaria, una fattoria dal nome strano ma indimenticabile il LONGANORBAIT. Noi c’eravamo stati con Timothy e ci eravamo divertiti tantissimo non solo a provare l’oncoterapia, ma anche a conoscere il cavallo (la cavalla in realtà) più vecchia del Trentino: Tamara. Quasi quarantenne e incredibilmente vispa! Fateci sapere se si è fatta accarezzare.

Amanti del Primiero? A Canal S. Bovo l’azienda agricola EL MAZAROL domina la Valle del Vanoi. Aperta tutto l’anno troverete una cinquantina di capre da latte e le mie preferite: le api. Qui i gestori usano la cura alternativa degli animali che, grazie a quesa filosofia, danno prodotti molto energetici. E’ una biofattoria didattica tutta da scoprire! malga-730x548

Anche con ATHABASKA avrete di che divertirvi: alle Malghette Darè, vicino a Campiglio, ci sono non solo lama e alpaca, ma anche un sacco di cose divertenti da scoprire sui cani e sui maialini tibetani, persino come sono sopravvivere a un attacco di orso! non perdete l’occasione.

Se vi abbiamo fatto venire voglia di vedere gli animali conosciamo altri posti super interessanti da vedere, anche se non sono proprio fattorie didattiche. In primis il  PARCO FAUNISTICO DI SPORMAGGIORE che apre in via straordinaria proprio il 26, 27, 28 marzo 2016. Qui troverete non solo i famosi orsi, ma anche le linci, le volpi, il lupo, i pavoni (come non saperlo con un fan come Timmy?) e tantissimi altri animali. Affascinati dai cervi? Non perdete il PARCO DI PANEVEGGIO, di cui tante volte vi abbiamo parlato sia in estate che in inverno… sempre uno spettacolo! Ma anche l’area faunistica vicino agli impianti di PEJO, meno conosciuta ma con grandi risorse, merita una visita. 

Ne avete abbastanza? Ora non vi resta che decidere: non è facile ma potete farcela! Noi non vi sveliamo dovremo andremo in questi giorni di festa. Non molto lontano ma il Trentino Alto Adige è bello per questo: un sacco di cose da fare e da vedere a due passi da casa.

Buona Pasqua a tutti!