Aussermahrhof: magia in Val Casies

I masi del Gallo Rosso (associazione degli agriturismi in Alto Adige) mi hanno già conquistata da tempo. Prima con il Maso Tiscion in Val Gardena e poi con il Redenhof in Valle dei Molini (Val di Tures) e ora con l’Aussermahrhof in Val Casies, laterale della Val Pusteria. Un nome tanto difficile da ricordare quanto indimenticabile dopo qualche giorno di vacanza qui. Sarà questo maso risalente al 1700, sarà la famiglia Taschler, saranno le colazioni incredibili o proprio un mix di tutto questo, ma stare qui in vacanza riempie il cuore e lo spirito. Sei gli appartamenti, da quattro a sette posti letto, ampi e spaziosi. Tutti con cucina e soggiorno, in modo tale da potersi organizzare anche in autonomia con i pasti e godere di un’ambiente familiare. Belli i soppalchi, i letti matrimoniali in legno massiccio, i letti a castello e autentiche chicche come le stanze qui sotto.

E poi c’è l’accoglienza dell’intera famiglia, che finché non la provi non ci credi. Teresa, anima della struttura, che prepara colazioni pazzesche… da mille e una notte. Una grande percentuale di quello che c’è in tavola è di loro produzione: gli affettati (bresaola di manzo, speck e prosciutto affumicati), il pane, dolci e torte varie, formaggi (con il latte delle mucche del maso) e burro, yogurt naturale e alla frutta. E naturalmente c’è la possibilità di avere la frittata con le uova delle loro galline e lo speck. Che bontà! Prendetevi tutto il tempo che serve per provare questa meraviglia: succhi, sciroppi, marmellate (anche questi preparati in casa) e miele.

Una volta a settimana gli ospiti vengono invitati a preparare la ricotta, il pane integrale, o qualche specialità della cucina altoatesina. Un bel modo per conoscere la cultura del luogo e trascorrere un pomeriggio indimenticabile. Qui sotto vedete all’opera Christa e Theo, i nipoti di Teresa di 10 e 4 anni, mentre preparano il pane e la ricotta.

E in quest’occasione alla sera si cena tutti insieme, con le specialità del maso, per finire in bellezza con un falò all’aperto attorno al quale si beve il vin brûlé, si mangia un dolce e si chiacchiera in allegria, mentre i bambini si divertono a slittare sulla neve.

Già, perché qui tutto parla di semplicità e di armonia, in un contesto contadino autentico. Si può andare a veder gli animali in stalla: le mucche, i vitelli, le pecore, le galline, i gattini… aiutando anche il fratello di Teresa, Alois, proprietario del maso, nella sua attività giornaliera. Ci sarà tempo per giocare all’aperto e per chiacchierare nella Stube in compagnia di nonna Elisabetta e di ascoltare l’altra nipote, Laura, mentre canta e suona la chitarra.

Al maso potrete poi acquistare anche i prodotti che vengono preparati dalla famiglia, sia durante la vacanza sia a casa, in modo da portare con voi ancora per un po’ la bontà e la genuinità di questo luogo. E poi c’è la Val Casies, con la sua bellezza incontaminata, che vi aspetta per passeggiate meravigliose.

Cose da fare in inverno nei dintorni del maso:

Ma la Val Casies è splendida anche in estate… e io sono sicura che presto ci torneremo!

Passeggiate e attività nei dintorni:

Lago di Anterselva

Lago di Breies

Val Fiscalina

Altre malghe in val Casies: malga Uwald

Le piste da slittino in Val Pusteria

A veder le renne a Croda Rossa