Qui in Trentino ci sono delle malghe davvero eccezionali, dove tutto profuma di buono e si ha la possibilità di entrare in contatto diretto con un mondo genuino. Una assolutamente da non perdere è Malga Casapinello, sopra il paesino di Torcegno, in Valsugana nella verde Val Cavè. A quota 1700 metri, è uno di quei posti in cui poi i bambini vogliono tornare sempre, ci sarà un motivo no?

La struttura è composta dalla malga e dall’agritur Paradiso. Da qualche tempo non si può più pernottare qui, ma ci sono alcune convenzioni in corso con b&b della zona. Qui si lavorano tra i sette e gli otto quintali di latte al giorno, della cinquantina di mucche che pascolano attorno alla malga.

Innanzitutto bisogna andare a vedere come funziona la preparazione del burro e del formaggio: nel laboratorio di caseificazione viene spiegato come dal latte si arriva a questi prodotti che vediamo quotidianamente sulle nostre tavole. Pensate che qui si fa bollire il latte come da tradizione, posizionandolo su un paiolo con il fuoco alimentato a legna. Vedete questo bel burro di colore giallino? Dovreste assaggiare anche voi quanto è buono!

Alla Casapinello non solo si possono acquistare i prodotti, ma si può anche mangiare, tutti i giorni: cucina tipica e assaggi dei prodotti caseari e insaccati. Un’atmosfera genuina, e ottimi piatti della tradizione trentina come la lucanica alla piastra, le braciole, la tosella con la polenta, il “formai rostì” e ottimi dolci fatti in casa. Interessante la possibilità di fare colazione su prenotazione dalle 8:30 con caffè, latte, pane, burro e marmellata e merenda, con dolci o affettato e formaggi.

Prima di tornare a casa potete comprare formaggio, burro, ricotta e tosella, e osservare da vicino mucche, maiali, capre di razza mòchena e cavalli che corrono liberi sui pascoli. Prodotti di punta sono quelli freschi (ricotta e tosella), ma soprattutto il taleggio di malga e l’erborizzato di capra (aromatizzato alle erbe). Si possono trovare anche yogurt e burro.

Progetti della malga:

Malga Casapinello partecipa all’iniziativa dell’Apt Valsugana Lagorai “Adotta una mucca”, che permette di “adottare” a distanza una mucca e poi andare a conoscerla durante il periodo dell’alpeggio per ritirare i prodotti realizzati con il suo latte.

Inoltre rientra nel progetto Trentino di malgaun marchio che identifica solo ed esclusivamente le specialità casearie prodotte nelle malghe della nostra provincia con latte d’alpeggio e stagionatura di almeno 9 mesi.

Come raggiungerla: 

Si arriva dalla statale della Valsugana, prendere l’uscita per Roncegno. Seguire le indicazioni per Ronchi e, superato il paese, all’altezza del Ristorante Le Betulle salire sulla sinistra. Proseguire per circa 5 km su strada asfaltata, poi seguite la segnaletica per Malga Casapinello. Gli ultimi due chilometri sono sterrati, strada a volte disconnessa a causa delle piogge. Chiamate prima per sapere come è messa! Altrimenti parcheggiate e salite e piedi.

Per info utili:

Aperta durante il periodo dell’alpeggio, dai primi di giugno fino a metà settembre.

Tel. 📞 347 829 3665

Cosa fare nei dintorni:

Collocato a pochi passi dalla malga l’Ecomuseo del Lagorai ha individuato il “Sentiero del Lariceto” che per due chilometri di lunghezza attraversa una bellissima area formata da larici secolari. Una vera scoperta per grandi e piccini al termine del quale è possibile sostare al laghetto di Casapinello per un pic-nic tra la natura e la montagna.

Oppure:

 

Noi ci siamo stati con la televisione qualche anno fa, guardate qui il video: