Rovereto, conosciuta come “la città della Quercia” (infatti “Roboretum”, origine latina del nome, si riferisce ad un bosco vicino dove un tempo le querce crescevano abbondanti), è una bella cittadina ricca di eventi e luoghi interessanti. Ecco alcuni spunti per le famiglie che possono arrivare in auto, ma anche con il treno, scendendo comodamente alla stazione centrale e trovandosi già praticamente in centro.

  1. MUSEO CIVICO e PLANETARIO. Si tratta del museo della città, cuore della ricerca scientifica, delle attività per le famiglie e di mostre temporanee. QUI, sul sito ufficiale, trovate tutti gli aggiornamenti e l’agenda degli eventi. Per quanto riguarda il Planetario non vi dovete aspettare un osservatorio astronomico (quello vero si trova sul Monte Zugna e completa la proposta cittadina del planetario, leggete QUI), ma si tratta di una struttura che permette  di riprodurre in una stanza un cielo realistico, proiettando i diversi oggetti celesti e i loro moti apparenti.
  2. MART E CASA DEPERO. L’arte contemporanea vive a Rovereto grazie agli allestimenti permanenti e temporanei di questo importante museo che si mette a livello di bambini e ragazzi. Interessante l’audioguida, che noi abbiamo provato per voi (leggi QUI), anche nella Casa Museo di Depero, che a Rovereto è nato e vissuto. L’audio guida è lo strumento migliore per avvicinare i bambini alla sua particolare visione dell’arte. Molto consigliato!
  3. MUSEO DELLA GUERRA Si staglia sopra Rovereto, all’interno del Castello, e prevede un suggestivo percorso che porta alla scoperta di torrioni, cunicoli, cannoniere e di una vasta raccolta di armature, armi bianche e da fuoco. Nella sezione dedicata alla Grande Guerra, gli oggetti sono accompagnati da immagini e testi e avvicinano i più piccoli al difficile tema della guerra e dei conflitti. Nelle sale sono disponibili schede illustrate che aiutano a riconoscere i reperti più significativi.
  4. LAVINI DI MARCO. Si tratta di uno dei siti paleontologici tra i più importanti e spettacolari in Europa, dove si possono osservare le orme di molti dinosauri vissuti all’inizio del Giurassico (circa 200 milioni di anni fa). Troverete decine di orme, di forme e dimensioni differenti impresse lungo un ripido colatoio di circa duecento metri alle pendici del monte Zugna, a sud di Rovereto (dove si trova l’Osservatorio Astronomico). Da aprile ad ottobre si può partecipare alla visita guidata organizzata dal Museo Civico, assolutamente consigliata (info e prenotazioni: 0464 452800 – museo@fondazionemcr.it )
  5. EREMO DI SAN COLOMBANO. Non dimenticatevi di visitare questa meraviglia architettonica: l’eremo di San Colombano, a 3 chilometri dalla città, costruito nella roccia. E’ raggiungibile in un quarto d’ora a piedi dal parcheggio che si trova sulla statale che porta a Vicenza. Una breve discesa nel verde della vallata scavata dal torrrente Leno, il ponticello sopra al fiume e poi ecco la scalinata di 102 gradini che porta rapidamente alla meta, dedicata al Santo che secondo la leggenda in veste di giovane cavaliere uccise il drago che provocava la morte di bambini battezzati nelle acque del torrente. L’eremo non è sempre visitabile, aperto principalmente nei weekend da metà aprile a fine settembre, ma per avere informazioni sull’apertura nel periodo della vostra visita vi consigliamo di contattare l’ufficio turistico al numero 0464 430363.
  6. LA CAMPANA DEI CADUTIFusa con il bronzo dei cannoni delle nazioni partecipanti alla Prima Guerra Mondiale, è la campana più grande del mondo che suoni a distesa. Ogni sera al tramonto i suoi cento rintocchi sono un monito di pace universale, dal grande significato simbolico.
  7. PERDERSI NEL CENTRO STORICO DELLA CITTA’. Piazza Rosmini con la sua fontana, Palazzo del Bene con i suo stile rinascimentale di tipo veneziano e i dipinti che rappresentano le stagioni, passando per Via degli Orefici, Piazza Nettuno e Via dell Mercerie. Merita una visita la Chiesa di San Marco e terminare la passeggiata lungo il Leno.

Una bella passeggiata, soprattutto nel periodo primaverile ed estivo, che parte proprio dal centro storico e che vi porterà a scoprire scorci inediti e sulla città oltre a scorci davvero affascinanti è il Giro del Monteghello, QUI il racconto della nostra esperienza.

Se decidete di prendervi qualche giorno per scoprire la città, vi consigliamo l’Ostello di Rovereto, con nuove stanze pensate appositamente per le famiglie ed un buon rapporto qualità/prezzo!