Là tra i monti, a Maso Filzerhof

In Valle dei Mòcheni si trova questa tradizionale abitazione che consente di entrare in contatto con aspetti legati alla vita della comunità mòchena, dal lavoro alla socialità. L’edificio risale al 1400 ed è perfettamente conservato in molte delle sue parti. Le visite guidate accompagneranno grandi e piccini negli angoli del maso, raccontando abitudini, tradizioni, storia e cultura delle popolazioni autoctone.
La visita guidata  ci ha permesso di conoscere qualcosa di importante degli antichi abitanti di questa parte della valle dei Mòcheni, delle loro abitudini e del loro stile di vita. Ogni maso era praticamente autosufficiente: qui si producevano e si conservavano carni, formaggi e cereali; la vita era meno frenetica, ma al contempo più dura e si svolgeva tra lavori agro-silvo-pastorali e la cucina che fungeva da fulcro dell’intera vita familiare. Si mangiava tutti insieme in un grande piatto in questa stanza in cui intanto che cuoceva il pane si affumicava la carne. Siamo rimasti affascinati soprattutto dalla cantina in cui si conservavano i formaggi in una grande cassa appesa al soffitto a botte (per evitare gli attacchi dei topi) e dove si immagazzinavano le scorte. L’ambiente era piacevolmente fresco proprio per garantire la conservazione e la stagionatura degli alimenti. Se poi credete che casa vostra sia troppo piccola per la vostra famiglia è perché non avete visto queste stanze da letto in cui si riunivano genitori e figli.
20150806_155503Una visita che ci fa capire in maniera tangibile ed estremamente interessante, anche per i bambini, come la vita di un tempo era diversa , si lottava per la sopravvivenza ma si respirava appieno il valore che aveva la famiglia: si stava insieme sul serio e si condivideva tutto. La visita a questo maso, anche grazie alle simpaticissime e preparatissime guide ci hanno aiutato a conoscere qualcosa di più sul nostro territorio e sulle genti che lo abitavano.

Come raggiungerlo? Una volta superata Pergine, seguite la SP9, e una volta superato l’abitato di Sant’Orsale, arrivati in prossimità di Canezza, proseguite lungo la strada SP135. Superata la frazione Slompi di Fierozzo troverete le indicazioni per il maso Filzerhof che si può raggiungere tamite un breve sentiero percorribile solo a piedi.

Aperture: orario di apertura 15.00−17.30;

  • maggio: domenica;
  • giugno: venerdì e domenica;
  • luglio e agosto: martedì, giovedì, sabato, domenica;
  • settembre: domenica;
  • aprile e ottobre: apertura per i gruppi su prenotazione.

Prezzi:

  • Intero 3,50 €
  • Ridotto per famiglie di due genitori e per bambini sino a 18 anni 8,00 €
  • Ridotti per gruppi di almeno 20 persone, over 65, categorie protette e ragazzi dai 6 ai 18 anni 2,50 € a testa
  • Gruppi organizzati da enti della comunità mochena, scuole e interventi formativi 1,00 € a testa
  • Biglietto cumulativo per gruppi 2,50 € per sede
  • Fino a 6 anni ingresso libero

Biglietti per più sedi museali:
-cumulativi singoli per 2 sedi: 6.00 euro
-cumulativi singoli per 3 sedi: 8.00 euro
-famigliari: 8.00 euro
-famigliari 2 sedi: 14.00 euro

Inoltre per i possessori di Guest Card Trentino l’ingresso a tutte le nostre sedi museali è gratuito.

Biglietto stagionale che permette di visitare tutti i musei della valle anche in momenti diversi dell’anno (2019) a 15 euro e comprende:
Istituto Cultuale Mòcheno
Filzerhof
Mil
Sog van Rindel
Museo Pietra Viva
Gruab va Hardimbl
S Pèrgmandlhaus

Informazioni: Istituto culturale mòcheno 📞 0461 550073  📧 www.bersntol.it

2 CommentiLascia un commento

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *