In ogni stagione Trento offre molti spunti per lo svago, riempiendosi gli occhi di tanta bellezza. Ecco dieci idee per voi scelte in base alla nostra esperienza, per passare 24 ore (o più) senza annoiarsi:

  1. “GIRO AL SASS” e GALLERIA CIVICA se non siete di Trento o almeno trentini questa definizione vi potrà suonare strana, ma è la trasposizione in dialetto locale del più famoso “fare una vasca”, o del “dar vuelta” spagnolo, cioè fare un giro nel centro storico della città. Se partite da via Roma e vi inoltrate per via Oss Mazzurana, passando da Piazza Battisti, via del Simonino, e ancora via Oriola, piazza Pasi non potrete che rimanere stupefatti, alzando lo sguardo sulle bellezze che contraddistinguono Trento. Si continua con il Duomo, la fontana del Nettuno e le case affrescate che circondano la piazza. Nei dintorni, nella bellissima via Belenzani, trovate anche la Galleria Civica (aperta dal 2 giugno 2020 con ingresso a 1€ per tutto il mese) che offre mostre ma anche un calendario di attività per famiglie sempre interessante.
  2. MUSE per chi vuole andare dritto al sodo e scoprire il cuore pulsante della ricerca e dell’innovazione, a Trento è d’obbligo un passaggio in questo che è ben più di un “museo”: mostre interattive (fino a giugno “CosmoCartoons”), percorso espositivo permanente, e tante attività in quello che in pochi anni si è affermato come must delle cose da vedere in Trentino. QUI una delle nostre tante recensioni. Aperto dal 2 giugno 2020 con ingresso a 1€ per tutto il mese,con attività in sicurezza negli spazi all’aperto dal 5 giugno.
  3. CASTELLO DEL BUONCONSIGLIO: imperdibile occasione di conoscere un pezzo della storia di Trento, tra le mura di questo elegante castello proprio nel cuore della città. Il Ciclo dei Mesi, uno dei più affascinanti cicli pittorici di tema profano del tardo Medioevo, sta proprio in una delle sue torri ed è bellissimo a qualsiasi età. Tante le attività che vengono organizzate per le famiglie… le potete trovare sempre aggiornate QUI.
  4. FUNIVIA DI SARDAGNA e TERRAZZA PANORAMICA “BUSA DEI ORSI”per avere una visuale di Trento davvero mozzafiato vi consigliamo di prendere la funivia che parte da lung’Adige (che ha il costo di un viaggio in bus, infatti si può salire anche con un biglietto ordinario) e arriva fino alla località Sardagna. Appena scesi, fatto qualche passo potrete guadare la città dall’alto da quella che i trentini chiamano “la busa dei orsi” (perchè negli anni Ottanta venivano ospitati qui dei plantigradi) ovvero una struttura a gradoni in acciaio, sospesa, che funge da piccolo teatro all’aperto con 80 posti a sedere. Una vera “gabbia” sospesa nel vuoto che vale una visita e anche un selfie. Da qui si vede tutta la città e oltre! Lì vicino, per mangiare delle pietanze locali di alta qualità potete fare un salto o a Trento Alta, oppure a dieci minuti a piedi l’Osteria S. Rocco, che abbiamo provato per voi restandone soddisfatti (leggete QUI).

    Crediti fotografici: Comune di Trento

Trento ha attrazioni che possiamo considerare “cittadine” anche se non sono proprio nel centro storico, poiché raggiungibili in pochi chilometri e soprattutto anche con i mezzi pubblici (uno per tutti la ferrovia Trento Malè la cui stazione è adiacente a quella dei treni). Ecco allora che vi consigliamo:

  1. IL DOSS TRENTO è il “dosso”chiamato amichevolmente “verruca” dai trentini perché sorge proprio sopra il fiume Adige come un’escrescenza. In realtà è un ottimo pretesto per vedere la città dall’alto, per fare una passeggiata nella natura e scoprire un pezzo di storia di Trento con il monumento a Cesare Battisti e diversi reperti storici, in particolare di guerra. Per arrivare in cima consigliamo la passeggiata su strada asfaltata con accesso dal piazzale di via Brescia al quartiere Piedicastello, dalla destra del fiume Adige.
  2. MONTE BONDONE – si tratta della montagna “della città”, ovvero la vetta più facilmente raggiungibile in auto o con i  mezzi pubblici che permette a tutti di godere di una bella passeggiata o, in inverno, di una sciata (diverse le scuole di sci o i maestri a disposizione per poter imparare: dalla Scuola Italiana di Sci e Snowboard Monte Bondone ai Maestri di Sci e Snowboard Cristallo che spesso organizzano delle attività anche d’estate). Alle Viote del Monte Bondone si trova anche la Terrazza delle Stelle che soprattutto d’estate propone tanti eventi legati alla scoperta del cosmo, a cura del MUSE. Sempre a cura dei botanici del MUSE sul Bondone impossibile non visitare il Giardino Botanico Alpino e il vicino parco giochi che permette di passare dei bellissimi momenti di svago in mezzo alla natura.
  3. IL BOSCO DELLA CITTÁ per chi non vuole perdere occasione di fare una bella passeggiata senza allontanarsi troppo il Dosso di San Rocco, sopra Villazzano Tre, raggiungibile anche con i mezzi pubblici è denominato “bosco della città” perché è un bel parco rigoglioso. Dopo una  leggera salita si continua su un percorso ad anello con diversi punti panoramici, panchine, fontane con acqua potabile e tanti alberi anche importati da altri paese europei. Nel cuore del bosco si trova il IL CENTRO RECUPERO FAUNA SELVATICA  che dispone di un’area didattica con 3 voliere che ospitano uccelli non recuperabili alla vita selvatica (ancora chiuso dopo il lockdown, ma normalmente è aperto il sabato e la domenica con orario 9-12 e 14-17, mentre gli altri giorni su prenotazione: www.crfs-trento.it, email: trento@lipu.it, 0461931481 ,  3402491886 oppure 3402424237, pagina facebook)
  4. Se i vostri bambini non resistono senza vedere degli animali, il Trentino è sicuramente il posto giusto! E anche se vi eravate imposti di rimanere in città arrivare alla magica fattoria didattica IL LEPROTTO BISESTILE non è poi così lontano e vale il viaggio. Si trova sopra il lago di Caldonazzo, a circa venticinque minuti di macchina da Trento, nella località di Bosentino. Ci sono visite programmate e tanti eventi in calendario mensilmente, ma se telefonate a Francesca potete accordarvi per una visita “mordi e fuggi”. Troverete le galline felici, gli asini, i coniglietti e tanti animaletti da scoprire.

Poteva mancare una lista delle passeggiate da fare nei dintorni di Trento? Assolutamente  no! 🙂

Eccole raccontate per voi:

Se cercate un albergo o maggiori in formazioni potete consultare l’APT di Trento, Valle dei laghi e Monte Bondone, QUI.