Malghe Baite e Table: che scoperta!

A me non era mai successo! Di malghe ne ho viste molte ormai e ognuna ha qualcosa di originale e qualcosa che l’accomuna con le altre, naturalmente. Questa volta però Paolo, che gestisce malga Table in Valle del Chiese, proprio sopra Boniprati, ci ha stupiti sul serio: salendo per la strada che conduce alla malga infatti siamo stati accolti da una musica stupenda. Lí per lí non capivamo bene se fosse un cd, la radio o cos’altro, ci siamo fermati poco sotto la malga a osservare lo spettacolo delle montagne e della valle aperta che, accompagnato dalla musica aveva davvero un grande fascino. Sbagliando strada per accedere alla malga siamo finiti proprio dentro al recinto delle caprette: uno spasso. Qualcuna ha puntato Timothy che naturalmente ha tentato un approccio simpatico da “malgaro” vissuto, ma nessun danno, solo qualche risata. image

All’arrivo sulla terrazza della malga la scoperta: nessun cd, nessun radio, ma le dita sapienti del maestro Gianfranco Demadonna che accarezzavano il piano per accogliere al massimo i turisti. Paolo ci spiega che anche malga Table fa parte del progetto “Malghe Aperte”, attivo anche per il 2018 e promosso in Valle del Chiese, ma che per come é fatto lui ha preferito proporre cose alternative ai suoi ospiti, dell’esposizione di quadri, alla lettura di libri con gli autori, fino alla musica dal vivo e, attenzione, oggi ci sarà un evento tutto per i bambini, con la presenza di due maestre che si occuperanno di animare il pomeriggio. Ci piace Paolo, perché si vede che ama questo posto e che vuole realizzare qui un po’ dei suoi sogni. Come a Malga Nudole nemmeno qui si può mangiare o bere per ora, ma non importa, questo primo approccio ci sembra già un buon punto di partenza. Bisogna fare un salto quassù per vedere il panorama mozzafiato.image

Poco sotto malga Table c’è Malga Baite, gestita da una famiglia di ex ristoratori e che hanno intrapreso la strada della produzione del formaggio e dell’allevamento del bestiame proprio in questa malga. Qui, oltre alle attività per i bambini proposta dall’evento “Malghe aperte” (da fine luglio al primo settembre 2018), come a malga Nudole, si può prendere anche parte ad alcuni laboratori sulla caseificazione. Noi abbiamo giocato con le mucche vere e poi le abbiamo disegnate, colorate e incollate con gli amici della malga. Abbiamo accarezzato i cuccioli di cagnolino è chiacchierato con la simpatica signora che gestisce questo bel posto.

image
Entrambe le malghe sono raggiungibili, da Pieve di Bono, passando per Prezzo e seguendo le indicazioni pere Boniprati dove, scopriamo, c’è un parco giochi degno di nota, di quelli che tutti vorremo avere nei nostri paesi: stagno con ninfee, castelli per piccoli e grandi, prati curatissimi e naturalmente le montagne. Ci piace molto e ci fermiamo a giocare, facendo due passi anche nel vicino biotopo.

1 CommentoLascia un commento

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *