In Trentino Alto Adige sono davvero moltissime le cascate che con la loro imponenza incantano grandi e piccini. Alcune sono facilmente raggiungibili altre necessitano di una piacevole passeggiata, altre si trovano all’interno di parchi. Se anche voi amate scoprire la natura con un piccino d’avventura, questo articolo fa per voi! Vi potrebbero interessare anche i canyon e le grotte da visitare con i bambini. Ma tornando a noi, qui sotto trovate tutte quelle che abbiamo ammirato in questi anni:

Le cascate del Trentino con i bambini

Si sa, è più facile far camminare i piccoli se hanno uno scopo, in questo caso, con un pizzico di fantasia è proprio un gioco da ragazzi! Le cascate regalano un’atmosfera magica, tante storie e bellissimi arcobaleni.

PARCO CASCATA DEL VARONE

A poca distanza da Riva del Garda, c’è un luogo tutto da scoprire! Appena varcata la soglia d’ingresso ci si trova catapultati in un rigoglioso parco botanico che si sviluppa su più livelli, a sinistra un giardino zen e nel fondo la grotta che contiene un’imponente cascata. Sono due i punti di osservazione: dal basso o dall’alto dove si può ammirare il salto di quasi 100 metri di altezza! Il nostro racconto dettagliato qui.

Aperto tutto l’anno tranne il giorno di Natale dalle 9 alle 19 con qualche riduzione di orario nei mesi più freddi. Prezzi dei biglietti a partire da 5 euro, pacchetto famiglia da 19 euro. Orari e tariffe sempre aggiornate qui.

ORRIDO DI PONTE ALTO

Un profondo canyon, a pochi passi dal centro storico di Trento, scavato dalle acque tumultuose del Torrente Fersina nel corso di migliaia di anni. Qui ci sono due cascate di ben 40 metri. Per motivi di sicurezza la forra è accessibile solo se accompagnati da una guida, che vi racconterà in 45 minuti circa tutte le particolarità del luogo. Il racconto della nostra visita qui.

Chiuso solo nel periodo invernale, in primavere aperto sabato, domenica e festivi dalle ore 10 alle 18. Visite guidate ogni ora con obbligo di prenotazione. Biglietti a partire da 4 euro.

CASCATA DEL RIO CAVALLO

La cascata è facilmente raggiungibile con una breve camminata nel bosco che parte poco sopra l’abitato di Calliano. Il sentiero quasi subito lascia spazio a una ripida discesa con alti scalini e prosegue lungo una passerella che passa proprio sopra alla cascata. Si scende ancora un po’ ed eccola li in tutto il suo splendore. Tutte le informazioni per raggiungerla.

CASCATA RIO BIANCO

Una cascata, appena fuori dal paese di Stenico, che si può ammirare, in tutta la sua bellezza, già dalla strada sottostante oppure dall’alto attraversando il giardino botanico con una semplice e piacevole passeggiata. Ricordiamo che le cascate esplodono dalla primavera. Maggiori dettagli e consigli qui.

CASCATA DEL LUPO

Sull’Altopiano di Piné, vicino al Lago delle Piazze, c’è un bosco dove in poco tempo si raggiunge una splendida cascata. Un sentiero per veri avventurieri, una discesa fatta di scale di roccia e gradinate disegnate dalle radici degli alberi, un pendio piuttosto impegnativo ma breve (circa 20 minuti per arrivare alla cascata) che però saprà entusiasmare i piccoli esploratori! Maggiori dettagli QUI.

CASCATA DI TRET

A Tret, piccola frazione del Comune di Fondo in Alta Val di Non, c’è un suggestivo percorso che conduce ai piedi della cascata che fa un tuffo di 70 metri. Preparatevi a percorrere ben 170 scalini per proseguire poi nel bosco tra ponti e passerelle in legno. In circa 40 minuti arriverete alla meta. Maggiori informazioni QUI.

CASCATA DI CAVALESE

Dopo Molina di Fiemme si seguono le indicazioni che portano alla cascata, è possibile vederla già dal parcheggio. Noi abbiamo proseguito lungo il sentiero nel bosco che ci ha concesso di ammirarla anche da una terrazza panoramica a metà percorso e dalla cima, grazie ad un ponte che la attraversa. La camminata di circa mezz’ora è poco impegnativa e adatta a tutti.

CASCATA DI PREDAZZO

A due passi dal centro della cittadina di Predazzo, si nasconde un tesoro che farà la gioia di grandi e piccini: una vera cascata! Il percorso è breve e semplice, caratterizzato da un dislivello di circa 230 metri. La stradina prima asfaltata e poi sterrata si snoda tra i campi, stringendosi in un sentiero. La nostra gita QUI.

CASCATE DEL NARDIS

Sono le cascate più spettacolari e forse le più alte del Trentino con oltre centro metri di salto e si trovano in Val di Genova. In meno di mezz’ora di tranquilla camminata in un verdeggiante bosco tra ponticelli, passerelle, scale in legno si arriva alle prime meravigliose cascate, quelle del Nardis. Maggiori dettagli QUI.

CASCATE VALLESINELLA

Un percorso ad anello, poco distante da Madonna di Campiglio, che è davvero da provare per la bellezza dei paesaggi che porta a scoprire. Seguendo le indicazioni per le Cascate di Mezzo (il sentiero si trova proprio all’inizio dell’area parcheggio, sulla destra). In una ventina di minuti intraprendendo la strada sterrata o in alternativa il sentiero nel bosco si arriva alle cascate. Tutte le informazioni QUI.

CASCATE VALORZ

Da San Bernardo in Val di Rabbi siamo andati alla scoperta delle Cascate di Valorz e dell’omonimo sentiero tematico. Si segue il segnavia n. 121 in costante ma fattibile salita. Il percorso di circa due chilometri è accompagnato da vere e proprie opere d’arte create intrecciando il legno e altri elementi naturali per lo più dedicate agli animali del bosco. Arrivati alla scultura dell’orso, circa metà percorso, fate una deviazione di circa mezz’ora su un sentiero in salita per poter ammirare (da lontano) le cascate. Il nostro racconto QUI.

CASCATE DEL SAÈNT

Una passeggiata ad anello di un paio di ore in Val di Rabbi che conduce a queste cascate. Il primo tratto della passeggiata che porta alla base della rapida è piuttosto semplice su sentiero sterrato. Per raggiungere la cima il percorso si fa più ripido e impegnativo ma decisamente più suggestivo. Il racconto della nostra escursione QUI.

In estate è attivo un servizio navetta che porta fino a Malga Stablasolo accorciando la strada di un’ora circa e facendovi raggiungere la prima cascata in una ventina di minuti.

CASCATA DI CÒVEL

Un’escursione facile di circa un’ora e mezza con 240 metri di dislivello. Il sentiero sale in maniera costante, mai troppo impegnativo e conduce a malga Còvel, da qui in pochi minuti in leggera discesa su sentiero sconnesso ecco il lago, perseguite ancora per poco tempo e potrete ammirare dal ponte di legno la cascata. Tutti i dettagli QUI.

Alto Adige: le cascate più belle

Dopo aver esplorato in lungo e in largo il Trentino, vi indichiamo dove ammirare le cascate più suggestive dell’Alto Adige.

CASCATA DI GARGAZZONE

Dal centro del paese attraverso un sentiero panoramico con diversi punti di sosta si arriva alla cascata con il suo salto di quasi 50 metri. Una bella passeggiata tutta in salita, assolutamente fattibile, di nemmeno un’ora. Tutte le informazioni QUI.

CASCATA DI BRANDIS

Dal paese di Lana seguendo le indicazioni per il sentiero della roggia Brandis, in circa un’ora di cammino arriverete alla cascata. Sentiero facile che si snoda nella roccia con qualche ponticello in legno. Abbiamo raccontato la nostra escursione qui.

CASCATA DI PARCINES

Poco sopra Merano, una cascata di quasi cento metri, ma arrivarci non è una passeggiata: 620 metri di dislivello per circa 7 chilometri di strada. Un paio di chilometri di ripida salita iniziali lasciano il posto ad un sentiero nel bosco tra scalinate di pietra e ponticelli di legno. Scoprite la meravigliosa cascata di Parcines qui.

CASCATE BURKHARD

In Val Ridanna, a poca distanza da Racines, attraverso un sentiero non troppo impegnativo di circa un’ora si arriva all’ingresso delle cascate. Qui si possono ammirare dai numerosi ponticelli in legno! Maggiori informazioni qui.

CASCATE DI STANGHE

Poco lontano da Racines, dal paese di Stanghe, si intraprende un semplice percorso nel bosco che conduce all’entrata delle cascate. Inizialmente si sale in leggera pendenza, ma è solo dopo venti minuti che inizia la parte migliore. La passeggiata si snoda tra passaggi intagliati nella roccia, ponti sospesi e passerelle. La salita, poco meno di 200 metri di dislivello, dura circa un’ora. Le cascate di Stanghe: una meraviglia della natura.

Aperte da maggio a novembre dalle ore 9.00 alle 17.00 (luglio e agosto dalle 9.00 alle 18.00). Costo biglietto a partire da 5 euro. Informazioni sempre aggiornate qui.

CASCATE DI TURES

Le cascate e la discesa con la fly line sono un binomio vincente per un’escursione indimenticabile in Valle Aurina. In circa un’ora e 170 metri di dislivello si raggiunge la terza e ultima cascata. Molto divertente per tornare al punto di partenza la possibilità di scendere dolcemente nel bosco imbragati in una sorta di carrucola agganciata ad un tubo di acciaio, che compie curve e spirali. Tutte le info sulle cascate di Tures e fly line.

CASCATA DI VANDOIES

Una volta immersi nel bosco il sentiero degli elfi (percorso tematico con undici stazioni) vi condurrà fino ad una bellissima cascata. Lungo il fiume i bambini potranno divertirsi a costruire dighe e a giocare con i ciottoli nell’acqua. Il nostro racconto dettagliato qui.

CASCATE DEL PISCIADÙ

Facilissima passeggiata pianeggiante ai piedi del Sella, appena fuori dal centro di Colfosco in Val Badia. Si può fare anche con il passeggino e nei pressi della cascata si trova una bella area pic-nic con vista sul Sassongher. Si può anche risalire lungo la cascata tramite una scalinata di legno e sassi ed arrivare vicini al salto dell’acqua. Molto rinfrescante! Maggiori informazioni QUI

CASCATE DI BARBIANO

Giro ad anello non troppo impegnativo con 400 metri circa di dislivello poco prima di Chiusa. In circa mezz’ora di salita si arriva ai piedi della cascata inferiore, con il suo spettacolare salto di 85 metri. Il sentiero nel bosco è molto suggestivo: pieno di scalette, passaggi stretti ed avventurosi. In un’altra mezz’ora si raggiunge l’inizio del salto d’acqua. Per concludere vi consigliamo di ammirare le cascate dal ponte sospeso: 120 metri di lunghezza, per un’altezza massima di 55 metri. Il racconto del giro delle cascate di Barbiano

Le cascate più belle del Trentino Alto Adige

L’acqua che scroscia sulle rocce non è forse uno dei suoni più belli e rilassanti?! Immaginatevi di camminare nella tranquillità del bosco accompagnati da queste dolci note che si fanno sempre più intense mano a mano che ci si avvicina alla meta. E poi, ad un tratto, ritrovarsi davanti a queste meravigliose cascate. L’ordine dei luoghi da non perdere è dettato dalla posizione non dalla loro bellezza. Se vi va raccontateci nei commenti la vostra preferita!